La vita straordinaria di David Copperfield: il film con Dev Patel, da vedere secondo la critica

Cinema / News - 28 August 2020 10:30

La vita straordinaria di David Copperfield esce negli Stati Uniti

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

La vita straordinaria di David Copperfield è il film drammatico che esce oggi negli Stati Uniti. Il film rivisita  il romanzo classico di Charles Dickens, partendo dal viaggio di un orfano povero, David Copperfield (Dev Patel) fino alla sua consacrazione come scrittore nell'Inghilterra vittoriana  Si parte da David costretto a vivere i primi anni senza un padre, alla conoscenza del patrigno Mr. Murdstone, della sorella zitella Jane Murdstone che viene a vivere con loro. Il patrigno allontana il bambino dalla madre e lo invia in un collegio privato, dove David conosce l'amico Steerforth. 


Charles Dickens: A Tale of Two Cities
Quando torna a casa, la madre - che ha avito un figlio - muore con il neonato, e David è  succube delle pressioni del patrigno e della sorella: mandato a lavorare come garzone in una fabbrica, dopo varie avventure lascia Londra per Dover, dove va a vivere dall'unica zia Betsey Trotwood che - nonostante i tentativi avversi del patrigno - ne ottiene la custodia. 
Terminati gli studi, David inizia un tirocinio presso uno studio legale dove conosce la figlia del noto avvocato Mr. Spenlow, Miss Dora e se ne innamora. Diventa cronista parlamentare e sposa Dora, la quale dopo qualche muore a causa d'un aborto spontaneo (guarda le immagini).

La vita straordinaria di David Copperfield, il cast e la critica del film

Nel cast ci sono anche Albie Atkinson, Aneurin Barnard (Il cardellino), Anna Maxwell-Martin (la serie tv The Frankenstein Chronicles), Peter Capaldi (la serie tv Doctor Who) e Tilda Swinton (Suspiria), Hugh Laurie (Veep - Vicepresidente Incompetente). La regia è di Armando Iannucci (Morto Stalin se ne fa un altro), per una produzione Fox Searchlight. Per il The New York Times "riassestando alcuni archi narrativi e tralasciandone altri, Iannucci e il suo collaboratore, Simon Blackwell, hanno creato un adattamento ridotto così veloce e divertente che la sua intelligenza non si registra alla prima visione". 


Per il The Hollywood Reporter, la "trama è in rapido movimento, a volte esilarante e sempre divertente". Per Variety è "più interessanti degli austeri e soffocanti adattamenti di Dickens realizzati finora".

© Riproduzione riservata



Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon