Dove Nascono E Crescono Campioni Come La Granbassi

Daily / News - 07 December 2008 15:26

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Presso il circolo scherma Terni si sono allenate campionesse comeMargherita Granbassi, che alle Olimpiadi di Pechino 2008 si è aggiudicata la medagliadi bronzo sia nell'individuale che nella gara a squadre. Un centro dovepassione e impegno si coniugano. Abbiamo intervistato il presidente, PaoloMeriziola.

Quando e come nasceil circolo scherma?

Il circolo scherma nasce nel lontano 1886 per opera di ungaribaldino ternano, Augusto Mezzetti che in data 31 luglio 1886 presentò alsindaco di Terni una proposta per l'impianto di una scuola di scherma: la domandafu controfirmata da ben 4000 cittadini. La domanda fu accolta nella seduta delConsiglio Comunale il 15 ottobre 1886; era così nata la prima scuola schermaTerni. L'attività della scuola, chiamata Pro Patria,veniva seguita da un'appositacommissione comunale di vigilanza. La scuola fu chiusa il 31 dicembre 1892 eper molto tempo l'attività schermistica fu portata avanti grazie all'entusiasmospontaneo degli atleti, senza che ci fosse una società sportiva organizzata. Dopogli eventi bellici, nel 1946, venne rifondato il circolo e dal 1947 fu ripresal'attività agonistica.

Come si svolgel'attività all'interno del circolo?

All'interno del circolo ci sono circa 150 atleti iscritti diogni età suddivisi in tre categorie: "giovanissimi" dai 10 ai 14 anni , "giovani"dai 14 ai 20 anni , "assoluti" oltre i 20 anni che rappresenta la categoria chepartecipa alle manifestazioni come mondiali e olimpiadi. Periodicamente iragazzi di tutte le categorie svolgono gli allenamenti da istruttori preparatie professionali per formare e far crescere i ragazzi in questa disciplinasportiva: dopo la campionessa Granbassi (che qui si è allenata, N.d.R.) havisto ultimamente trionfare Elisa Bardaro, sesta classificata ai mondialiindividuali e Alessio Foconi, secondo ai mondiali under 20 (ogni anno viene stipulatauna classifica nazionale e su 250 società di scherma quella di Terni si èclassificata tredicesima, N.d.R.). È un risultato ottimo, che ci obbliga amigliorare ancora di più.

Qual è l'importanzadei cosiddetti sport minori?

La scherma non e' uno sport minore anche se non ha lapopolarità. Il seguito che ha il calcio però è comunque maggiore. La scherma è unosport di interesse e orgoglio nazionale, basta guardare alle ultime olimpiadicinesi dove la scherma ha portato a casa 8 medaglie. La maggior parte degliatleti sono tesserati con i circoli militari e quindi vengono remuneratimensilmente e in più ricevono borse di studio per il raggiungimento deirisultati sportivi. Questo sport non sarà ricco finanziariamente ma sicuramentericco di vittorie, successi e soddisfazioni.

Qual è l'importanzadello sport per i giovani?

Lo sport è fondamentale per i ragazzi. La scherma è unadisciplina sportiva e in quanto tale mette in evidenza la capacità agonistica,ma per manifestare questa potenzialità degli atleti c'e'il bisogno di qualcuno chela conosca e la coltivi, dando qualcosa di più del solo insegnamento. Quel "dipiù" è una sala, un ambiente, una comunità dove si combinano competenza,tecnica, fantasia, tattica, innovazione e autonomia. Cioè proprio ciò che tuttii giovani ricercano o tendono a fare spontaneamente: stare insieme, scambiare,conoscere, creare, in risposta di quella spinta interiore che aiuta aconcretizzare idee ed aspirazioni. Quando poi queste sono realizzate, da unaparte arriva la necessità di sentirle riconosciute ed apprezzate, mentredall'altra c'e'il compiacimento di applaudirle come esempio virtuosoapplicabile anche fuori dall'ambito sportivo.

Quali sono gliobiettivi futuri, i progetti?

L'obiettivo è migliorare sempre di più, ottenere risultatisempre più prestigiosi: questo è un obbligo che viene dai risultati raggiuntidalla nostra società, fino ad adesso: come la Granbassi, vincitrice della medagliadi bronzo al fioretto individuale, Cipriani vincitore del bronzo nella spadamaschile individuale e oro a squadre. Foconi, giunto secondo a Bratislava nelmemorial Martinengo. Nel 2006 nella categoria "giovani" la nostra società si e'classificata dodicesima. I progetti sono di mettere sempre il massimo impegno,professionalità e passione che i nostri maestri dedicano agli atleti e a tuttii ragazzi della società scherma Terni, al fine di formare campioni come laGrambassi.

Un ringraziamento al presidente "Circolo scherma Terni"Ing.Paolo Meriziola per la cortesia e gentilezza.

 

© Riproduzione riservata



Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon