Festival Del Cinema Di Roma: Diario Del Primo Giorno, Tra La Lascivia E L'Iran

Cinema / News - 29 October 2010 13:41

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

In una Roma più accogliente che mai, abbiamo assistito alle prime proiezioni del festival competitivo della decennale Venezia.

Per il concorso abbiamo visto Last Night e Dog Sweat.

Last Night, diretto da Massy Tadjedin racconta la vicenda di una giovane coppia che cade in tentazione di ogni forma di sensualità. Il tutto in una notte. Le coppie sono quelle tra Sam Worthington ed Eva Mendes, a cui poi seguono Keira Knighley e Guillaume Canet.  Una storia apparentemente lasciva che poco mutua da David Lynch cui vorrebbe mirare.

 

Per Dog Sweat di Hossein Keshavarz ci troviamo nelle esistenze di sei giovani ragazzi nell'Iran di oggi, ripresi con una reminiscenza di cinema verità. Le loro storia sembrano poter correre liberamente, ma il tutto avviene nella Teheran del 2009, prima delle elezioni: il che getta uno sguardo macabro sulle vicende. La femminista che avrà una relazione con un uomo sposato, i due giovani che cercano un luogo dove fare l'amore,  il gay che si rassegna al matrimonio, la cantante che cerca nella musica proseguono le loro vicende con voluttà ma anche malinconia, subissati dalla situazione storica.

In attesa delle star che non arrivano e dei manifestanti dello spettacolo italiano che invadono il red carpet contro il taglio ai fondi statali - a cosa interesserà poi agli stranieri delle condizioni del nostro cinema? - attendiamo di incontrare John Landis per la sua lezione di Cinema e Bruce Springsteen che arriverà il 1 novembre per The Promise: The Making of Darkness on the Edge of Town.

© Riproduzione riservata





Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Advertisement " >