Call of Duty Black Ops III videogame per PS4 e Xbox One: la grafica dello sparatutto futuristico

Games / News - 12 November 2015 14:00

Call of Duty Black Ops III rinnova la serie grazie a un gameplay ancora più dinamico e una riproduzione grafica all'avanguardia. Le modalità di gioco, tra storia, zombi e multiplayer off

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Call of Duty Black Ops III grafica, uno dei giochi più attesi dell’anno è il ritorno di Treyarch nella serie Activision, con un capitolo che riprende temi, impianti, e missioni operative segrete tipiche di Black Ops. Se i primi due capitoli ruotavano attorno al presente e al passato, con intrecci fantasiosi e dal forte impatto narrativo ed emotivo, in questa terza apparizione il futuro torna ad essere il terreno di scontro, come successo lo scorso anno con Advanced Warfare. La libertà concessa dal punto di vista del gameplay e dagli innesti fisici e neurali permette enormi sperimentazioni anche in campo grafico, con armamenti dal design futuristico e fantasiose abilità.

Storia, Call of Duty Black Ops III ci conduce nel 2065, dopo le vicende di Menendez che hanno portato il mondo ad essere nuovamente diviso in due blocchi. La sperimentazione di questo nuovo capitolo risiede nella novità di una campagna a quattro giocatori, che possono interagire e aiutarsi attraverso le missioni di gioco, in qualsiasi occasione. L’impatto all’interno dello scenario aumenta sensibilmente divertimento e spettacolarità, con una riproduzione visiva sempre definita e fluida anche nei momenti di maggior concitazione. Il lavoro svolto comprende un sistema di illuminazione perfettamente riuscito, in special modo nei giochi di luce, e nelle abilità dei personaggi, futuristiche e curate in ogni dettaglio. I personaggi scelti possono inoltre essere modificati anche dal punto di vista estetico, una novità che rende la campagna più varia e ampia rispetto al passato. I filmati di intermezzo, e le scene tra un capitolo e un altro, sono registicamente e graficamente eccellenti, per un risultato finale molto cinematografico.

Zombi, se la storia principale di Call of Duty Black Ops III rappresenta un passo in avanti per la serie, grazie ad una modalità cooperativa a quattro giocatori, la già apprezzata modalità zombi torna dotata di nuove caratteristiche di gioco. Il gameplay rinnovato che comprende ora jetpack e corsa sui muri, oltre a specifiche abilità, rende l’azione estremamente dinamica e divertente, soprattutto se condivisa con altri giocatori online. Oltre alla classica modalità zombi avremo anche la possibilità di riaffrontare la storia principale con la presenza dei non umani al posto dei classici avversari, per un’esperienza nuova sia dal punto di vista tecnico che grafico.

Multiplayer, il brand Activison ha negli ultimi anni monopolizato le classifiche italiane ed estere, grazie soprattuto ad una componente online ricca di modalità e frequentata da giocatori professionisti ed occasionali. Call of Duty Black Ops III riscrive mappe e ritmo, strutturando l’intera esperienza attorno alle nuove caratteristiche del gameplay. La corsa sui muri, e le schivate e salti tramite jetpack, rendono l’azione veloce e frenetica, con arene di gioco ampie e varie dal punto di vista grafico. La resa tecnica del titolo online è assolutamente ottima, in special modo per ciò che riguarda la componente di personalizzazione. Già dai menù il lavoro di cura è evidente, con le varie classi che dispongono di grafiche specifiche, oltre ad armi e abilità speciali. Ogni personaggio scelto può essere modificato a nostro piacimento, in qualsiasi componente estetica, dal casco ai guanti, dalla corazza alle armi. La mole di contenuti del nuovo Call of Duty Blck Ops III, sia in modalità giocatore singolo che online, restituisce così un senso di completezza e solidità enorme, per un prodotto finale estremamente rifinito.

© Riproduzione riservata



Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon