Le fissazioni inspiegabili dei vip di ieri e di oggi

Cinema / News - 13 July 2017 18:00

La categoria dei vip, a quanto sembra, è una delle più a rischio per nevrosi e ossessioni: dal sapone di Brad Pitt ai marciapiedi di Leonardo Di Caprio, una breve e incompleta carrellata

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Spesso i vip hanno stile di vita improntato all'eccesso, estroso e senza compromessi; il successo però esige il suo tributo e, per motivi non sempre chiari, le persone molto in vista soffrono spesso di disturbi ossessivo-compulsivi e di fissazioni come i comuni mortali. Se si prende in considerazione George Clooney, bisogna sapere che l'affascinante attore sale e pepe di "Ocean Eleven" non sopporta indossare calzini usati. Non nel senso che li mette in lavatrice dopo averli portati un giorno, ma nel senso che li adopera una sola volta nella vita prima di regalarli a un'associazione di accoglienza per senzatetto.

Uno degli uomini più potenti del mondo, il presidente russo Vladimir Putin, vive nella paura di essere avvelenato e quindi non si sposta mai dal Cremlino senza un assaggiatore personale pronto a immolarsi nel caso la paranoia presidenziale si riveli fondata. Il sex symbol per eccellenza Brad Pitt è ossessionato dall'ecologia e per tale motivo, prima di acquistare una casa, si accerta che sia ecocompatibile; ultimamente pare che si sia spinto ancora oltre arrivando a lavarsi solo con l'acqua, rifiutando ogni contatto con il sapone per evitare di inquinare.

Il celebre jazzista Keith Jarrett ha un'avversione estrema nei confronti dei flash e delle luci dei cellulari al punto che a Perugia, durante l'Umbriajazz del 2007, interruppe l'esibizione insultando il pubblico e uscendo bruscamente di scena. L'attore Matthew McConaughey non sopporta i tunnel e le porte girevoli: un'avversione particolarmente odiosa per chi, come lui, è costretto a frequentare alberghi di lusso, sebbene pare che sia comune a parecchie persone.

Il cantante James Blunt odia rimanere con il bicchiere vuoto e quindi, ogni volta che va in scena, prende le opportune contromisure: il suo backstage deve contenere oltre cento bottiglie di birra più varie quantità di sidro, vodka, vino bianco e champagne. Per quanto riguarda la sete, non ci dovrebbero essere problemi. Leonardo Di Caprio ha ammesso di avere un'ossessione per i marciapiedi e quando ci cammina sopra è costretto a mettere i piedi sempre sugli stessi blocchi e sulle medesime crepe. Insomma, nonostante il successo, dietro molti volti noti si celano le stesse fissazioni di molti di noi.

© Riproduzione riservata



Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon