Rocket League: Collector's Edition, recensione videogame per PS4 e Xbox One

Games / News - 28 June 2016 14:00

Rocket League esce in versione fisica con la Collector's Edition, l'edizione di gioco che contiene al suo interno tutte le espansioni e DLC usciti sinora, per il titolo che unisce le quattro ruote al

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Rocket League: Collector's Edition è il videogioco che racchiude al suo interno l’esperienza definitiva del gioco originale, uscito su PS Plus nel mese di luglio dello scorso anno, e rivelatosi uno dei più grandi successi del 2015. La particolare struttura, che unisce il mondo delle auto a quello calcistico, con lo scopo di segnare nella porta avversaria, ha permesso al brand di espandersi rapidamente, divenendo in poco tempo un vero e proprio fenomeno videoludico.

I DLC presenti all’interno del disco di Rocket League: Collector's Edition, sviluppato da Psyonic e distribuito in Italia da Halifax, comprendono tutte le espansioni uscite sinora in digitale. I contenuti aggiuntivi portano all’interno dell’esperienza nuove macchine, stadi, modalità e livree, che si aggiungono al pacchetto originale del titolo. I DLC totali sono tre: Supersonic Fury, Revenge of the Battle-Cars e Chaos Run, un trittico uscito lo scorso anno e ora disponibile nel pacchetto dell’edizione fisica da collezionisti. Nelle arene di Neo Tokyo, invece, sarà possibile giocare ad un’inedita modalità basket, con due canestri al posto delle consuete porte.

Il gameplay di Rocket League: Collector's Edition è tanto semplice quanto efficace. Le regole di base sono quelle del calcio, con due squadre avversarie che si affondano su un terreno di gioco, con l’obiettivo ultimo di segnare nella porta avversaria e proteggere la propria. La particolarità risiede nel fatto che, al posto di calciatori fisici, ci troviamo alla guida di automobili dai contorni cartoneschi e futuristici, dotate di boost prestazioniali al passaggio in specifiche aree. Il connubio tra guida e calcio è realizzato attraverso l’enorme pallone che dovremmo cercare di controllare, tra ostacoli degli avversari e un controllo della sfera spesso difficoltoso. Il sistema di controllo permette acrobazie e giocate davvero spettacolari, per un prodotto che unisce immediatezza e profondità. Oltre ad una modalità in giocatore singolo, il titolo regala le maggiori soddisfazioni nel multiplayer online, dove quattro giocatori umani si possono sfidare a vicenda, per un’esperienza ancora più appagante e divertente.

La grafica di Rocket League: Collector's Edition si contraddistingue per uno stile colorato e futuristico, fatto di stadi enormi e macchine velocissime, che si scontrano sul terreno di gioco senza alcuna esitazione. I campi di gioco e le relative arene sono varie per effetti visivi e cromatici, con colori saturati e vividi. Il motore tecnico del team di sviluppo presenta una fluidità sempre impeccabile, per un’esperienza frenetica, fatta di salti sulle pareti e contatti contro le altre vetture, una sorta di autoscontro calcistico, folle e geniale. Le auto disponibili rimandano a quelle giocattolo, con livree personalizzabili ed elementi applicabili sul tettuccio e ai lati, con scie colorate e la possibilità di accelerare tramite boost prestazionali.

© Riproduzione riservata




Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon