X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Il giovane Montalbano, intervista a Katia Greco

08/03/2012 10:40
Il giovane Montalbano intervista Katia Greco

"Il giovane Montalbano": giovedý 8 marzo, in prima serata su Rai1. Mauxa ha intervistato Katia Greco.

Katia Greco">Il giovane Montalbano, intervista a Katia Greco - Classe 1985, Katia Greco è l'attrice messinese che interpreta Mery, la prima fidanzata del giovane Montalbano: una "bellezza raccolta, come segreta", così la descrive Andrea Camilleri nella Prima indagine di Montalbano (2004, edito da Mondadori). Giovanissima, debutta in televisione nel 2007 in Noi due (regia di Massimo Coglitore) e Il capo dei capi per regia di Enzo Monteleone e Alexis Sweet. L'anno successivo è sul set di R.I.S. 4 - Delitti imperfetti (regia di Pier Belloni) e Crimini bianchi (regia di Alberto Ferrari). Nel 2009 appare in Distretto di Polizia 9 diretto da Alberto Ferrari.
Parallelamente, lavora in teatro sotto la guida di Patrizia A. D. Tedesco e Camilla Cuparo rispettivamente in Ombre e penombre (2005) e La grande cena (2009).
Dopo Il giovane Montalbano, Katia Greco sarà nuovamente a teatro con lo spettacolo Ti sposo ma non troppo di Gabriele Pignotta

Aldo Grasso dalle pagine del "Corriere della Sera" si chiede: "Che senso ha il ringiovanimento, e questo procedere all'indietro?" e "Ma c'era bisogno di stendere su un lettino d'analisi il commissario?" (in "Montalbano giovane: era necessario?", articolo del 3 marzo). 
La prima fidanzata di Montalbano cosa ne pensa?

Katia Greco. Grasso fa il critico e dice quello che pensa, ha voce e possibilità di farlo. Magari ci sono altri che la pensano come lui, ma molti italiani che stanno seguendo con passione la serie credono il contrario. E' un prequel, come avviene anche nel cinema, non vedo cosa ci sia di così anomalo. L'importante è sempre fare dei lavori onesti.

Michele Riondino, compagno di lavoro.
K.G. La mia stima per Michele Riondino era già precedente, poi si è rafforzata ancora di più sul set, lavorando insieme. Vedendo le prime puntate ne ho avuto conferma. E' davvero un attore molto professionale, non ha mai fatto la prima donna e spesso mi ha anche aiutato a trovare soluzione per alcune scene .

Ha incontrato Andrea Camilleri sul set? Com'è "pirsonalmente di pirsona"?
K.G. Purtroppo no, non ho avuto questa fortuna. Altri miei colleghi della serie lo hanno incontrato, credo però sia andato pochissime volte sul set. Certo, se lo avessi incontrato dopo il primo momento di normale imbarazzo, credo avrei sorriso pensando all'imitazione che ne fa Fiorello. 

Laureata in scienze biologiche, di professione attrice.
K.G. La laurea era un percorso che volevo completare e così è stato, ottenendo il massimo dei voti. Mi appassiona molto la biologia e per questo avevo deciso di seguire questo iter universitario quando ancora vivevo a Messina e non sapevo se quello dell'attrice sarebbe potuto diventare il mio lavoro. Oggi invece ho maggiori certezze su questo.

"Ti sposo ma non troppo" di e con Gabriele Pignotta.
K.G. E' una commedia molto divertente dove interpreto una giovane donna che è stata lasciata dal suo uomo proprio sull'altare. La donna ha attacchi di panico ogni volta che sente la parola "matrimonio". Ho da poco finito di girare un videoclip della cantante Lavinia Desideri. Forse c'è anche un film per il cinema in arrivo, ma non dico nulla ancora.

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Carla Paulazzo
Home
 
Personaggi correlati
Katia Greco
Serie TV correlate
Il giovane Montalbano



 
Galleria fotografica
Da non perdere






Ultime news
Recensioni