Martin Scorsese non ama i cinefumetti

Cinema / News - 14 October 2019 15:00

The Irishman incontra Joker agli Oscar 2020.

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

The Irishman è tra i titoli attesi nella notte degli Oscar 2020. Martin Scorsese dirige Robert De Niro, Al Pacino e Joe Pesci in un monumentale gangster movie.


Scorsese, le sale cinematografiche come parchi di divertimento

Durante la conferenza stampa al BFI London Film Festival, Scorsese si è pronunciato criticamente contro i cinecomics, con l'Universo Cinematografico Marvel come l'equivalente di un parco giochi: “Le sale cinematografiche sono diventate parchi di divertimento – ha dichiarato il regista – Questo stato di cose va bene, a patto di non considerare il resto in questa prospettiva”. Scorsese ha aggiunto di ammirare il lavoro dei colleghi impegnati nei cinefumetti, tuttavia: “Non è il mio genere, semplicemente non lo è” secondo CNET.

A Empire Magazine, recentemente, Scorsese aveva acceso la polemica confessando di averci provato ad appassionarsi ai film sui supereroi senza fortuna: “Non è il cinema dell'esperienza emotiva e psicologica trasmessa da un essere umano all'altro”.

Oscar 2020, The Irishman vs Joker

Queste dichiarazioni intercettano il Joker di Todd Phillips, cinefumetto ibrido espressamente contaminato dai capolavori del regista di Taxi Driver, Quei bravi ragazzi e Re per una notte. Curiosamente, infatti, pare che la Warner Bros. avesse originariamente in mente di realizzare il film con Leonardo DiCaprio nei panni del protagonista e Scorsese dietro la cinepresa. Invece, DiCaprio era impegnato sul set di C'era una volta a... Hollywood, mentre Scorsese in quello di The Irishman. Difficile immaginare un destino dei rispettivi film diverso. Intanto sia The Irishman che Joker si scontreranno, entrambi candidati favoriti, agli Oscar 2020.

The Irishman uscirà nelle sale italiane il 27 novembre.


© Riproduzione riservata



Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon