X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Recensione film Posti in piedi in Paradiso, quando la crisi non fa commedia

02/03/2012 07:01
Recensione film Posti in piedi in Paradiso quando la crisi non fa commedia

La vicenda di tre sfortunati divorziati che nel 2012 in preda alla crisi lavorativa cercano di dividersi le spese dell’affitto e da qui si susseguono problematiche varie, con tanto di avvenente cardiologa Gloria che insinua l’imbranato protagonista Ulisse pare già vista.

La vicenda di tre sfortunati divorziati che nel 2012 in preda alla crisi lavorativa cercano di dividersi le spese dell’affitto e da qui si susseguono problematiche varie, con tanto di avvenente cardiologa Gloria che insinua l’imbranato protagonista Ulisse pare già vista.

Solo alcune mimiche sono degne del miglior Carlo Verdone">Carlo Verdone in Posti in piedi in Paradiso, come quella dell’attore che mangia un biscotto e mordendolo si fa male ed erompe in una faccia stralunata. Ma quando va a letto con Gloria e la doga si spezza, quando non si riesce a parlare al cellulare  e ci si mette in piedi sopra un tavolo per agganciare il segnale, si pensa al miglior Verdone della cinematografia passata e ovviamente il paragone è impari.

Neanche i problemi sociali riescono ad attirare l’attenzione dello spettatore, tanto sono distanti dalla quotidianità i lavori che i tre protagonisti praticano: critico cinematografico, discografico ed imprenditore riciclato in gigolo. Si tratta di un coté borghese che non appassiona e non suscita ilarità.

La sceneggiatura di Carlo Verdone">Carlo Verdone, Pasquale Plastino e Maruska Albertazzi si arrovella spesso su se stessa, senza mostrare uno sviluppo dei personaggi che non vada oltre il macchiettismo. Tutti e tre gli interpreti, Piefrancesco  Favino, Marco Giallini e lo stesso Verdone faticano a non sovrapporsi nelle battute: ognuno dei tre tentenna nel cercare di non togliere spazio all’altro.

Occorre tornare a C'era un cinese in coma per trovare cinismo e comicità che coniugano al meglio la briosità dell’attore romano, o a Perdiamoci di vista! (1994) per un’empatia tra i protagonisti. Occorre tornare a Viaggi di nozze  (1995) per trovare un’interprete femminile capace della stessa verve che manifestava allora Cinzia Mascoli: qui la si trova da un’impetuosa Micaela Ramazzotti, attrice per cui in questo film vale la pena rimanere con i posti in piedi.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
Personaggi correlati
Micaela Ramazzotti, Carlo Verdone
Libri correlati
La casa sopra i portici



 
Galleria fotografica
Articoli correlati

Non dirlo a mamma: il nuovo film di Cristina Comencini con Paola Cortellesi e Micaela Ramazzotti

Non dirlo a mamma. E’ un film commedia italiano del 2015, diretto da Cristina Comencini su sceneggiatura della stessa regista, che si è basata sulla sua commedia teatrale La scena. Il film, prodotto da Riccardo Tozzi, Marco Chimenz e Giovanni Stabilini con Cattleya e Rai Cinema, sarà distribuito nelle sale cinematografiche itali...

 

L'abbiamo fatta grossa: il nuovo film di Carlo Verdone con Antonio Albanese

L'abbiamo fatta grossa. E’ un film commedia italiano del 2015, diretto da Carlo Verdone su sceneggiatura dello stesso attore e regista romano in collaborazione con Pasquale Plastino e Massimo Gaudioso. La pellicola, prodotta da Aurelio e Luigi De Laurentiis e Filmauro, verrà distribuita nelle sale cinematografiche con etichetta Univers...

 

La villa di Alberto Sordi, un museo in omaggio all'amato artista parte della nostra storia

Villa Sordi, un museo aperto al pubblico. In occasione del suo compleanno - Alberto Sordi avrebbe infatti compiuto 95 anni oggi - Carlo Verdone e Dario Franceschini, Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, annunciano il progetto: trasformare la casa dell'artista in un museo aperto al pubblico. Fondazione Museo Alberto So...

 

La pazza gioia di Paolo Virzì: una storia di pazzia, libertà e amore con Valeria Bruni Tedeschi e Micaela Ramazzotti

La pazza gioia di Paolo Virzì. Fissato a Roma per lunedì 18 maggio il primo ciak del nuovo film, La pazza gioia, con protagoniste Valeria Bruni Tedeschi e Micaela Ramazzotti. Le riprese continueranno per otto settimane tra la capitale e la Toscana. Trama. Beatrice (Bruni Tedeschi) e Donatella (Ramazzotti) sono pazienti con problemi p...

 

Ho ucciso Napoleone, Micaela Ramazzotti glaciale manager in cerca di vendetta

Ho ucciso Napoleone film diretto da Giorgia Farina, scritto insieme a Federica Pontremoli; una produzione Bibi Film con Rai Cinema. Ho ucciso Napoleone trama. La vita perfetta di Anita, spietata dirigente di un’importante casa farmaceutica, nel giro di poche si sgretola inesorabilmente. Il medico le ha appena detto di essere al quarto mese...

 

Ho ucciso Napoleone, Micaela Ramazzotti nel nuovo film di Giorgia Farina

Ho ucciso Napoleone film commedia. Ho ucciso Napoleone è un film commedia italiano del 2015, diretto dalla giovane regista e sceneggiatrice italiana Giorgia Farina (1985), su una sua sceneggiatura. La pellicola è montata da Esmeralda Calabria mentre le musiche sono di Andrea Farri. "Ho ucciso Napoleone", prodotto da Bibi Film con Rai ...

 

Il nome del figlio recensione film, Alessandro Gassmann e Micaela Ramazzotti in una commedia frizzante tra le mura domestiche

Il nome del figlio film diretto da Francesca Archibugi (Questione di cuore) e sceneggiato insieme a Francesco Piccolo, tratto dalla pièce teatrale “Le prénom” di Alexandre De la Atellière e Matthieu Delaporte.  Il nome del figlio trama. La serata inizia come tante altre, una cena in casa di Betta, insegnante...

 

Micaela Ramazzotti in Il nome del figlio, prima commedia di Francesca Archibugi

Micaela Ramazzotti ultime news. Micaela Ramazzotti, moglie del regista Paolo Virzì  festeggia 35 anni proprio oggi, sabato 17 gennaio. Un compleanno speciale per una delle attrici più acclamate del panorama italiano, che sta iniziando il 2015 nel migliore dei modi, al cinema. Oltre al film “Il nome del figlio”, in usc...

 

Cannes 2014, Micaela Ramazzotti: attrice in Più buio di mezzanotte e autrice piccante per l'Archibugi

Più buio di mezzanotte è il film di Sebastiano Riso presentato al festival di Cannes, ne la Semaine de la critique. La protagonista femminile è Micaela Ramazzotti. La trama. La vicenda ruota attorno a Davide, ragazzo di quattordici anni che però nell’aspetto ha qualcosa di diverso dagli altri coetanei. Somiglia ad...

 

Festival di Cannes, Micaela Ramazzotti è Rita nel film scelto per la Semaine de la Critique

Festival di Cannes. L'annuale kermesse cinematografica, giunta alla sessantasettesima edizione, inserisce il film “Più buio di mezzanotte”, firmato alla regia da Sebastiano Riso ed onorato dalla partecipazione straordinaria dell'attrice Micaela Ramazzotti, nella lista delle opere selezionate per la Semaine de la Critique. Pi&ugr...

 
Da non perdere






Ultime news
Recensioni