Stranger Things, nella nuova serie tv Winona Ryder torna protagonista con il soprannaturale

Tv / Thriller / News - 15 July 2016 17:00

Stranger Things, la nuova serie tv con Winona Ryder debutta oggi, venerdì 15 luglio, su Netflix. Al centro della storia la vicenda della misteriosa ed inquietante scomparsa di un ragazzino nel

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Stranger Things è la nuova serie tv ideata per Netflix da Matt e Ross Duffer. La prima stagione, composta da otto episodi, debutta oggi, venerdì 15 luglio 2016, in tutti i paesi in cui è disponibile il canale a pagamento, e grande è l’attesa da parte del pubblico e degli amanti del genere soprannaturale. La serie infatti ha tutte le caratteristiche per diventare un ottimo thriller del paranormale, e segna il ritorno in grande stile dell’attrice Winona Ryder. I fratelli Duffer, principali autori e registi della serie, in questa serie ricoprono per la prima volta anche i panni di showrunner, oltre che produttori esecutivi insieme a Shawn Levy e Dan Cohen.


Serie tv Stranger Things
A metà strada tra “E.T.” e “X files”, la serie tv occhiello della programmazione Netflix ha una trama molto particolare. Ambientata in una piccola città dell'Indiana degli anni ’80 il thriller racconta la vicenda raccapricciante della misteriosa scomparsa di Will, un ragazzino che svanisce nel nulla in circostanze sospette. La madre apre un'inchiesta sulla sua sparizione con le autorità locali, e da quel momento si apre una sorta di vaso di pandora ed escono una serie di misteri che coinvolgono sia esperimenti governativi top-secret che terrificanti forze soprannaturali.

Una delle principali novità riguarda il cast della serie. Sarà infatti la nota attrice Winona Ryder ad interpretare una dei protagonisti di Strangers Things; Joyce, la madre del ragazzo scomparso. La Ryder (pseudonimo di Laura Horowitz), che di recente è tornata sugli schermi con piccoli ruoli di secondo piano, con Stringer Things torna ad essere protagonista del palcoscenico. L’attrice statunitense diventata famosa nel 1990 con il film “Edward mani di forbice” interpreta infatti un numero molto elevato di scene da solista in cui le accadono fenomeni paranormali e la critica ha accolto la sua performance come una delle migliori.

Eccellente è anche l’interpretazione degli altri membri del cast come David Harbour, che veste i panni del capo della polizia e Matthew Modine, ovvero il misterioso uomo coinvolto nelle strane cose che avvengono in città. L’ abito scuro e l’espressione triste sembrano infatti calzargli a pennello. Ma la vera rivelazione è la talentuosa Millie Brown, che interpreta una figura chiave della storia. La giovane attrice di origini spagnole è infatti perfetta nel suo ruolo, ed il suo personaggio è davvero inquietante ed enigmatico.

Ad essere esplorate in questo thriller mozzafiato, che si basa sul paranormale, sono proprio le ansie e le paure di tutti i giorni, in cui tutti ci possiamo identificare, come la paura di crescere i propri figli e quella di nono conoscere veramente chi abbiamo come vicini. E Stranger Things, come altri classici del genere prima di lui ("Freaks and Geeks”) si rifugia nell’idea che le connessioni duramente conquistate con gli altri esseri umani possono essere un balsamo, un’ancora di salvezza in un mare di confusione.

© Riproduzione riservata



Focus
img-news.png

Stranger Things Serie Tv

Stranger Things quarta stagioneLeggi tutto

Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon