Katherine Heigl, quando la sincerità dell’attrice rende odiate e amate

Tv / Editoriali - 01 July 2019 07:30

Katherine Heigl è la protagonista di Grey’s Anatomy e Suits

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Katherine Heigl è una delle attrici più irrequiete di Hollywood, e la sua dose di sincerità le ha causato non pocho problemi.

Protagonista di 105 episodi di Grey’s Anatomy nel ruolo di  Izzie Steven, è una delle star più pagate, tanto che per un film del 2007, 27 Dresses ricevette 7 milioni di dollari. Il suo carattere schietto proviene anche dalla sua formazione, per cui già a nove anni era capace di destreggiarsi tra i set fotografici.


Katherine Heigl

Nata a Washington nel 1978, ha una giovinezza segnata da un lutto che si ripercosse nella sua età adulta. Perse infatti il fratello a 8 anni, scaraventato da un camioncino mentre era fuori a pranzo con alcuni dei suoi compagni di scuola. La sua famiglia donò i suoi organi: "Il cuore, i reni e gli occhi di Jason sono stati donati - rivelò in un’intervista la madre Nancy Heigl - qualsiasi cosa possa essere usata da qualcuno che ne ha bisogno. È stato l'ultimo dono di Jason in un mondo verso il quale ha avuto grande affetto”. 

La carriera di Katherine Heigl

La morte di suo fratello portò i genitori di Heigl a convertirsi alla Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni: Heigl fu educata con quella fede, mentre prima la madre era stata luterana e suo padre cattolico.  A nove anni, sua zia insieme ai suoi genitori mandarono delle foto di lei a un'agenzia di modelle: nel giro di poche settimane firmò un contratto con Wilhelmina Models come modella per bambini. Subito dopo un cliente la scelse per una rivista pubblicitaria, dove lei debuttò guadagnando 75 dollari all'ora in posa per i cataloghi Sears e Lord & Taylor. La prima volta che Heigl è apparso in una pubblicità televisiva nazionale era per i cereali Cheerios.

La madre era ormai la sua agente, e a 16 anni Heigl iniziò a studiare recitazione e fece il suo debutto cinematografico in That Night (1992). Fu Christina Sebastian nel film di Steven Soderbergh Depression, cui seguì il primo ruolo da protagonista nella commedia 1994 My Father the Hero. Si trasferì  così a Hollywood, recitando nel thriller di Steven Seagal Under Siege 2: Dark Territory.  Nel 1997 viveva in una casa con quattro camere da letto a Malibu Canyon, in California, con sua madre, che intanto si era divorziata. Nel 1998 fu co-protagonista con Peter Fonda in un film per la televisione nell’adattamento di The Tempest di Shakespeare.


Seguì il ruolo di Isabel Evans nella serie televisiva  Roswell(1999-2002), per il quale ha ricevuto nomination per Saturn e Teen Choice Awards. Dal 2005 al 2010 nei panni di Izzie Stevens in Grey's Anatomy vinse il Primetime Emmy Award come miglior attrice non protagonista in una serie drammatica. 

Katherine Heigl attrice di cinema

Ma la determinatezza la portò appunto a spostarsi anche al cinema: occasioni che invece colleghe come Ellen Pompeio non hanno saputo affrontare. Ha ottenuto il ruolo da protagonista nel film indipendente Side Effects (2005), è stato candidata al Golden Globe per la migliore attrice non protagonista. In  Knocked Up (Molto incinta, 2007) del regista Judd Apatow era al fianco di Seth Rogen e Paul Rudd.

Ma la sua schiettezza non poteva restare sopita. Nel film che fu un successo di critica e pubblico - incassò 219,1 milioni di dollari - lei non si trovava a suo agio. “Era un film un po 'sessista", disse Heigl di Knocked Up in un’intervista a Vanity Faur - Dipinge le donne come toporagni, senza senso, e gli uomini come affettuosi, goffi, amanti del divertimento. [Il regista] Ha esagerato con i personaggi, e ho avuto un periodo difficile con loro, in alcuni giorni. Perché stai ritraendo le donne in tale maniera? Il novantanove per cento del tempo è stata un'esperienza straordinaria, ma per me è stato difficile amare il film”.

Poco dopo ha ritirato il suo nome dalle nomination Emmy per Grey’s Anatomy. "Non sentivo che fosse stato realizzato del materiale che permettesse in questa stagione una nomination agli Emmy", ha dichiarato l'attrice in un comunicato. “Nel tentativo di mantenere l'integrità dell'organizzazione dell'Academy, ho ritirato il mio nome dalla nomination". 

La showrunner Shonda Rhimes si è sentita insultata dalle osservazioni di Heigl, e più tardi ha detto in  un'intervista con Oprah Winfrey: "A un certo livello mi ha ferito e, ad un altro, non ero sorpresa: quando le persone ti mostrano chi sono, credici”.

Secondo alcuni ciò minò la sua carriera. Ma forse non era quello che le interessava, se poi con la madre han fondato Heigl's Hounds of Hope, che opera come parte della Jason Debus Heigl Foundation. La Fondazione è stata creata in onore del fratello di Heigl, L’obbiettivo è salvare i cani con problemi comportamentali da rifugi, dove c’è con un alto tasso di uccisioni. Li riabilita attraverso l’allenamento. Nel 2010, Heigl è stato insignita del "Presidential Service Award" di ASPCA per il suo lavoro e la sua dedizione al benessere degli animali. Heigl è per la donazione di organi.

Così Katherine Heigl è in cima alla lista delle odiate celebrità che tutti amano. 

© Riproduzione riservata



Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon