Fortnite, la quarta stagione del Battle Royale

Games / Editoriali - 06 May 2018 11:00

Fortnite è il Battle Royale di Epic Games, il più seguito e giocato su PS4

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Fortnite è stato uno dei maggiori fenomeni videoludici del 2017, dominando in termini di utenti, trasmissioni su Twitch e ricerche, un vero e proprio successo commerciale per Epic Games, regina dei titoli multiplayer dai tempi degli arena shooter. La nuova formula, indirizzata ad un pubblico giovanissimo, abbraccia la filosofia dei Battle Royale, dove in un’enorme mappa, che si restringe gradualmente, sino a 100 giocatori in contemporanea si danno battaglia. La natura free-to-play del titolo, ovvero giocabile senza pagare alcuna cifra, ha permesso al brand di essere scaricato e giocato da milioni di utenti, con contenuti a pagamento liberamente acquistabili o meno. 

Fortnite
La struttura del multiplayer competitivo, dove vince l’ultimo rimasto, o l’ultimo team nel caso di deathmatch a squadre, è liberamente giocabile senza pagare alcuna somma. Tale scelta ha permesso a Fortnite di avere milioni di utenti su PC, PS4 e Xbox One, una fan base fatta per lo più da adolescenti e indirizzata alla condivisione social. Il fenomeno di Fortnite è ben evidente, oltre che dai guadagni, dalle primissime posizioni in ogni canale di streaming online, con la piattaforma Twitch letteralmente invasa da trasmissioni legate al gioco Epic Games

Se la Battle Royale può essere giocata gratuitamente, oggetti ed elementi estetici aggiuntivi possono essere acquistati a parte, nella classica struttura di microtransazioni su cui si basano i free-to-play. Lo scontro di sopravvivenza ha luogo in un’isola, dove si viene catapultati con un bus volante: da qui ha inizio la partita, con la ricerca di armamenti in giro per la mappa e le diverse strategie per uccidere gli avversari. L’area di scontro si riduce mentre la tempesta avanza, rendendo disponibile e sicura solamente la safe zone, come terreno di scontro per i personaggi rimasti. Vince l’ultimo sopravvissuto. La modalità Battle Royale, come detto, prevede sia il gioco in solitaria, nel classico tutti contro tutti, o un sistema a squadre, in coppia o in un team di 4 persone.

Accanto al competitivo online, la modalità Salva il Mondo permette di affrontare l’universo di Fortnite insieme ad altri giocatori, sino ad un massimo di quattro, che devono difendere i sopravvissuti dalla tempesta e dalle creature aliene. Le missioni, dove raccogliere risorse e costruire avamposti, sono costituite ad ondate, in cui l'obiettivo è quello di sconfiggere avversari comandati dall’intelligenza artificiale.

L’esperienza di gioco rimane sempre viva e attiva anche grazie al supporto di Epic Games, con costanti aggiornamenti e situazioni che vanno a modificare alcune meccaniche. Se nella terza stagione l’avvicinamento di un meteorite rendeva imprevedibile gli scontri, con una pioggia di detriti, la quarta stagione di Fortnite modifica l’isola e le sfide, aggiungendo diverse novità all’interno della mappa. Lo sconvolgimento portato dall’esplosione del meteorite ha cambiato fisionomia ad alcune aree di gioco, con nuovi punti di interesse e l’introduzione delle Rocce Salterine, scorie radioattive che donano al giocatore una capacità di salto amplificata. Il pacchetto Pass Battaglia, inoltre, introduce tantissime sfide settimanali e orpelli estetici al personaggio, con armature che si ispirano a quelle dei supereroi.

© Riproduzione riservata



Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon