American Life - L'Odissea Americana Di Sam Mendes

Cinema / News - 17 December 2010 13:44

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Burt (John Krasinski) e Verona (Maya Rudolph), una coppia di trentenni all'ultima spiaggia che aspettano un bambino. Lei pittrice e illustratrice a tempo perso, lui saltuario (e stralunato) procacciatore di titoli assicurativi, decidono che è il momento di far visita ai genitori di Burt, in Colorado, per renderli pienamente partecipi del lieto evento che di lì a 3 mesi li renderà nonni. Ma al loro arrivo, li accoglierà una notizia sconvolgente e tutt'altro che sperata: gli stravaganti genitori di Burt infatti hanno deciso di trasferirsi in Belgio, fregandosene bellamente della mazzata inferta ai due colombi. A questo punto, viene a cadere l'unica ragione per cui avevano deciso di stabilirsi lì. Dove e vicino a chi dovranno mettere su casa per crescere il bambino in arrivo? Inizieranno così un viaggio che li porterà a far visita a vecchi amici e familiari, in città diverse, per valutare le possibili opzioni.

Al suo quinto film, il regista britannico Sam Mendes riesce a dare vita ad una pellicola piacevole e divertente, con spunti di riflessione interessanti che spaziano dal tema familiare alla ricerca della casa, nel senso più ampio del termine. Dopo il sogno frantumato della periferia americana di "Revolutionary Road" (2008), Mendes ci fa mettere in cammino dal Colorado all'Arizona, dal Canada fino a Miami, affrontando con leggerezza un tema importante e decisivo come la ricerca della felicità. "American Life" è caratterizzato da storia infondo molto semplice, firmato da una coppia di scrittori trendy come Dave Eggers e Vendela Vida: Burt e Verona sono una coppia fortemente legata, nessuna inibizione sessuale e, anche se lei non ritiene necessaria la formalizzazione del matrimonio, vivono serenamente le piccole difficoltà quotidiane. Entrambi vorrebbero dare al figlio che sta per nascere l'ambiente migliore per crescere, e lo vanno a cercare ("Away We Go" è il titolo originale, come sempre stravolto in Italia) da chi prima di loro ha vissuto la stessa esperienza.

Frank e April Wheeler - i precedenti protagonisti de 'Revolutionary Road' - sembrano essere ancora vivi per Mendes: feticci attualizzati pronti a prendere di mira i comportamenti contraddittori della nostra società. Genitori che considerano i figli come dei pupazzi senza sentimenti, oppure ferventi devoti di filosofie new-age tanto appaganti quanto evanescenti, vengono messi a nudo e derisi di gusto. In questo "on the road movie", dove per la prossima generazione sembra non esserci speranza, i due protagonisti approdano infine a un porto che non sappiamo quanto sarà sicuro. A noi spettatori viene lasciata però la certezza che si possa cercare, nonostante tutto, di restare una coppia nel senso pieno del termine, apprendendo il difficile mestiere di essere genitori, con tutte le responsabilità che comporta. Sbagliando anche, ma con la consapevolezza che i figli non sono una proprietà ma un'opportunità.

Un film sul desiderio di famiglia, di pace, di serenità. Un'esplorazione imprevedibile del presente, condotta con ironia, alla ricerca di un "luogo" dove potersi riconoscere, dove poter essere felici. Una piacevole soluzione alternativa per chi volesse evadere dall'invadenza del "cine-panettone".

Un film di: Sam Mendes. Con: John Krasinski, Maya Rudolph, Carmen Ejogo, Catherine O'Hara, Jeff Daniels. Sceneggiatura: Dave Eggers, Vendela Vida. Titolo originale: "Away We Go". Genere: Commedia. Durata: 98 min. Paese:USA, Gran Bretagna - 2009. Distribuzione: Bim. Uscita: 17 Dicembre 2010.

© Riproduzione riservata



Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon