I giochi del PlayStation Now di marzo 2020

Games / Editoriali - 05 March 2020 14:00

Shadow of The Tomb Raider, Control e Wolfenstein 2

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Per gli abbonati al PlayStation Now il mese di marzo è un appuntamento importante, la migliore offerta per i titoli multipiattaforma dall’apertura del servizio, di streaming e download, del colosso nipponico. Il tris comprende l’aggiunta al catalogo di giochi tripla A recenti e apprezzati, quali Shadow of The Tomb Raider e Wolfenstein 2, insieme al sorprendente e candidato al gioco dello scorso anno Control.

Shadow of the Tomb Raider
Shadow of The Tomb Raider è la conclusione della trilogia che ha segnato il ritorno di Lara Croft, un reboot interessante dal punto di vista ludico e tecnico ma non altrettanto da quello narrativo. L’arco di crescita dell’avventurosa e iconica archeologa ha tratteggiato un primo capitolo tutto sommato riuscito, andando poi a perdersi in sceneggiature e trama banali e piatte. Shadow of The Tomb Raider ci proietta in Messico e Perù, sulle tracce di una città nascosta collegate alle ricerche del suo defunto padre. L’impatto visivo e scenico, con sequenze altamente cinematografiche, si mantiene sempre spettacolare, a discapito di una storia poco accattivante per dialoghi e plot narrativo. Dal punto di vista del gameplay il gioco è invece molto solido, con sezioni sandobx dove esplorare la mappa, raccogliere risorse e scoprire i misteri che popolano il mondo di gioco: bellissime in tal senso le tombe opzionali, qui molto più curate e profonde rispetto al passato.

Control è la nuova proprietà intellettuale di Remedy, compagnia capace di sfornare titoli dal forte marchio autoriale, tra cui il primo Max Payne e il cult Alan Wake. Il mondo sci-fi e paranormale attraverso cui si dipana ala storia permea ogni singolo elemento della produzione, con una storia dal fascino indiscutibile e una cura artistica notevole. Le armi e i poteri della protagonista configurano un gameplay da shooter in terza persona atipico, dove la progressione è ben scandita dai vari potenziamenti e l’intreccio narrativo guida il giocatore verso una delle opere più riuscite degli ultimi anni.

Wolfenstein 2: The New Colossus è la caccia definitiva ai nazisti, un FPS vecchia scuola che regala momenti di adrenalina ed esaltazione come pochi. Ritmo serrato, sparatorie veloci e frenetiche, tante armi e un tripudio di effetti e violenza virtuale, configurano il secondo capitolo della storica saga id Software come uno dei migliori sparatutto in prima persona della generazione. Seguito diretto del primo episodio, ci ritroviamo in un’America ormai sotto il giogo della forza nazista, con dialoghi e situazioni che ricordano da vicino alcune pellicole cinematografiche, in particolar modo Bastardi Senza Gloria.


© Riproduzione riservata



Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon