Il pianeta delle scimmie - Revolution con Gary Oldman, il nuovo film tratto dal libro del 1963

Cinema / News - 03 February 2014 08:00

Gary Oldman è uno dei protagonisti di "Il pianeta delle scimmie - Revolution", film che ripropone la vicenda narrata nel romanzo di Pierre Boulle

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Il pianeta delle scimmie - Revolution ("Dawn of the Planet of the Apes”) il film diretto da Matt Reeves che uscirà nelle sale italiane il 31 luglio 2014. Il cast è composto da Andy Serkis, Gary Oldman, Jason Clarke e Keri Russelv.

La trama del libro. Nel libro originale del 1963 di Pierre Boulle i protagonisti sono Jinn e Phyllis, una giovane coppia di turisti che viaggiano in una navicella spaziale scoprendo un manoscritto chiuso in una bottiglia. La storia raccontata è quella avvenuta nell'anno 2500 quando il professor Antelle organizzò una spedizione per esplorare la stella supergigante Betelgeuse. Lui salì sulla nave con il discepolo Arthur Levain e il giornalista Ulisse 2 Grouper, con uno scimpanzé di nome Ettore e molte piante e animali per la ricerca scientifica nello spazio. Trovano quattro pianeti in orbita attorno alla stella, di cui uno sembra essere come la Terra. I tre sorvolano la città, le strade, i campi prima di approdare in una foresta. Il luogo ha un clima somigliante con la Terra, e lentamente scoprono che è abitato da scimmie ragionevoli e intelligenti. Ma gli esperimenti che le scimmie seguono avranno anche loro come cavie.

Articolo su Jupiter Ascending

Il libro era direttamente ispirato alle teorie di Charles Darwin , e ai romanzi “Regno di gorilla” di Lyon Sprague de Camp nel 1941. "Sappiamo che le specie probabilmente avevano tutte un ceppo comune - riferisce il secondo capitolo - scimmie e uomini sono di diversi rami che si sono evoluti ad un certo punto in direzioni diverse: i primi sono evoluti, i secondi rimasti allo stato animale”

Il film del 1963. La  pellicola originale del 1963 di Franklin J. Schaffner è quella che è maggiormente rimasta nell’immaginario collettivo, incassando 32.589.624 di dollari. Il film ebbe vari sequel: “L'altra faccia del pianeta delle scimmie” (“Beneath the Planet of the Apes”, 1970), “Fuga dal pianeta delle scimmie” (“Escape from the Planet of the Apes”, 1971)  fino al remake “Il pianeta delle scimmie” (”Planet of the Apes”, 2001) di Tim Burton.

Film del 2011. La pellicola del 2011, “L'alba del pianeta delle scimmie” (“Rise of the Planet of the Apes”) di Rupert Wyatt ha ottenuto ottimo successo di critica e pubblico, incassando 481.800.873 dollari. È infatti riuscito a creare una commistione tra aspetto umano della vicenda, con la scimmia reclusa nella sua gabbia non solo fisica ma anche di preconcetti, e l’avidità dell’uomo che ha il solo obiettivo d eseguire esperimenti scientifici.

Articolo su Maleficent

La trama del nuovo film. Nel film di Matt Reeves invece seguiamo la storia otto anni dopo quegli eventi, con una nazione dove il numero delle scimmie sta aumentando, come esseri geneticamente evoluti guidati dallo scimpanz  Cesar. La pace che s’instaura è di breve periodo, poiché la guerra delle due fazioni è imminente e solo tramite una lotta emergerà quale specie debba dominare il pianeta.
Anche in questo caso, come per pellicole come “Godzilla” è una presenza ulteriore che minaccia la realtà, quasi non ci fosse possibilità di redenzione all'interno della società attuale se non passando per un meccanismo di lotta furiosa. “World War Z” con Brad Pitt mostrava lo stesso senso di minaccia: gli erano gli zombie che insediavano l’umanità, qui delle scimmie che però rivelano una coscienza forse equiparabile a quella umana.

© Riproduzione riservata



Focus
img-news.png

Libri e romanzi da leggere

Libri e romanzi da leggere: interviste, news, gallery, recensioni sui libri thriller, mistery, romantici, biograficiLeggi tutto

Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon