Recensione della serie tv Informer

Tv / Recensione - 14 January 2019 10:00

La serie Informer va in streaming su Amazon Prime Video

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Informer è una serie Prime Video in cui le sorprese vengono centellinate, per creare una lenta tensione che si nutre dell’ambientazione metropolitana e proletaria. La storia avviene a Londra quando un gruppo di pakistani sono al centro di manovre della polizia per difendere la nazione dal terrorismo. 


Serie tv Informer
L’attesa di qualcosa che potrebbe accadere è uno degli aspetti più interessanti della serie, e anche la chiave di volta di molti show recenti che tendono a non spiegare tutto subito, bensì nel fornire piccoli indizi che alla fine delle puntate lasciano in sospeso la credulità dello spettatore. Ciò è accaduto con Homeland, poi Big Little Lier, The Affair, Homecomig, Mosaic. 

La trama della serie tv Informer

In Informer non sappiamo se il giovane pakistano Raza Shar sia colpevole, se sia un informatore, e forse neanche lui ne è a conoscenza. La storia inizia con un momento di orrore, quando un uomo di colore scopre in una metropolitana di Londra che una donna ha dimenticato lo smartphone: la segue e la trova in un bar, glielo consegna ma un atto terroristico mette fine alla vita di lui. Ritorniamo quindi a un anno prima, senza comprendere quale sia il collegamento tra Raza Shar (Nabhaan Rizwan) e quanto avvenne al bar. Lui è il figlio di pachistani trapiantata a Londra, e viene arrestato per possesso di droga: ma così facendo viene   reclutato come fonte all'interno da Gabe Waters (Paddy Considine). Per Gabe il giovane Raza non è un uomo ma uno strumento da usare per i propri obbiettivi, ossia scoprire le infiltrazioni terroristiche a Londra. 

La tipologia di racconto nelle serie tv in streaming e VOD

Gli attori sono calati nella parte in maniera aderente, quasi coinvolti nel loro vite parallele tra l’esigenza di essere più benestanti ed essere asserviti agli imperativi della polizia, e la difesa della rapai dignità. Questo espediente evidentemente con il proseguire degli episodi camicia a presentar delle lacune, perché  se la storia non evolve con coli di scena appare come una dilatazione di qualcosa che poteva essere raccontato in maniera più verosimile. Ma probabilmente è ciò che il pubblico dell’epoca dello streaming attende, avendo la possibilità di agire sul rewind o sul fast forward  senza essere spazientito.


© Riproduzione riservata



Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon