Fumetto Batman: uomo pipistrello, giustiziere della notte e cavaliere oscuro DC Comics

Comics / News - 23 January 2014 16:00

Il mitico personaggio, ideato da Bob Kane e da Bill Finger, continua a mietere successi e simpatie, nonostante il suo esordio risalga al 1939. Giustiziere alato contro il crimine, la sua vocazione a l

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Il debutto. Chi non conosce Batman, il famosissimo uomo pipistrello, signore della notte con il suo travestimento alato ed indomito giustiziere la cui opera è rivolta a sconfiggere violenze e soprusi? Il fascino del personaggio resiste negli anni, nonostante l'esordio del cosiddetto cavaliere oscuro risalga al 1939, anno in cui fece la prima comparsa nel numero ventisette del magazine “Detective Comics”. Allora non si poteva prevedere che Batman avrebbe avuto un successo di pubblico talmente strepitoso da essere secondo solo a Superman nella lista dei cento  maggiori eroi della storia dei fumetti.

Articolo su Wonder Woman

Gli autori. Bob Kane, per ideare l'uomo pipistrello, si risolse a fondere in un solo personaggio tante fonti ed icone vincenti negli anni Trenta, al cinema e sulle riviste pulp. Coadiuvato da Bill Finger, cui si deve un importante apporto nello sviluppo di Batman e del suo armamentario, nonché l'idea di affiancargli il fidato Robin, Kane mescolò diverse suggestioni per delineare i tratti salienti del cavaliere oscuro: l'ingegno di Leonardo Da Vinci nel pensare ad un uomo volante, visioni tratte sia dal film del 1920 “Il segno di Zorro” sia dall'horror “The Bat” del 1926, idee derivanti dalla lettura di “Black Book Detective” e di  “The Shadow”, spunti provenienti dalla conoscenza delle avventure di Wesley Dodds.

La storia. Batman, presentato anche coll'appellativo d' Ala d'Acciaio, è la maschera dietro alla quale si cela un uomo ricco e potente, il miliardario di Gotham City Bruce Wayne, rimasto traumatizzato da bambino per aver assistito impotente all'assassinio dei suoi genitori una sera in cui si era recato a teatro con loro. Il dolore per Bruce, che al tempo del delitto aveva otto anni, è stato talmente devastante da spingerlo ad allenamenti estremi a livello fisico e mentale per migliorarsi e divenire un fortissimo paladino del bene, capace di sconfiggere le iniquità con multiforme intelligenza. Indossato un costume equipaggiato di mantello e cappuccio per intimorire gli avversari, il semplice uomo si tramuta in eroe pronto a tutto pur di consegnare i  delinquenti alla polizia. Recita in un  celebre balloon: “I criminali sono codardi e superstiziosi. Il mio travestimento dovrà infondere terrore nei loro cuori. Dovrò essere una creatura della notte, nera, terribile…”

Articolo sul fumetto ai tempi del Fascismo

Il personaggio. Batman, alter ego del filantropo Bruce Wayne, uomo d'affari che adotta come figlio l'adolescente Robin, suo assistente nella lotta alla malvagità, non possiede superpoteri, ma, oltre a confidare in una straordinaria preparazione spirituale, psicologica ed atletica, dispone  di tecnologie avanzatissime unite ad un'infinità di gadget e mezzi di trasporto, fra cui quelli che utilizza più comunemente sono la Batmobile ed il Batwing. La sua armatura standard lo protegge da armi da fuoco, esplosioni, impatti fisici, cadute, alte temperature e scariche elettriche.

Supereroe Comics. Bruce Wayne si situa all'apice della capacità umane in molti campi, ad esempio nelle arti marziali, dove è un maestro in grado di bloccare, paralizzare, ridurre KO e persino uccidere con un unico tocco. È inoltre esperto d'escapologia (sa liberarsi da costrizioni fisiche quali camicie di forza, bauli, gabbie, e da impedimenti ambientali tipo celle, stanze cieche e simili). Tutti vorremmo avere al nostro fianco un amico così eccezionale!
 
Articolo sul fumetto “The Walking Dead”

© Riproduzione riservata



Focus
img-news.png

Batman

Batman Movie, con Robert PattinsonLeggi tutto

Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon