Monica Vitti, i libri che raccontano l’attrice

Cinema / News - 02 February 2022 15:40

Molti sono i libri che ripercorrono la carriera dell’attrice scomparsa

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Monica Vitti, l’attrice scomparsa oggi viene raccontata in vari libri, che affrontano la sua multiforme carriera, capace di alternare interpretazioni drammatiche e comiche.


Monica Vitti - immagini

E siccome lei di Eleonora Marangoni espone le nostalgiche, ironiche, gelose donne interpretate dall’attrice. Ogni capitolo si concentra su  un personaggio che Monica Vitti ha interpretato al cinema, da Claudia de L’avventura, a Teresa la ladra, Modesty Blaise, Assunta Patanè. Non mancano gli esordi nella commedia anni Cinquanta, fino ai successi internazionali dei film, diretti da Michelangelo Antonioni, ai film degli anni Ottanta con Roberto Russo - suo marito - passando per Dino Risi, Mario Monicelli, Alberto  Sordi, Tinto Brass, Ettore Scola e Luis  Buñuel. Emblematico è il film Polvere di Stelle (1973) diretto da Sordi e sceneggiato da Ruggero Maccari e Bernardino Zapponi.

L’autobiografia di Monica Vitti

Scritto dalla stessa Vitti è Sette Sottane. Un’autobiografia involontaria. L’artista evoca la sua vita più autentica, con episodi comici narrati con allegria. “Ad un certo punto della mia vita, a mia insaputa, devo aver deciso di dimenticare – afferma - dimenticare fatti, persone, forse solo confondere tutto. I sentimenti resistono perché sono al di fuori della mia volontà: si ama anche chi non si vorrebbe e quando non si vorrebbe. I sentimenti vanno per conto loro, senza regole, senza tragitti prefissati”.


Monica Vitti di Cristina Borsatti parte dalla sua infanzia, con la nascita  a Roma nel 1931, all’analisi dei film sull'incomunicabilità di Michelangelo Antonioni, alla "commedia all'italiana". Sono raccontati anche i titoli internazionali diretti da Joseph Losey, Miklós Jancsó e Buñuel. L’attrice – che ha lavorato anche in teatro e televisione – ha vinto due Nastri d'argento, sei David di Donatello e un Leone d'oro alla carriera. Sono presenti anche interviste ai registi con lui lavorò, come Monicelli, Scola, Risi, Franco Giraldi.


© Riproduzione riservata



Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon