Books of Magic la nuova serie della Vertigo Comics

Comics / News - 28 May 2020 16:00

Il nuovo numero di Books of Magic è uscito in America lo scorso 26 maggio

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Books of Magic della Vertigo Comics

Books of Magic è una pubblicazione regolare della Vertigo Comics, divisione della casa editrice DC Comics. Questo fumetto inizialmente era stato pubblicato come miniserie scritta da Neil Gaiman. Poi, grazie al successo ricevuto in America, la casa editrice ha deciso di continuare la pubblicazione. Dal 2018 viene stampata regolarmente una nuova versione scritta e disegnata da Kat Howard e Tom Fowler. Questa nuova serie è ispirata in tutto e per tutto all’opera di Gaiman. L’ultimo numero in ordine di tempo è il numero 19 uscito lo scorso 26 maggio.


Book of Magic

La trama

Il protagonista di questa nuova serie è Timothy Hunter. Il giovane si sente impacciato e per ora avere dei poteri magici gli ha creato molti più problemi di quelli che pensava di risolvere. Il suo destino è quello di diventare il mago più potente del mondo, ma vorrebbe solo usare la magia per poter passare gli esami o far cessare gli episodi di bullismo verso di lui. Inoltre, mentre cerca di vivere la sua vita qualcuno cercherà di ucciderlo, per paura che un giorno possa diventare un mago troppo potente e spietato. In suo aiuta arriva una nuova professoressa che è molto più di quello che vuole far credere, lo aiuterà a comprendere i libri di magia.



La storia della serie

La prima miniserie scritta da Neil Gaiman era divisa in quattro volumi, ognuno dei quali illustrato da un artista diverso. Il primo “The Invisible Labyrinth” è stato disegnato da John Bolton, il secondo “The Shadow World” è stato illustrato da Scott Hampton, il terzo “The Land of Summer’s Twilight” è di Charles Vess, mentre il quarto “The Road to Nowhere” vede i disegni di Paul Johnson. Ovviamente le analogie con il mago arrivato successivamente e molto più famoso di Timothy sono davvero tante, ma è stato lo stesso Neil Gaiman che ha detto che le somiglianze con Harry Potter sono solo marginali.


© Riproduzione riservata



Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon