Dirt Rally recensione videogame per PS4 e Xbox One: il rally di Codemasters

Games / News - 12 April 2016 14:00

Dirt Rally arriva su PS4 e Xbox One dopo il successo ottenuto su PC, un'esperienza di rally realistica e profonda, come da tradizione Codemasters. Gameplay simulativo e una carriera impegnativa al cen

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Dirt Rally è il nuovo videogioco di Codemasters per le console di nuova generazione, un titolo che racchiude l’universo dei giochi rallystici della casa di sviluppo britannica. La tradizione dei prodotti di rally della software house parte dalla famosa serie Colin MCRae Rally sino ad arrivare al più spettacolare e arcade Dirt Showdown. L’esperienza maturata nel corso degli anni ha permesso al team di affinare un prodotto che punta decisamente verso il realismo e l’aspetto più simulativo del rally, un’esperienza profonda e impegnativa. La lunga gestazione su PC, passata attraverso l’early access di Steam, consegna ora su console un prodotto curato e rifinito, ponendosi come il miglior esponente del genere su PS4 e Xbox One.

La carriera di Dirt Rally inizia dalla partecipazione di un campionato aperto, che ci permetterà di entrare alla categoria dilettanti dopo un piazzamento nei primi tre posti del podio. La modalità carriera inizia così dalle basi, con un livello di difficoltà che sale gradualmente ad ogni campionato affrontato, sino alla sfida della categoria master. Durante le competizioni si possono guadagnare crediti da spendere per il potenziamento del nostro team, con interventi mirati al miglioramento dell’auto o della riparazione di quest’ultima.

Il gameplay del titolo si indirizza verso lidi simulativi, con una fisica realistica che influisce sul comportamento delle vetture, con modelli di guida diversificati a seconda della classe e dell’auto scelta. Dirt Rally mette in scena un gioco di rally dove prestare particolare attenzione ad ogni curva, con un sistema di gestione di accelerazione e frenata capace di impegnare ma di dare, al contempo, grandi soddisfazioni, una volta padroneggiato. La velocità di alcune tappe si alterna con sezioni tortuose, e il passaggio dallo sterrato all’asfalto, da superfici fangose a quelle ghiacciate regala sensazioni di guida assolutamente verosimili, con un comportamento sempre differente e realistico nelle varie situazioni di gioco. La fisica delle vetture, che regala diversificazioni nel gameplay e nel loro comportamento, permette modifiche e miglioramenti che influiscono nella risposta al volante, sempre precisa e capace di restituire il giusto feedback al giocatore.

La grafica di Dirt Rally stupisce sin dalle prime battute per una resa definita ed estremamente fluida, un lavoro che conferma la bontà di Codemasters nello sviluppare e perfezionare la resa tecnica delle sue produzioni. Ogni vettura possiede una fisica curata e dedicata, con un rombo di motori e delle diverse componenti, che rimandano una sensazione di enorme realismo. Il sistema di danni funziona alla perfezione e lo sporcarsi della carrozzeria al passaggio nella polvere, nel fango o sulla neve è assolutamente preciso e fotorealistico. L’Ego Engine, cuore della produzione, regala così un prodotto solido e dalla fluidità granitica, sia nella visuale esterna che in quella interna, mai tanto curata in un gioco di rally.

© Riproduzione riservata



Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon