X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Gossip e commenti Oscar 2012

27/02/2012 11:01
Gossip commenti Oscar 2012

Commenti e gossip sulla cerimonia più attesa nel mondo del cinema, gli Oscar 2012. I grandi assenti, i presenti, i vestiti…

Anche quest'anno si è conclusa la cerimonia più glamour e chiacchierata del mondo del cinema, gli Oscar cinematografici, e, come d'obbligo, fioriscono i commenti.

Tanto per cominciare, un apprezzamento: quello alla conduzione tradizionale ma frizzante del sempre verde comico Billy Crystal giunto ala sua nona presenza come conduttore sul palco del Kodak Theatre. Testimonianza questa che, talvolta, tornare alle origini giova. Spassosi sono stati i brevi filmati in cui l'attore parodiava i principali film in gara con i rispettivi interpreti o l'irriverente sottolineatura dell'età media dei candidati con evidente riferimento agli 82 anni del vincitore Christopher Plummer e agli 83 di Max Von Sydow.

Per quanto riguarda il red carpet, la celebre sfilata d'abiti cattura - critiche, non ci sono state grosse sorprese, solo qualche evidente errore. Tanto per cominciare la pochette rosa Big Babol della peraltro deliziosa Michelle Williams in abito rosso, o l'eccessivamente rigida acconciatura di Rooney Mara. Quest'ultima indossava anche un abito troppo chiaro per il suo incarnato, che sottolineava troppo la quasi totale assenza di seno. Sono state invece camuffate piuttosto bene le abbondanti curve di Octavia Spencer e Melissa McCarthy mentre non è stata sufficientemente esaltata dall'abito la bellezza di Berenice Bejo. Esageratamente ingombrante era poi il fiocco sulla spalla della simpatica Emma Stone e comunque fa spesso discutere una rossa vestita di rosso. Splendido l'abito in velluto blu dell'anziano Christopher Plummer e sempre perfettamente distinta ed elegante Meryl Streep. Molto elegante e valorizzante è parso anche l'abito di Jessica Chastain anche se un po’ appesantito dall'eccesso di decoro. Distinta come sempre Glenn Close nel suo completo giacca e gonna verde che poteva forse fare a meno della coda. A molti è parsa preoccupante l'evidente magrezza di Angelina Jolie, al limite dell'anoressia, con delle braccia e gambe (lasciate scoperte da un'esuberante spacco) praticamente inesistenti e che davano troppo risalto alla testa facendo di lei una caricatura tutta occhi e labbra.

Da un punto di vista di scelte e candidature è sembrata strana e ingiusta l'assenza di un film notevole come Drive e del suo interprete principale Ryan Gosling presente ultimamente in molti film degni di nota.

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Silvia Pompei
Home
 

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

A Ghost Story: i film sulla differenza tra ciò che siamo e ciò che percepiamo

A Ghost Story è il film drammatico e thriller di David Lowery che si preannuncia come uno dei più irrompenti dell’anno. Il motivo è la semplicità della trama che sfocia nella paura, perché vediamo solo in uomo avvolto da un lenzuolo che è il semplice fantasma. Così come gli spettri sono descri...

 

David di Donatello 2017, tutti i vincitori

I David di Donatello 2017 sono stati assegnati il 27 marzo presso Studi de Paolis a Roma. Il miglior film è “La pazza gioia” di Paolo Virzì (leggi l’intervista all'attore Bob Messini), prodotto da Marco Belardi per Lotus Production: il film ottiene anche il premio per la regia, per l’attrice protagonista a Val...

 

Recensione del film La tartaruga rossa

La tartaruga rossa (“La tortue rouge”) è il film d'animazione di Michael Dudok realizzato dallo Studio Ghibli. La sceneggiatura è di Michael Dudok de Wit, con adattamento di Pascale Ferran. Isao Takahata è il produttore esecutivo. Il film ripercorre la vita di un uomo, dal momento in cui giunge su un’isola co...

 

Film più visti della settimana: 'Power Rangers' è la novità al box office

Il box office dei film più visti negli Stati Uniti dal 24 al 26 marzo 2017 vede la conferma al primo posto de “La Bella e la bestia" (“Beauty and the Beast”, leggi l'intervista all'attrice): Bella s’innamora del principe deformato da un incantesimo, per poi salvarlo (316.952.887 di dollari). Al secondo posto entra &l...

 

Intervista all'attore Alexandre Nguyen: dal film 'Life' a 'Valerian e la città dei mille pianeti'

Life - Non oltrepassare il limite è il film di Daniel Espinosa con Jake Gyllenhaal, Rebecca Ferguson, Ryan Reynolds, Hiroyuki Sanada e Alexandre Nguyen. La trama segue l’equipaggio della Stazione Spaziale Internazionale che deve effettuare esperimenti su un campione giunto da una sonda proveniente da Marte. L'equipaggio ha il compito ...

 

The Sense of an Ending, la scoperta del passato nel film con Charlotte Rampling

The Sense of an Ending è il film di Ritesh Batra con Jim Broadbent, Charlotte Rampling, Harriet Walter. È uscito negli Stati Uniti il 10 marzo. La trama segue Tony Webster (Broadbent), che conduce una vita solitaria e tranquilla, fino a quando i segreti sepolti negli anni emergono. Deve così fronteggiare i ricordi del passato,...

 

Tutto per una ragazza, il libro di Nick Hornby da cui è tratto il film 'Slam'

Tutto per una ragazza (“Slam”) è il libro di Nick Hornby da cui è tratto il film “Slam - Tutto per una ragazza” ora nelle sale. È stato pubblicato nel 2007: il film è diretto da Andrea Molaioli, e ha nel cast Ludovico Tersigni, Barbara Ramella, Jasmine Trinca e Luca Marinelli. Nel romanzo il prot...

 

Il mostro della laguna nera, costruendo lo Universal Monsters Cinematic Universe

“Il mostro della laguna nera” farà parte della Universal Monsters, l’imponente saga con cui la Universal punta a rilanciare la sua collezione di creature dell’horror “vintage”. Le informazioni su questo reboot per ora scarseggiano; un paio di anni fa si vociferava che Scarlett Johansson fosse stata contatt...

 

Non è un paese per giovani, il film sull'esodo di una giovane generazione

Non è un paese per giovani è il film di Giovanni Veronesi nelle sale, con Filippo Scicchitano, Sergio Rubini, Giovanni Anzaldo, Sara Serraiocco e Nino Frassica. La storia è quella di Sandro, ventenne timido il cui desidero è diventare scrittore. L’amico Luciano è invece estroverso, anche se conserva un mist...

 

Atlanta Film Festival, cultura e cinema nel sud degli Stati Uniti

L’Atlanta Film Festival è il più importante della Georgia, e uno dei maggiori degli Stati Uniti. Comincia oggi e si protrae fino al 2 aprile: tra i film in concorso ci sono “Born River Bye” di Tim Hall, “The Boss Baby” di Tom McGrath, “Cherry Pop” di Assaad Yacoub, “In the Radiant City&r...

 
Da non perdere

Ultime news
Recensioni