Marco Mengoni, rockeggiante in Non me ne accorgo ed applauditissimo con L'Essenziale Tour

Daily / News - 28 May 2013 14:18

“Dove sei? In che parte del mondo? Oppure sei ancora qui e non me ne accorgo. Troverai l'equilibrio che cerco, oppure lo scoprirai in ogni dubbio che sei. Non vorrei, non vorrei, ma che fretta hai di

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Marco Mengoni canta l'amore nel suo ultimo disco, “#PRONTO A CORRERE”, registrato fra l'Italia e l'America ed uscito lo scorso 19 marzo. Quindici brani che onorano il sentimento più nobile al mondo, motore di tutto ciò che ci circonda e fulcro della nostra stessa esistenza. Pezzi che costituiscono una sorta d'inno alla vita, invitando a raccogliere le sfide con positività, a non lasciarsi abbattere dalle difficoltà, a non risparmiarsi per paura, pigrizia o indifferenza. 


Se “L'essenziale”, canzone vicintrice dell'ultimo Festival di Sanremo, si presenta con sonorità delicate e celebra l'amore in maniera classica, il secondo brano presente nell'album ha un ritmo incalzante battuto da un pianoforte strarockeggiante ed il cantante appare in cerca di corrispondenza con una partner dal cuore scivoloso: “Non me ne accorgo”, così s'intitola il pezzo, è una chicca di sensualità sottile, come una scossa d'adrenalina fa sobbalzare il pubblico che può ammirare l'uso sapiente della voce reso da un artista capace di calibrare bene ogni nota. “Dove sei?", intona Marco, "In che parte del mondo? Oppure sei ancora qui e non me ne accorgo". E prosegue: "Troverai l'equilibrio che cerco, oppure lo scoprirai in ogni dubbio che sei. Non vorrei, non vorrei, ma che fretta hai di capire cosa siamo noi? Non ti resta che il rumore, io che non so dargli un nome. E il tuo cuore scivoloso, non mi resta che poterci pattinare pattinare”.

Mengoni è adesso in giro per l'Italia con il suo “Essenziale Tour”, che lo riempe di soddisfazioni:  per fronteggiare la continua richiesta di biglietti dopo le prime trionfali tappe, Marco ha inserito una nuova data che, dopo giovedì 30 maggio, lo vedrà tornare per una seconda volta presso il  Teatro EuropAuditorium di Bologna il primo ottobre. Reduce dal grande successo riscosso all’Eurovision Song Contest 2013, dove, grazie ad un'intensa esibizione, ha ottenuto il settimo posto per l’Italia, il cantautore nativo di Ronciglione si esibisce in concerto accompagnato da sei musicisti: Gianluca Ballarin, Luca Colombo,  Peter Cornacchia,  Giovanni Pallotti,  Andrea Pollione, Davide Sollazzi. I suoi abiti di scena sono disegnati da Salvatore Ferragamo.

© Riproduzione riservata



Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon