The Morning Show stagione 2, le novità sulla serie tv

Tv / Editoriali - 10 February 2020 07:00

The Morning Show va in streaming su Apple TV

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Una settimana dopo il suo debutto, Apple ha confermato che la serie tv The Morning Show è rinnovata per un'altra stagione. Sebbene non sia stata ancora fissata una data esatta, si prevede che la messa in streaming avverrà a novembre 2020. "Stiamo scrivendo lo spettacolo ora; lo foreremo quest'estate; e saremo online il prossimo novembre", ha detto infatti a Variety la showrunner Kerry Ehrin. 

Serie tv The Morning Show

Poiché la data di uscita prevista per si allinea con le elezioni del 2020, è possibile che la seconda stagione possa collegare la sua trama dall'attuale clima politico. Ma Ehrin ha assicurato a Variety che non ha alcun interesse a scrivere di quello che sta succedendo alla Casa Bianca. "La mia idea è che se hai a che fare con la politica, hai a che fare con temi politici. La chiamo ‘attualità adiacente’, in cui non stai storicamente aderendo ad un aspetto specifico, ma puoi prendere lo zeitgeist di ciò che sta accadendo nel mondo e realizzare qualcosa con questi temi".

La seconda stagione della seconda stagione di The Morning Show

La nuova stagione continuerà da dove era stata interrotta la prima, con la giornalista Alex Levy (interpretata da Jennifer Aniston ) e Bradley Jackson (Reese Witherspoon) che continuano a condurre The Morning Show anche se l'ultimo episodio le ha viste opporsi con coraggio al presidente della loro rete televisiva. Mitch Kessler (Steve Carell), l'ex conduttore accusato di cattiva condotta sessuale, deve così affrontare le conseguenze delle sue azioni illecite.


Mitch nel finale della stagione teme che questa possa essere la fine della propria carriera. "Vorremmo che tornasse nella seconda stagione. È in lavorazione, ma non è ancora un affare deciso", ha rivelato Ehrin a The Hollywood Reporter.


Steve Carrel nella nuova stagione di The Morning Show

Il produttore esecutivo Michael Ellenberg ha dichiarato al Television Critics Assn. - panel del tour stampa di Apple TV Plus - che la seconda stagione “riprenderà sicuramente da dove abbiamo concluso”. Inoltre l’accordo originale di Carell era solo per la prima stagione. La Aniston, che è anche produttore esecutivo, ha sottolineato che sebbene lo spettacolo sia "ovviamente" sul #MeToo, i suoi messaggi sono più ampi di così. "Dinamiche di genere, dinamiche di potere, abuso di potere - e non solo abuso sessuale di potere - sono lotte in generale" ha affermato, e “The Morning Show cerca di esplorarle”.

La Aniston ha aggiunto che l’obbiettivo era fornire uno sguardo molto realistico e umano alla situazione “che tutti noi come società abbiamo permesso che accadessero inconsciamente". Così si è cercato di entrare nella testa di un “narcisista gentile e carismatico, per essere vicino all'abuso di potere”. La morte della giornalista di colore Hannah (Gugu Mbatha-Raw), che non ha retto alle pressioni psicologiche dopo l’abuso sessuale compiuto da Mitchel, scuote Alex: “È stata la morte di Hannah che ha anche portato Mitch finalmente a rendersi conto di quanto fosse solo”.


© Riproduzione riservata



Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon