Gran Turismo 7, anteprima videogame per PlayStation 5

Games / Editoriali - 17 September 2021 14:00

The Real Driving Simulator, una generazione dopo

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

L'attesa è stata lunga e ancora non è finita, ma la data di uscita del 4 marzo 2022 è un giorno di straordinaria importanza per tutti gli appassionati di Gran Turismo, una finestra di lancio a lungo bramata e che ora finalmente non sembra così lontana, dopo rinvii, speranze e teaser a presentare il gioco. Gran Turismo 7 si candida come la perfetta unione di passato e futuro, una tradizione che Polyphony Digital custodisce ancora gelosamente, un'enciclopedia virtuale dei motori e una maniacale cura nella realizzazione delle auto.

Gran Turismo 7
Sono trascorsi ben otto anni dall'ultimo capitolo ufficiale della serie di Gran Turismo: eravamo ancora nell'era PlayStation 3, giunta alla fine del suo ciclo vitale: una cornucopia di auto (oltre 700) e decine di tracciati, contenuti massicci che chiudevano un cerchio iniziato tanti anni prima; eppure il titolo sentiva il peso degli anni, con difetti storici e meccaniche ormai superate, incapace di rinnovarsi e portare avanti la serie. L'intero dinosauro produttivo, con tempi di sviluppo titanici e spesso mai conclusivi, sotto l'ala dello storico creatore Kazunori Yamauchi, declinò il futuro in GT Sport, totalmente proiettato sul multiplayer competitivo. La svolta portò un grande richiamo di giocatori per quanto riguarda gli eSport, con un multigiocatore ben realizzato e soddisfacente, mentre lasciò delusi milioni di fan della serie, privata ormai di una propria struttura singleplayer. Gran Turismo 7 richiama tutto ciò che è mancato nell'ultimo decennio e lo si evince già solamente dai menù, un tuffo nostalgico ai fasti del quarto episodio, con una mappa che ricorda i gestionali moderni, liste di auto usate e modifiche alle vetture che tanto erano mancate ai fan. Il primo impatto, con lo splendido stile visivo del gioco, lascia affascinati e meravigliati, un perfetto connubio di passato e moderno, un'unione che riaccende una passione che solo Gran Turismo riesce a risvegliare nel mondo PlayStation . Il team giapponese ha ormai raggiunto una cifra stilistica inarrivabile per quanto riguarda la realizzazione delle auto, per fotorealismo e palette cromatica: la bellezza delle vetture è al centro del Photo Mode, che ha preso una spazio decisamente ampio tra le offerte della serie, con decine di location, effetti grafici e filtri. La colonna sonora è un altro aspetto che, da GT Sport, ha donato al titolo un fascino quasi da museo dei motori, dove passeggiare virtualmente tra i menù e le auto, un gusto sottile e sofisticato che impreziosisce un prodotto dall'estetica ricercata.
Se dal punto di vista prettamente visivo Gran Turismo 7 lascia ben pochi dubbi, le perplessità rimangono sulle meccaniche di gioco, con difetti storici che dovranno essere valutati. Mentre per una simulazione dei danni la speranza rimane bassa, quello che ci si augura è un deciso balzo in avanti per quanto riguarda l'IA, troppo passiva e prevedibile, con dei trenini di macchine durante le gare, un problema che assume ancora maggiore rilievo se rapportato ai moderni racing game. Inoltre, vedendo l'enorme cura nella struttura singleplayer, il desiderio è che esista un sistema di qualifiche per le gare, evitando così la vecchia e superata rimonta del giocatore, che deve risalire dal fondo classifica nell'arco di pochi giri. Problemi che la saga si porta dietro da troppo tempo, quasi dalla nascita e che, se vuole poter primeggiare nel panorama del motorsport virtuale, deve necessariamente sistemare; in particolar modo quando l'attesa è stato così lunga e quando il sottotitolo porta ancora quello storico The Real Driving Simulator, che negli anni ha perso parte del suo smalto. Gran Turismo 7 uscirà non solamente su PlayStation 5, ma arriverà anche su PS4: al di là di un maggiore dettaglio ed effetti grafici sull'ammiraglia Sony, il titolo non potrà ovviamente sfruttare l'intero potenziale della nuova console, dato il fardello tecnologico della precedente generazione: l'impianto grafico, infatti, per quanto bello e curato non sembra essere quell'aria di next gen tanto attesa.

© Riproduzione riservata



Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon