X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Recensione Carnage, senza diritti umani

17/09/2011 11:36
Recensione Carnage senza diritti umani

Torna Roman Polanski, pił feroce che mai

Roman Polanski torna al cinema dopo L'uomo nell'ombra (The Ghost Writer, 2010), vicende giudiziarie intricate che lasciano un velo di soggettivismo nel film. La vicenda è quello di due ragazzini che fanno a pugni in un parco cittadino. La madre della vittima – Penelope - vorrebbe risolvere il problema in maniera civile ma lentamente emergono ataviche invidie nelle loro decisioni, finché ognuno si rivela per la propria natura.

Nel cinismo di Nancy Cowan (una veemente Kate Winslet) che urla : “Io sono felice che nostro figlio abbia pestato a sangue vostro figlio, e i mi ci pulisco il culo con i vostri diritti umani”, quanto c'è del personale rancore di Polanski verso gli accadimenti che lo vedono coinvolto? Nella difesa del massacro come vendetta, quanto si rievoca della vicenda della moglie Sharon Tate uccisa il 9 agosto dalla setta di Charles Manson e in stato di gravidanza?

Nello stesso 1971 il regista diresse Macbeth, pregno di sangue e rancori, certamente la trasposizione più cruda della tragedia shakesperiana. Anche in quel caso era arduo non vedere nell'agitarsi degli odii dei protagonisti il risvolto dei fatti tragici che coinvolsero il regista. A rivelarlo fu Pauline Kael che trovò che l'assassinio di Lady Macbeth rievocasse in qualche modo quello di Sharon Tate.

Polanski è l'unico regista che riesce a rappresentare il cinismo umano, che risiede in ognuno, in vicende simboliche e coinvolgenti, senza cadere nel personalismo. Vicende che a ben guardare hanno la forza dell'allegoria.

Vendette sopite che emergono in una stanza, i protagonisti che vomitano accuse l'uno contro gli altri fino alla carneficina: il tutto vivificato da una trama solida, tratta dalla piece Il dio della carneficina (Le Dieu du carnage, 2007) di Yasmina Reza. È impossibile restare indifferenti di fronte a questo pamphlet, sopratutto se reso potente dall'interpretazione di Jodie Foster, John C. Reilly e Christoph Waltz

 
© Riproduzione riservata
Home
 
Personaggi correlati
Roman Polanski, Jodie Foster
Film correlati
Carnage
Libri correlati
Il dio del massacro



Articoli correlati

What We Do in the Shadows, i vampiri tutti da ridere vengono dalla Nuova Zelanda

What We Do in the Shadows horror di Jemaine Clement e Taika Waititi. Quello dei vampiri è un affascinante mondo che il cinema saccheggia a piene mani sin dai suoi albori, e che soprattutto ciclicamente torna a riscuotere l’interesse del pubblico, vedi i casi della saga romantica di “Twilight” e del televisivo “True Bl...

 

George Clooney, matrimonio veneziano e ritorno sul set per Jodie Foster e i fratelli Coen

George Clooney matrimonio. Dopo Brad Pitt e Angelina Jolie, anche George Clooney decide di ufficializzare l'unione con Amal Alamuddin. Incerta la data del matrimonio prevista alla fine di settembre a Venezia con Walter Veltroni a celebrare il rito. George Clooney news. Clooney è tornato sul set di Tomorrowland, sci-fi targato Walt Disney e ...

 

The Strain, nuova serie tv horror di Guillermo del Toro

The Strain Il 13 luglio 2014 è finalmente andata in onda sul canale FX la premiere di “The Strain”, la serie tv horror creata da Guillermo del Toro e Chuck Hogan, rifiutata già nel 2006 dal canale Fox che avrebbe preferito trasformarla in una comedy. Il telefilm è un fedele adattamento dei tre libri comics, scritti ...

 

Rosemary's Baby: il film cult di Roman Polanski diventa una serie tv

Serie tv Rosemary’s Baby. Il giorno della festa della mamma uscirà negli Usa la serie tv Rosemary’s Baby, opera tratta dal capolavoro di Roman Polanski (a sua volta ispiratosi all’omonimo romanzo di Ira Levin) in cui la bellissima Mia Farrow si ritrova a vivere una delle maternità più nera e sofferte della sto...

 

Roman Polanski, Frantic: il film thriller con Harrison Ford e Emmanuelle Seigner

Frantic è il film thriller di Roman Polanski che uscì nelle sale il 26 febbraio 1988. Il cast era composto da Harrison Ford, Emmanuelle Seigner, Betty Buckley e John Mahoney. La trama di Frantic. Il plot di “Frantic” ruota attorno al Dr. Richard Walker, chirurgo in visita a Parigi con la moglie Sondra per una confere...

 

Roman Polanski, forse solo un romanzo fiume potrebbe narrare le sue prime 80 candeline

Roman Polanski ha festeggiato ieri gli ottant'anni. Una vita inquieta ed originale la sua, segnata da luci ed ombre e contraddistinta da una creatività tanto orginale quanto immaginosa. Il suo film “Venere in pelliccia” ha recentemente preso parte al  Festival di Cannes. Interpretato dalla sua terza moglie, Emmanuelle Seigne...

 

Venus in Fur, Roman Polanski torna a dirigere Emmanuelle Seigner

Dopo Frantic (1988), Luna di Fiele (1992) e La nona porta (1999), Roman Polanski torna a dirigere la moglie Emmanuelle Seigner in Venus in Fur (2013). Tratta dall'acclamata commedia teatrale - Off Broadway, ispirata a sua volta dal celebre romanzo ottocentesco - scritta da David Ives e diretta da Walter Bobbie (Chicago), la pellicola è incen...

 

Jodie Foster, la protagonista dei Golden Globes in Elysium: sci-fi accanto a Matt Damon

Durante la notte dei Golden Globes al Beverly Hilton Hotel, il momento più toccante (e onesto) è arrivato con Jodie Foster, quando sale sul palco per ritirare il premio alla carriera Cecil B. DeMille. Lei che ha debuttato nel mondo dello spettacolo a tre anni, ora è una brillante cinquantenne, capace di ispirare i colleghi. Ne...

 

Courmayeur, da Tim Burton a Roman Polanski: gli umori del noir

Il Courmayeur Noir in Festival (10 - 16 dicembre) ha inaugurato la 22esima edizione con l'anteprima di Hitchcock per la regia di Sacha Gervasi, biopic concentrato sul rapporto del regista con la moglie Alma Reville durante la lavorazione di Psycho, con Anthony Hopkins, Helen Mirren e Scarlett Johansson. Dieci noir tra thiller, horror e b...

 

Cosa aspettarsi quando si aspetta - La gravidanza nel cinema

Arriva il 7 settembre la commedia americana Cosa aspettarsi quando si aspetta che, con un cast ricco di star "cattura - pubblico", torna ad affrontare un tema da sempre caro al cinema perché vicino alla vita di ogni giorno: quello della gravidanza. Numerosi sono i titoli più o meno recenti che vengono in mente pensando all'attesa del...

 
Da non perdere






Ultime news
Recensioni