Mode a Parigi, tendenze di lusso per l'uomo di Valentino e Miyake cattura colori

Daily / News - 20 January 2014 16:00

Da mercoledì a domenica c'è stata in passerella a Parigi la moda maschile e, fino a venerdì prossimo, è di scena l'haute couture. La capitale francese si riconferma regina

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

L'uomo di Valentino ha aperto le sfilate  parigine conclusesi ieri. Un caleidoscopio di passerelle al maschile per regalare al mondo un assaggio di come sarà abbigliato il sesso forte nelle prossime stagioni fredde. Collezioni autunno inverno 2014/2015 di notevole classe, capaci di stupire, emozionare ed incantare con charme. Perché il maschio moderno è pieno di esigenze, interrogativi, desideri. Un potpourri di emozioni tutte da scoprire, all'insegna della voglia di divertimento, della capacità di mettersi in gioco, dell'ispirazione a rinnovare con passione il proprio look.

Articolo Moda Primavera-Estate

Valentino pensa ad un uomo che sfoggia un lusso disinvolto tramite capi denim, vestiti gessati, completi in tweed e paltò reversibili dall'aria assai comoda. In una suggestiva atmosfera bohemien sono stati proposti come oggetti del desiderio capispalla in lana dai decori geometrici che rammentano lo stile tipico dei tappeti kilim e pellicce mantelli dall'inconfondibile fascino  patchwork. Il cliente alla ricerca di qualcosa che sia particolare, moderno, icononico ed al tempo stesso d'elevata qualità non può sbagliare se sceglie la moda maschile presentata da Valentino!

Raf Simons, direttore artistico Dior, ed il suo amico artista Sterling Ruby hanno portato in passerella una collezione a due mani, fatta di tagli assai urbani ed esatti: un'ampia scelta di cappotti, impermeabili e giacche messi su pantaloni che accompagnano la forma del fisico senza fasciarlo. Alcuni cappotti parevano collage composti da  geometrici scampoli colorati, fotografie, panorami e targhette, mentre certi capi risultavano sporcati da sprezzi di vernice arancione, viola e blu. Vistose le calzature, gigantesche e dalle tinte assai cariche.

Articolo Rock Me Pitti

Issey Mihake, stilista giapponese nativo d'Hiroshima, classe 1938, ha saputo mescere eleganza e stravaganza, modernità e tecnologia, offrendo al pubblico il ritratto di un maschio del futuro dalle   possibilità senza limiti. La sua ultima collezione maschile s'ispira alle bellezze naturali (crepuscolo, scogliere, alba, paesaggi di ghiaccio e fuoco) per realizzare abiti in batik che adoprano quale base il blu, il giallo ed  il rosso. Tali colori primari, appositamente mescolati e tinti, danno luogo ad un fantastico effetto, ricordando l'eruzione magmatica di un vulcano.

La silhouette degli abiti di Mihake è classica. Paltò e modelli sportivi sono double-face.Ardite giacche, magliette e calzoni hanno invaso il palcoscenico parigino destando applausi e curiosità fino al simpatico finale con i modelli modelli arcobaleno che hanno sfilato come se attraversassero un tubo magico dai mille riflessi visivi. Un'esplosione di energia che ha galvanizzato gli astanti.

Articolo su come affrontare un colloquio di lavoro

© Riproduzione riservata



Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon