Hokuto Ga Gotoku, anteprima videogame per PS4: il gioco di Ken il Guerriero

Games / Editoriali - 01 March 2018 14:00

Hokuto Ga Gotoku è il videogioco di Kenshiro, dagli stessi sviluppatori della serie Yakuza

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Hokuto Ga Gotoku è il videogioco ufficiale di Ken il Guerriero, uno dei personaggi anime più amati durante gli anni Novanta in territorio italiano. Il fascino del personaggio, ancora forte in Oriente, ha portato SEGA ha sviluppare un videogame sulla sua figura, ricalcando modi e stili di gioco della serie Yakuza, punto di riferimento giapponese per gli action in una mappa open-world. Dopo alcuni titoli musou, basati su un gran numero di nemici e un gameplay basilare, Hokuto Ga Gotoku si candida come uno dei prodotti più interessanti e profondi legati a Kenshiro. L’uscita della demo sul PlayStation Store giapponese ha permesso di apprezzare le meccaniche e la struttura alla base del titolo, portandoci nell’universo del tie-in di Ken il Guerriero, saggiandone il sistema di combattimento e lo stile visivo.

Hokuto Ga Gotoku
La trama di Hokuto Ga Gotoku è del tutto originale rispetto alle vicende narrate nel manga, con la costruzione fittizia di una città, Eden, al cui interno sono disseminati i nemici e le missioni inerenti al gioco, nella tipica struttura della serie Yakuza. Le vicende narrate prevedono la comparsa e presenza dei tipici personaggi della saga, con la possibilità di assistere a nuovi sviluppi e new-entry, espandendo l’universo alla base del mondo di Kenshiro. Accanto alle missioni principali, il gioco ricalca la struttura di attività collaterali di Yakuza, con arene di combattimento, piccole mansioni di soccorso e aiuto, night club e altre opportunità di svago.

Il gameplay provato nella demo introduce il giocatore nel sistema di combattimento di Hokuto Ga Gotoku, diviso in attacchi potenti e veloci, oltre che alla schivata e alle finisher, attivabili premendo il tasto Cerchio, spettacolari mosse finali che riprendono il carnet di mosse segrete di Kenshiro. Il combat system si mantiene veloce e spettacolare, tra raffiche di pugni, parate e la carica di una barra che permette di riversare tutta la furia di Ken sui nemici, con l’immancabile strappo della giacca e quick time event che attivano colpi particolari e brutali. La progressione tra sgherri e boss da abbattere porta con sé nuove abilità e stili di combattimento, che modificano le possibilità di attacco e difesa del personaggio, configurando il prodotto come un ibrido tra action e gioco di ruolo.


La grafica di Hokuto Ga Gotoku riprende il motore di gioco degli ultimi Yakuza usciti, modificandone l’estetica per quanto riguarda lo stile visivo, con un utilizzo del cel-shading che disegna dei contorni cartoneschi e a matita, in linea con l’anime. Il lavoro di caratterizzazione ricalca in maniera estremamente fedele l’opera originale, con una riproduzione scrupolosa e precisa di ogni elemento di gioco, dalle fattezze dei personaggi al loro vestiario, insieme all’immaginario delineato e conosciuto nelle puntate dell’anime, salvo alcune libertà identificabili nella costruzione della città. 
Il gioco, in dirittura d’arrivo in Giappone, è atteso durante l’anno anche in Occidente, dopo l’enorme seguito ricevuto dopo l’annuncio ufficiale e considerando buoni risultati della serie Yakuza. Hokuto Ga Gotoku, tuttavia, non sarà, con molta probabilità, tradotto anche in lingua italiana, come purtroppo da tradizione per la serie action targata SEGA.

© Riproduzione riservata



Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon