Premio Strega: Alessandro Perissinotto al primo posto con un libro spietato e cinico

Comics / News - 13 June 2013 17:03

Pronta la cinquina dei finalisti del Premio Strega 2013: al primo posto con Le colpe dei padri troviamo Alessandro Perissinotto che supera di soli 3 voti il favorito Walter Siti con il suo Resistere n

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

E' pronta la cinquina dei finalisti del Premio Strega edizione 2013, promosso dalla Fondazione Maria e Goffredo Bellonci in collaborazione con Liquore Strega. Il colpo elettorale Amici della domenica, composto da oltre 400 membri, si è riunito a Casa Bellonci, come daltronde il rito vuole da sessant'anni, e che per la prima volta da quest'anno è stato trasmesso in diretta streaming sul sito www.premiostrega.it . Al termine dello scrutinio il presidente di seggio (vincitore del Premio Strega 2012) Alessandro Piperno, insieme al presidente della Fondazione Bellonci Tullio De Mauro, ha fatto suonare le fanfare e annunciato la cinquina di libri e autori finalisti del Premio Strega 2013.

In pole position troviamo Alessandro Perissinotto che con il suo "Le colpe dei padri" (Piemme) guida, con 69 voti, la cinquina del Premio, superando di soli 3 voti, il favorito Walter Siti che con il suo libro "Resistere non serve a niente"(Rizzoli) ha avuto 66 voti. Romana Petri con "Figli dello stesso padre"(Longanesi) ha conquistato il terzo posto con 49 voti: la storia è incentrata sulla dolorosa vita di due bambini, poi ragazzi e uomini che in comune hanno un'unica cosa, il padre. Al quarto posto troviamo Paolo Di Paolo con "Mandami tanta vita" (Feltrinelli), 45 voti, ispirato alla storia di Piero Gobetti e al quinto Simona Sparaco con "Nessuno sa' di noì" (Giunti) storia sofferta di una coppia che deve fare una scelta difficile in attesa della nascita del loro tanto voluto bambino. A Casa Bellonci non si è presentato Aldo Busi, che per il suo "El especialista de Barcelona" (Dalai) ha ottenuto appena 18 voti. Lo scrittore ha però inviato una lettera "di fuoco" a "Dagospia" per attaccare il premio medesimo: "Io escluso? Vorrei ben vedere il contrario. Il risultato non squalifica certo me, qualifica loro".

Comprensibilmente emozionato è il possibile vincitore Perissinotto, che subito dopo la nomination ha dichiarato: "Sono molto contento e in me la felicità prende la forma della tranquillità " .

"Le colpre dei padri" racconta l'amara avventura di Guido Marchisio, uomo realizzato sia professionalmente che sentimentalmente, cavalcando l'onda di una vita in continua ascesa. Ma il 26 ottobre 2011 la su a esistenza viene stravolta. Quella mattina Guido incontra un suo sosia, un suo doppio misterioso e sfuggente. Possibile che esiste al mondo qualcuno "che sia lui"? Il dubbio si infiltra nella sua mente come un tarlo fino a sfociare in ossessione. L'esistenza dell'ingegner Marchisio inizia una discesa rovinosa, prima piano poi sempre più velocemente, travolgendo la sia azienda e la sua vita privata. La sua figura di uomo affascinate e potente scivola via, come un emorragia che lentamente svuota l'industria italiana.

La grande abilità di Alessandro Perissinotto è quella di saper mescolare con grande maestria i sentimenti personali e conflitti sociali in una storia grande che appassionerà il lettore dalla prima all'ultima parola.

Come sempre, il nome del vincitore si scoprirà il 4 luglio a Roma al Ninfeo di Villa Giulia

© Riproduzione riservata



Focus
img-news.png

Libri e romanzi da leggere

Libri e romanzi da leggere: interviste, news, gallery, recensioni sui libri thriller, mistery, romantici, biograficiLeggi tutto

Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon