République Remastered, recensione videogame per PS4 e Xbox One: un'avventura stealth a sfondo distopico

Games / News - 31 March 2016 14:00

République Remastered è la versione completa e migliorata dei cinque capitoli usciti originariamente su PC, per un'avventura a tinte oscure e dal gameplay stealth. La fuga da una societ&

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

République Remastered è un videogioco uscito originariamente su PC, un progetto nato e cresciuto grazie alla piattaforma di raccolta fondi Kickstarter. Il progetto indipendente degli sviluppatori Camouflaj arriva ora sul panorama console, grazie ad una versione rimasterizzata e completa di tutti gli episodi usciti, raccolti in un’unica edizione per PS4 e Xbox One. L’approdo sulle piattaforme Sony e Microsoft permette al titolo, finora esclusiva di PC e dispostivi mobile, di essere conosciuto e apprezzato anche dal grande pubblico, per un’opera complessa e narrativamente intraprendente, che propone temi e tematiche dure e a tratti oscure.

La trama di République Remastered ci proietta in un mondo distopico, che condivide molti tratti con il romanzo 1984, capolavoro ancora attuale di George Orwell. La figura del Grande Fratello compare qui durante la nostra fuga dalla prigionia, un aiuto misterioso che permette alla protagonista Hope si sfuggire al programma di rieducazione. La struttura narrativa si presenta curata e da subito interessante, capace di affascinare e tenere alta l’attenzione durante l’intera avventura, composta da un totale cinque episodi, racchiusi nell’edizione retail del gioco.

Il gameplay del titolo ricorda per certi aspetti i sistemi di hacking già apprezzati in Watch Dogs, con la possibilità di controllare telecamere di sicurezza, interruttori e dispositivi elettronici. Questa capacità indirizza buona parte dell’avventura verso i connotati dello stealth game, dove prestare attenzione ad ogni mossa e spostamento, per non essere individuati. La ricerca nell’evitare lo scontro diretto plasma l’ambiente di gioco, con possibili soluzionei silenziose, per evitare di esser scoperti dalle guardie. L’intera esperienza di République Remastered si indirizza così verso la pianificazione e l’attesa delle mosse avversarie, per superare determinate zone di gioco. In aiuto al giocatore arriva la visuale tattica, che permette di visualizzare la mappa dello scenario, con le possibili interazioni con i dispositivi e i diversivi da creare. Nel caso si venisse scoperti, inoltre, la protagonista Hope possiede alcuni strumenti che ci consentono di fuggire nel giro di pochi secondi, attraverso l’utilizzo del taser o dello spray al peperoncino.

La grafica di République Remastered si presenta con forti tinte noir, tra ambientazioni scure e uno stile che rimanda atmosfere cupe e opprimenti. Il lavoro sull’illuminazione crea effetti di luce e contrasti tra zone d’ombra e luce, visivamente eccellente e che crea opportunità di gioco nell’ottica di non essere scoperti. Il design delle mappe nasconde opportunità e insidie, e le diverse telecamere controllabili aprono possibilità di gameplay e di approfondimento della trama, attraverso il recupero di informazioni. La direzione artistica coglie, con strutture fredde e asettiche, l’irrigidimento di regole e di libertà, la stessa a cui la protagonista indirizza i suoi sforzi durante i cinque capitoli del gioco.

© Riproduzione riservata



Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon