Indiana Jones 5, le novità sul film

Cinema / Editoriali - 19 April 2021 10:30

Indiana Jones 5 dovrebbe uscire nel 2022

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Indiana Jones 5 è il film in fase di pre-produzione. Si tratta del sequel della saga inaugurata nel 1981 con   I predatori dell'arca perduta, e diretta da Steve Spielberg. Le riprese – dopo vari ritardi che si sono protratti dal 2016 – dovrebbero iniziare questa primavera, per un’uscita prevista per il 29 luglio 2022. 

Indiana Jones 5, il cast del film

 Nel cast  è stata confermata la presenza di Phoebe Waller-Bridge nel possible ruolo di assistente archeologa: la Waller-Bridge ha ottenuto successo  con la serie tv comedy Fleabag, con cui ha vinto gli Emmy nel 2019 come migliore serie e attrice. La produzione del film è della  Lucasfilm, poiché lo stesso George Lucas produsse i quattro film originari. Il ruolo dell’archeologo Indiana Jones resta ad Harrison Ford, che sarà affiancato da Mads Mikkelsen, attore anche del film candidato all’Oscar 2021 come pellicola straniera Un altro giro. Mikkelsen sarà anche nel film Animali fantastici 3 - dopo l’uscita di Johnny Depp – nel ruolo di Grindelwald.


Film Indiana Jones e il regno del teschio di cristallo
Film Indiana Jones e l'ultima crociata

La regia è di James Mangold, che ha lavorato a Ford Vs Ferrari. Sulla direzione del film si sono creati attriti  hanno condotto il regista Spielberg ad abbandonare il progetto: Spielberg – che è anche produttore – secondo lo sceneggiatore David Koepp avrebbe nutrito  delle differenze creative sulla sceneggiatura, e ciò avrebbe sancito   i ritardi nel film. I disaccordi sarebbero nati tra Spielberg, Harrison Ford e la Disney – che distribuirà il film -  perché alcuni elementi non soddisfacevano  le aspettative. In un'intervista al magazine Den of Geek , lo sceneggiatore   Koepp - che ha lasciato Indiana Jones 5 nello stesso periodo di Spielberg – ha confermato: “Ho provato un paio di versioni diverse con Steven e tutte avevano delle cose buone e aspetti che non funzionavano, il che succede. Ma è stato molto difficile riunire tutti   gli elementi - Steven, Harrison (Ford), la sceneggiatura e la Disney -   contemporaneamente. E non è stato così".

Koepp non è entrato nei dettagli su quali fossero i disaccordi sulla sceneggiatura, ma sembra che nessuna delle parti coinvolte fosse d'accordo sulla direzione da prendere per la trama del film. Infatti dopo Koepp si avvicinò alla sceneggiatura Jonathan Kasdan  (Solo: A Star Wars Story) e Dan Fogelman  (This Is Us, Tangled) che però non appaiono come gli ultimi autori. Infatti poi   Koepp è subentrato di nuovo, con lo scrittore che ha dichiarato nel settembre 2020 : “Ci sto lavorando ancora. Stiamo ancora provando. E penso che questa volta abbiamo una buona idea. Vedremo." Nel febbraio 2020, Spielberg ha annunciato che non avrebbe supervisionato il progetto poiché desiderava trasmettere l'eredità del personaggio "a una nuova generazione".


Ma i problemi di sceneggiatura hanno continuato a sorgere, tanto che Harrison  Ford   ha   commentato i problemi di sceneggiatura nel febbraio 2021: alla fine, Spielberg e Koepp si sono separati dal progetto, consegnando il film al   regista  James Mangold.  "Quando James Mangold è entrato e Steven è uscito, è stato un punto di rottura abbastanza logico - ha detto Koepp a Den di Geek - È il momento migliore per uscire dalla porta, perché penso che l'ultima cosa che un nuovo regista desideri sia avere lo scrittore del vecchio regista. Voglio dire, è una seccatura. L'ultima cosa di cui hai bisogno è un ragazzo seduto con le braccia incrociate che dice: ‘Beh, il modo in cui Steven lo avrebbe fatto è ...’ Ho avuto una   conversazione amichevole con lui, e poi sono sicuro che voleva essere in grado di agire liberamente”.

La produzione esecutiva è di  Kathleen Kennedy, Frank Marshall e Simon Emanuel si uniranno a Spielberg. Anche John Williams (Star Wars, Il risveglio della forza, Gli ultimi Jedi e L'ascesa di Skywalker) che ha lavorato su ogni colonna sonora del franchise -  incluso il suo tema iconico -  tornerà come compositore.  

Indiana Jones 5, la trama  del film

La trama del film non è stata rivelata. Seguirà certamente Indiana Jones nel tentativo di scoprire altri oggetti mitici. Indiana Jones cerca l'Arca dell'Alleanza – che conteneva le tavole della legge di Mosè - ne I predatori dell'arca perduta; la pietra sacra Sivalingam in Indiana Jones e il tempio maledetto; il Sacro Graal – con cui Gesù bevve nell’ultima cena -  in Indiana Jones e l'ultima crociata; la mitica città di El Dorado in Indiana Jones e il regno del teschio di cristallo. Se i film erano ambientati  seconda metà degli anni 1930, con i nemici rappresentati da nazisti che intendevano impossessarsi dei reperti – dotati di arcani poteri da sfruttare come armi – si passò poi ad una setta di fanatici religiosi adepti della dea Kālī. Nel quarto film, ambientato nel 1957, Indiana Jones deve affrontare i sovietici. Quindi nel quinto film è normale che l’oggetto misterioso da ottenere avrà come ricerca antagonista quella di personaggi collegati con la storia del ‘900. Pare comunque che il film sia l’epilogo. Discutendo del  film al Disney's Investor Day del 2020, la Kennedy ha detto che sarebbe stato il "quinto e ultimo" film della serie.


Indiana Jones, dove vedere i film in streaming e on-demand

I quattro film della saga sono  I predatori dell'arca perduta (Raiders of the Lost Ark, 1981),  Indiana Jones e il tempio maledetto (Indiana Jones and the Temple of Doom, 1984),  Indiana Jones e l'ultima crociata  (Indiana Jones and the Last Crusade, 1989), Indiana Jones e il regno del teschio di cristallo (Indiana Jones and the Kingdom of the Crystal Skull, 2008). Sono  disponibili in streaming su Amazon Prime Video, Netflix, TimVision. Sono on-demand su Infinity tv, Google Play, Microsoft Store, iTunes, Rakuten, Chili.

© Riproduzione riservata



Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon