I giochi del PlayStation Now di dicembre 2020

Games / Editoriali - 13 December 2020 14:00

Horizon Zero Dawn Complete Edition, Darksiders 3 e The Surge 2

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

L’ultimo mese dell’anno propone sei titoli per gli abbonati a PlayStation Now, nonostante la ridondanza di due giochi già dati omaggio nei mesi precedenti, tra Now e Plus. Il genere action prende la scena nel mese di dicembre, nei meandri dei tripla A, mentre gli altri titoli più piccoli nascondono una carica ludica da non sottovalutare assolutamente.

Horizon 2 Forbidden West
Horizon Zero Dawn Complete Edition è l’edizione definitiva dell’ottimo action open world di Guerrilla Games, il primo gioco del talentuoso team olandese al di fuori della loro serie FPS Killzone. Il risultato è stato estremamente riuscito, con un comparto tecnico ancora oggi notevole, soprattutto su PS4 Pro, definito, pulitissimo e con una grande mole poligonale e di effettistica. L’unione di passato e futuro, tra dinosauri meccanizzati e tribù organizzate gerarchicamente, trova un setting da mondo post apocalittico, dove la natura e le macchine sono le padrone incontrastate della mappa di gioco. L’espansione, compresa nella Complete Edition, spinge i giocatori verso i nuovi lidi nevosi del Nord (in linea quindi con il periodo), con nuove macchine, abilità e linee narrative.

Darksiders 3 è il terzo titolo della serie hack’n slash di THQ: dopo l’elevata qualità dei primi due episodi, la serie si è ridimensionata in budget e struttura, diventando più semplice e con molti meno puzzle ambientali, che negli altri capitoli rappresentavano una grande fetta dell’esperienza. Qui li ritroviamo ridotti e più fruibili anche dall’utente medio, mentre il sistema di combattimento rimane profondamente action e con un feeling soddisfacente, nei panni della protagonista dai capelli color fuoco, Furia, impegnata a combattere i Sette Cavalieri dell’Apocalisse.

Wreckfest riprende le dinamiche da Destruction Derby, un gioco di guida caciarone, folle e dall’indole arcade, estremamente divertente e ritmato. Vincere le gare è solo un aspetto del gameplay, che basa molto della sua spettacolarità sugli scontri testa a testa con le altre macchine, grazie anche a un sistema fisico e di collisioni particolarmente interessante. La personalizzazione delle auto permette di potenziare le componenti meccaniche ed estetiche, ma soprattutto possiamo intervenire in termini di resistenza e robustezza, da sfruttare nella componente single player costruita attorno ad una Carriera interessante.

The Surge 2 è un buon souls like, un passo in avanti rispetto al primo capitolo, che proponeva un’affascinante indole futuristica e meccanizzata, ma con scenari sin troppo uguali tra loro e un level design non proprio felicissimo. The Surge 2 si presenta invece più vario e rifinito, senza esperienza e livelli, rimanendo legato al potenziamento di armi e armature, che permettono al giocatore di avanzare negli intricati e difficili (come da tradizione souls like) ambienti di gioco.

Stranded Deep ci butta in mezzo ad un’isola tropicale, disabitata e dove cacciare e trovare le risorse necessarie a sopravvivere, dopo essere scampati ad un terribile incidente aereo. Broforce è invece uno degli indie di riferimento, uscito nel 2016, e dotato di una carica ludica notevole, con livelli in pixel art totalmente distruttibili, da affrontare con decine di personaggi mutuati dal cinema americano.


© Riproduzione riservata



Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon