Marco Malvaldi: in libreria il delitto è servito

Comics / News - 28 February 2011 12:30

L'Odore di chiuso, romanzo in classifica di Marco Malvaldi conferma l'autore come il nuovo giallista italiano

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Con Odore di chiuso (2011) questa volta Marco Malvaldi ci consegna il ritratto di un italiano memorabile, Pellegrino Artusi, il grande gastronomo che con la sua Scienza in cucina e l’arte di mangiar bene (1881) dette dignità alle pietanze di tutti i giorni, in un giallo di impianto classico.

Il romanzo di Malvaldi è ambientato nel 1895, nella Maremma toscana. Nel  castello del barone Romualdo avviene un delitto: il maggiordomo è stato avvelenato e dopo poco viene ferito il barone. In un intreccio di vicende familiari e di personaggi, Artusi abbandona momentaneamete i panni dello chef per indossare quelli di investigatore. E sarà proprio Pellegrino Artusi a dare le giuste indicazioni alla polizia per aiutare a risolvere l’intrigato caso.

E' con questo libro che Marco Malvaldi decide di lasciare il bancone del BarLume, l'allegra combriccola dei suoi attempati compari-detective, protagonisti dei suoi romanzi precedenti, per addentrarsi nella vicende più intrigate di una famiglia aristocratica che non ama far nulla.

Con la trilogia dei suoi primi romanzi, La briscola a cinque (2007) , Il gioco delle tre carte (2008) e Il re dei giochi (2010), come un piccolo Camilleri della Toscana, Malvaldi dà il via ad una serie di romanzi gialli, con  personaggi caratterizzati, ormai familiari, e la struttura della storia che si ripete.
Ciò che accomuna tutti e tre i romanzi è sicuramente l'ambientazione. Le vicende si sviluppano in un microcosmo dove i fatti vengono dopo le persone, dove i tremendi vecchi che si aggirano attorno al BarLume formano un ecosistema irresistibile che vive di vita propria.

Con Odore di chiuso Malvaldi abbandona momentaneamente i personaggi conosciuti dal lettore per presentarne dei nuovi, tutti attentamente e ugualmente indagati e analizzati e, un po’, anche canzonati e derisi. Come nei precedenti romanzi, l'autore conferma le sue capacità di narratore ironico e scanzonato, in grado di adattare anche al giallo più tradizionale le inflessioni tipiche della commedia. All’alternarsi di caustici botta e risposta e dialoghi dal tono austero si aggiungono le “intrusioni” dell’io narrante, che più volte nel corso della narrazione ammicca al lettore con simpatica insolenza. La stessa d’altronde a cui l’autore ci ha finora abituati.

© Riproduzione riservata



Focus
img-news.png

Libri e romanzi da leggere

Libri e romanzi da leggere: interviste, news, gallery, recensioni sui libri thriller, mistery, romantici, biograficiLeggi tutto



Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Advertisement " >