X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Intervista Al Pocket Film Festival

18/06/2009 18:52
Intervista Al Pocket Film Festival

Pocket Film Festival risponde alle domande di Mauxa

Il Pocket Film Festival è il primo festival europeo di cortometraggi girati con il telefonino. Giunto alla 5a edizione, si è tenuto al Centre George Pompidou dall'11 al 14 giugno 2009. Abbiamo intervistato Yves Gaillard, addetto alla programmazione internazionale.

 (Leggi l'intervista in inglese).

Traduzione di Carla Paulazzo.

Con il Pocket Film Festival siete stati i pionieri in Europa dei festival di cortometraggi girati con il telefonino. Ma i video realizzati con il cellulare pullulano su youtube: come si fa a farli assurgere a cortometraggio?

Quello che mostriamo al Pocket Films e al Cortofonino Film Festival è un'espressività creativa realizzata con mezzi economici: cellulari, la stessa condivisione di siti web come youtube o vimeo, liberi e facili da usare... Il mezzo di per sé non è importante, è importante come viene utilizzato e per quale scopo. Qui al Pocket Films mostriamo film fatti da registi esperti, come Jaume Balagueiro, Lech Kowalski... Realizzano pellicole a 35 mm, e con i cellulari. Possiamo dire che il risultato sono dei "movies"? Ai loro occhi, vi posso garantire che lo sono, sono parte del loro lavoro da regista. Penso che dipenda realmente dal proposito di un artista.

Siete gemellati con l'italiano CortoFonino Film Festival? Notate delle differenze tra i video italiani e quelli francesi?
Non voglio generalizzare, è una domanda a trabocchetto, ma devo ammettere che ogni anno aspetto con impazienza la selezione del Cortofonino Film Festival, perché so' sempre che resterò sorpreso. Penso che le persone che partecipano al Cortofonino siano più giovani, forse con meno esperienza rispetto a quelle che partecipano al Pocket, e i loro cortometraggi hanno una certa qualità "esagerata" che mi piace molto. Quest'anno mi e' particolarmente piaciuto Heroe313, lo trovo divertente e surreale, e un film come questo non potrebbe mai essere realizzato da registi francesi. Mi sembra che i registi francesi vogliano fare "film sperimentali", raggiungere nuove frontiere nel creare immagini, ma penso che questo atteggiamento sia un po' egotista. I film italiani vogliono dare al pubblico forti emozioni, spasso e paura, o forti commenti sociali come nel caso di Awake, altro corto che mi è piaciuto moltissimo. E' un atteggiamento più diretto, lo apprezzo.

Come si partecipa al Pocket e come si svolge il vostro festival?
A gennaio di ogni anno si aprono le iscrizioni, accettiamo ogni tipo di film senza limite di durata. Chiediamo ai registi di firmare un comune contratto per la divulgazione dell'opera senza scopo commerciale. Selezioniamo una media di 20 film da tutto il mondo per la competizione internazionale, con un premio di 1500 euro e uno di 1000 euro dato dalla giuria. Fuori concorso mostriamo un centinaio di film. Ma il festival dura tutto l'anno in quanto organizziamo workshops e visioni in tutta Europa e non solo, e cerchiamo di dare massima visibilità alla selezione - sia quella in concorso che quella fuori concorso.

Diversi registi, come Alain Fleischer o Spike Lee (attraverso clip girati dagli utenti) hanno realizzato dei film con il telefonino. Per quale motivo, secondo te: ansia di democraticità dell'espressione, sperimentazione di una moda momentanea o nuove possibilità per i registi?
Non mi piace il risultato dell'esperimento di Spike Lee: sembra più un tentativo di marketing, ma aspettiamo, magari continuerà per questa strada in futuro e farà qualcosa di buono. Tuttavia non penso affatto che artisti come Spike Lee, Alan Fleischer che e' un famoso scrittore e regista in Francia, o Jaume Balaguero abbiano alcuna sorta di "ansia" riguardo la propria arte. Sicuramente però vedono che qualcosa sta accadendo attorno a questo piccolo mezzo, e desiderano provarlo anche loro, capire se riescono ad adattare la loro creatività a questa assenza di tecnica e denaro. E sicuramente, secondo me, chi e' capace di realizzare un film pazzesco con un cellulare, può farlo anche con una 35 mm!

Secondo Spike Lee entro qualche anno qualche casa cinematografica di Hollywood manderà nelle sale un intero film girato soltanto col telefonino. Sei d'accordo?
I cellulari, o la camera digitale, migliorano sempre di più in termini di qualità d'immagine: alcuni di questi sono in dv, o addirittura in hd! Sono sicuro che il trend lanciato da horrors come Cloverfield o Diary of the Dead produrrà altri film hollywoodiani interessanti.
Tuttavia secondo me, è più nell'ambito del cinema indipendente che le cose potranno muoversi. Quest'anno abbiamo presentato 2 film girati con il cellulare, realizzati professionalmente: La Paura di Pippo Delbono, che sarà l'ospite d'onore al Locarno Festival, e Do me Love di Lou Viget e Jacky Kattu, un film francese d'autore. Molti produttori tengono d'occhio sempre di più i festivals come i nostri, perché sentono che qualcosa si sta movendo, e i film non necessitano di tanti soldi per essere buoni. Anche gli effetti speciali possono essere fatti in casa al giorno d'oggi! Sono sicuro che vedremo sempre più film girati con pochi mezzi nel futuro, il dogma - dv - negli anni '90 e' stato solo un antipasto. E festivals come i nostri sono una vetrina perfetta per seguire questa evoluzione.

http://www.festivalpocketfilms.fr/

 

 

 

 

 

 
© Riproduzione riservata
Home
 
Altri articoli Home

'The Lifeboat', il film prodotto ed interpretato da Anne Hathaway ha un nuovo regista

Joe Wright non dirigerà più “The Lifeboat”, il film tratto dall’omonimo libro di Charlotte Rogan. Anne Hathaway resta comunque coinvolta nel progetto nei panni di produttrice e di attrice protagonista. Il romanzo di Rogan si apre con un processo in cui il personaggio principale, Grace Winter, è accusata di om...

 

Matt Damon, protagonista del nuovo film 'Charlatan'

Matt Damon interpreterà il ruolo del ciarlatano John R. Brinkley nel nuovo film “Charlatan”. La storia è quella reale di un uomo nel Kansas, sedicente medico che negli anni Venti introdusse un metodo chirurgico straordinario usando le ghiandole delle capre per curare l'impotenza negli agricoltori locali. Divenne cos&igrav...

 

Recensione del film Valerian e la città dei mille pianeti

Valerian e la città dei mille pianeti (“Valérian et la Cité des mille planètes") è il film di fantascienza di Luc Besson. L’esordio avviene in un luogo paradisiaco, tra esseri umanoidi ed esplosioni che avvertono di una minaccia imminente. Già qui Besson è vittima dello stesso materiale ...

 

First They Killed My Father, il film di Angelina Jolie conviene la critica

First They Killed My Father è il film di Angelina Jolie che ha ottenuto ottime recensioni negli Stati Uniti. La storia è quella dell’attivista Loung Ung, che per sopravvivere al regime cambogiano dei Khmer Rossi dal 1975 al 1978 vede disgregata la propria famiglia. La storia viene raccontata dalla protagonista, una bambina di c...

 

L'incredibile vita di Norman, incontro con Richard Gere: 'il mio personaggio vorrebbe esaudire le promesse'

L'incredibile vita di Norman (“Norman: The Moderate Rise and Tragic Fall of a New York Fixer”) è il film di Joseph Cedar con Richard Gere, presentato a Roma. La pellicola negli Stati Uniti è uscita ad aprile 2017 ed ha ottenuto recensioni positive. La storia racconta del faccendiere Norman Oppenheimer, che a New York tess...

 

Film più visti della settimana, la novità è 'American Assassin'

Il box office dei film più visti negli Stati Uniti dal 15 al 17 settembre 2017 conferma il primo posto per “IT”, tratto dal romanzo di Stephen King (218.710.619 dollari): la creatura malvagia che uccide i bambini della città è tornata, mentre sette abitanti cercano di eliminarlo. Al secondo posto entra “Ameri...

 

'Meg', l'horror con protagonista Jason Statham arriva nel 2018

Ha dovuto aspettare due decenni, ma Steve Alten avrà finalmente la soddisfazione di vedere il proprio best-seller trasformato in un horror da 150 milioni di dollari con Jason Statham nei panni del protagonista. In un primo momento “Meg” sarebbe dovuto uscire il 2 marzo 2018, ma poi la Warner Bros ha deciso di rimandarlo al 10 ag...

 

Red Sparrow, prime immagini del film thriller con Jennifer Lawrence

È stato diffuso il primo trailer del film “Red Sparrow”, diretto da Francis Lawrence (leggi l’articolo sul film). Nelle immagini appare la protagonista Dominika (Jennifer Lawrence) mentre attende nella prova camera. Seguono degli omicidi: in realtà lei è reclutata dalla Sparrow School, un servizio segreto di ...

 

L'imperatrice Caterina, il film dalle potenti passioni con Marlene Dietrich

L'imperatrice Caterina (“The Scarlet Empress”) è il film del 1934 di Josef von Sternberg che usciva in questi giorni nelle sale statunitensi. La giovane principessa tedesca, Sophia Frederica (Marlene Dietrich) è scelta dalla regina Elisabetta di Russia per sposare il nipote, il principe Pietro (Sam Jaffe), così da ...

 

Tutti i soldi del mondo, prime immagini del film di Ridley Scott

È stato pubblicato il primo trailer del film “Tutti ii soldi del mondo”, diretto da Ridley Scott. Nelle immagini si mostra il giovane Paul Getty III (Charlie Plummer) mentre viene rapito a Roma. Uno dei rapinatori - interpretato da Romain Duris - chiama la madre del ragazzo, Gail (Michelle Williams) e chiede 17 milioni di dollar...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni
http://bs.serving-sys.com/serving/adServer.bs?cn=display&c=19&mc=imp&pli=22587639&PluID=0&ord=[timestamp]&rtu=-1