A cosa stanno lavorando i grandi? Robert Redford

Cinema / News - 14 May 2011 06:00

Tutte le news su Robert Redford dall'atteso The conspirator alle sue battaglie per la difesa dell'ambiente

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

A quanto pare, l'affascinante e talentuoso Robert Redford, oltre che di cinema, si interessa anche di ambiente. Il mese scorso ha infatti acquistato un'intera pagina del New York Times e pubblicato un articolo sull'Huffington Post per contestare il progetto di una gigantesca miniera per lo sfruttamento di giacimenti di oro e rame nella zona della Baia di Bristol, in Alaska. A detta dell'attore/regista, la sua realizzazione rischierebbe di alterare un ambiente incontaminato in cui ogni anno tornano a riprodursi milioni di salmoni rossi, procurando così un vero e proprio disastro ambientale. 

Sul versante regia, invece, uscirà il 22 giugno il suo prossimo film, intitolato The conspirator, affascinante dramma processuale, come dichiara la sinossi ufficiale dello stesso, con elementi di azione e thriller. Nel film, opera in costume ambientata all'epoca della guerra civile, il regista rileggerà la congiura dell'assassinio del Presidente Lincoln. Sullo sfondo di un'inquieta Washington, il ventottenne Fredrick Aiken, valoroso soldato divenuto avvocato interpretato da James McAvoy, accetta la difesa di Mary Surratt, interpretata da Robin Wright, unica donna ad essere accusata di aver cospirato per uccidere il Presidente Lincoln, il Vice presidente e il Segretario di Stato. Oltre agli attori già nominati, l'eccellente cast comprende anche nomi come Kevin Kline, Evan Rachel Wood, Justin Long e Danny Houston. Negli USA il film è uscito a metà aprile incassando solo 10 milioni di dollari, dopo esserne costato 25, ma è possibile che segua la scia del precedente Leoni per agnelli (2007), snobbato in patria ma vincente in Italia.

Per quanto riguarda invece la sua carriera d'attore, pare che il regista Nicolas Vanier l'abbia contattato per coinvolgerlo nel suo film, che sarà intitolato Gold in The Snow, in cui dovrebbe interpretare un ricercatore d'oro nell'Alaska del 1897. Come sostenuto dal regista, in una lettera avrebbe tentato di convincere l'attore sostenendo di essere rimasto sconvolto dalla sua intepretazione in Corvo Rosso Non Avrai Il Mio Scalpo. Le riprese del film dureranno un intero anno per consentire alla troupe di fotografare la regione dello Yukon nel passare delle stagioni.

Altro progetto che forse lo vedrà davanti alla macchina da presa è quello dedicato al manager dei Brooklyn Dodgers, Branch Rickey, che sul finire degli anni '40 scoprì Jackie Robinson, un talento del baseball. Sembra che Redford attendesse da tempo questo ruolo e pare che il film stia finalmente per concretizzarsi con la sceneggiatura e la regia di Brian Helgeland

 

© Riproduzione riservata





Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Advertisement " >