Daredevil stagione 4: gli aggiornamenti sulla serie tv

Tv / News - 27 October 2018 08:00

I fragili rapporti tra Netflix e Marvel gettano un’ombra sul futuro della serie

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

“Daredevil 3” si sta rivelando un successo sia di critica che di pubblico, ma la star dello show, Charlie Cox, ha qualche dubbio sulla possibilità di una quarta stagione. Il rapporto tra Netflix e Marvel, che fino a un paio d’anni fa sembrava inossidabile, ha cominciato a mostrare segni di cedimento negli ultimi tempi. Nel giro di due settimane, il colosso dello streaming ha cancellato sia “Iron Fist” che “Luke Cage”, nonostante entrambe le serie avessero prodotto delle seconde stagioni molto apprezzate.


Fonti interne riferiscono che la cancellazione di “Luke Cage”, in particolare, sia da attribuirsi a dei forti attriti tra le due società, incapaci di raggiungere un accordo sulle sceneggiature, sulla direzione da imprimere alla serie, e persino sul numero degli episodi. La situazione sembra destinata a peggiorare, visto che la Disney è intenzionata a lanciare il proprio servizio di streaming entro il 2019, ma Netflix ci ha tenuto a sottolineare che non spetta alla Disney cancellare gli show Marvel in questione. In tutto questo, lo scetticismo di Charlie Cox riguardo a “Daredevil 4” sembra legato non tanto alle questioni d’affari, quanto alla convinzione dell’attore che non ci sia molto altro da raccontare.

Serie tv Daredevil


In un’intervista con l’Hollywood Reporter, Cox ha fatto una dichiarazione abbastanza eloquente: “A questo punto, non so se ci sia l’intenzione di fare altre stagioni. Ma se si decidesse di continuare, credo che sarebbe una sfida interessante per gli sceneggiatori, perché non credo che potremmo fare un’altra stagione in cui Matt è così isolato, solo, distrutto e arrabbiato. Credo che per non sembrare un disco rotto, dovremmo proporre un Matt Murdock con un atteggiamento un po’ diverso nei confronti delle persone che ama, di se stesso e anche di Dio.”


Cox non ha tutti i torti. “Daredevil” potrebbe benissimo fermarsi qui, visto che la terza stagione si conclude senza lasciare niente di particolarmente importante in sospeso: Matt si riconcilia sia con Karen che con Foggy, Wilson Fisk è di nuovo dietro le sbarre, e anche la crisi di fede del supereroe sembra essersi più o meno risolta. “Daredevil 4”, per non risultare stantia, dovrebbe uscire il più possibile dal seminato: la serie si è già giocata le carte di Fisk, Elettra e del Punitore, ma potrebbe scegliere di approfondire il personaggio di Bullseye, interpretato da Wilson Bethel. La terza stagione gli ha dato una origin story, ma nei fumetti il villain si sottopone a un’operazione chirurgica sperimentale in cui le sue ossa vengono rimpiazzate con l’adamantio, il metallo indistruttibile di cui sono fatti anche gli artigli di Wolverine. “Daredevil 4” potrebbe esplorare questa possibilità, visto che il 1° gennaio 2019 la Marvel completerà la sua acquisizione della Fox, e quindi recupererà i diritti di tutto ciò che è legato al mondo degli X-Men.


Dopotutto lo showrunner della serie, Erik Oleson, si dice “speranzoso” per un rinnovo da parte di Netflix, il che fa pensare che, al di là dei dubbi di Cox, gli autori abbiano già in mente il nuovo corso da intraprendere. Riguardo alla data di uscita, a seconda della nuova strategia che adotterà Netflix, “Daredevil 4” potrebbe arrivare alla fine del 2019, o forse all’inizio del 2020.


© Riproduzione riservata



Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon