X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Festival di Roma: manifestazione di cinema alla ricerca di autonomia

26/03/2011 15:52
Festival di Roma manifestazione di cinema alla ricerca di autonomia

Il nuovo Ministro della Cultura Galan approva Il Festival di Venezia e critica quello di Roma

Dopo i dibattimenti delle ultime ore, il Festival del cinema di Roma si prende una magra rivincita su quello veneziano.

C’è da dire che non appare poi così composita l’attenzione del comune di Roma per un Festival ubicato in maniera più scomoda rispetto a quello veneziano, con navette inarrivabili (e non parliamo di quelle puntuali vneziale), programmazione disordinata, giovani studenti che affollano le proiezioni mattutine con la convinzione che siano appetibili utenti per gli sponsor presenti.

Il neoministro della Cultura Giancarlo Galan, subentrato al dimissionario Sandro Bondi in un'intervista a La Stampa ha ribadito: "Sono stato il primo a sostenere che i due festival, così come sono concepiti, entrano in concorrenza tra di loro. A Venezia c'e' il festival del cinema più antico del mondo, ma sarebbe ridicolo dire a Roma di non occuparsi di cinema visto che di quel mondo e' la patria. Ma farne uno in concorrenza lo troverei ridicolo, a dir poco stravagante, anche perché si rischierebbe di indebolirli entrambi, dati gli scarsi fondi a disposizione".

Le reazioni non si sono fatte attendere, da  Vittorio Sgarbi che approva la decisione, al presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti che dissente. Poi si citano i dati economi: il ministero sgancia 200mila euro per Roma, 7 milioni per il Festival di Venezia. Il sindaco Alemanno persevera, dicendo che ormai il Festival voluto da Walter Veltroni sette anni fa è un’istituzione, che attrae il ghota del cinema mondiale. Per alcuni, come il sottosegretario Francesco Maria Giro tanto che le affermazioni di Galan “dimostrano una conoscenza dei temi, dei problemi connessi e delle possibili soluzioni da promuovere”. Poi conclude lapidario: ''Il Comune Roma promuove il suo festival nato per iniziativa di una forte realta' locale (…) Il Festival del Cinema di Roma non rientra nelle attività promosse dal Governo",

Il regista Carlo Verdone si dispiace se il festival venisse cancellato, il veneziano Tinto Brass ne sarebbe contento. Detto quindi che il Festival di Venezia nato nel 1932 avrà afflato nazionale, mentre quello romano riceverà cooperazione comunale, ci chiediamo se sia giusto dividersi tra due festival che effettivamente sempre di cinema si occupano. Il Toronto Film Festival, quello di Cannes, il Festival di Berlino, hanno una fisionomia precisa. E forse quella fisionomia che manca al festival capitolino così da parlarne come autonomo.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
Personaggi correlati
Carlo Verdone, Tinto Brass



 
Galleria fotografica
Articoli correlati

Antonello Venditti, l'8 marzo al Palalottomatica per dire Grazie Roma

Antonello Venditti è uno dei simboli della musica romana e italiana. Domani sera sarà al Palalottomatica dell'EUR a Roma per festeggiare a modo suo la Festa della Donna e il suo sessantacinquesimo compleanno. Carlo Verdone. A Roma, la sua città e la sua casa del cuore, tante volte cantata nei suoi brani, il cantautore proporr&...

 

La Grande Bellezza: un libro racconta i luoghi magici del film in lizza per Oscar

"La Grande Bellezza" è il capolavoro di Paolo Sorrentino che domenica notte si giocherà la conquista dell'Oscar nella cerimonia per l'86esima edizione degli Academy Awards. In molti anche in Europa staranno svegli a guardare. Paolo Sorrentino. La pellicola di Sorrentino ha incantato tutti con la poesia della fotografia, il romanticis...

 

Recensione film Sotto una buona stella: la nuova coscienza di Carlo Verdone

Carlo Verdone con "Sotto una buona stella" riesce a riproporre la sua visone dei rapporti umani fatti di coincidenze e sviluppi, come non faceva da "Il mio miglior nemico" (2006). La trama. Lì infatti era Achille De Bellis a dover ricostruire un rapporto genitoriale con la figlia e con lo spasimante, ossia lo sbandato Orfeo. E la difficolt&...

 

Carlo Verdone: aspetta l'Oscar di Sorrentino ed è sugli schermi con Sotto una buona stella

Carlo Verdone, nato a Roma nel 1950, è uno dei mostri sacri della commedia italiana, attore e regista di decine di film, a partire da quell' "Un sacco bello" del 1980 ormai mitico. "Borotalco", "I due carabinieri", "Grande, grosso e Verdone", "Stasera a casa di Alice" sono classici entrati nella storia collettiva italiana. Sotto una buona s...

 

Paolo Sorrentino si espone sull'Oscar, 'dobbiamo fare come gli allenatori di calcio'

Paolo Sorrentino intervistato da Catherine Shoard de The Guardian esprime tutta la sua diplomazia sulla possibile candidatura nella conquista degli Oscar con il suo film “La grande bellezza”. “Dobbiamo fare come gli allenatori di calcio: prendere una partita alla volta - dice il regista - Ora ci sono i Golden Globes. Poi ved...

 

Tinto Brass: classe 1933, il regista sposerÓ Caterina Varzi

Tinto Brass sposerà la psichiatra, ex-avvocato e attrice Caterina Varzi. Il regista, sceneggiatore e montatore italiano lo ha rivelato al settimanale 'Chi', spiegando: 'Sposerò Caterina Varzi perché è la donna che più ho amato. Dopo la mia prima moglie Carla Cipriani, che tutti chiamava...

 

Ron Howard: esce il suo nuovo film Rush, membro della giuria di Cubovision Web Film Awards

Ron Howard, regista di "A Beautiful Mind" che gli è valso l'Oscar per la regia, dal 12 settembre presiederà la giuria della prima edizione del "Cubovision Web Film Awards". L'originale progetto nasce dalla collaborazione tra Cubovision, la tv on demand di Telecom Italia, e Rai Cinema e tutti gli aspiranti registi hanno una possi...

 

Tinto Brass, la donna audace filmata dal regista in un libro e nel docufilm al Festival di Venezia

Tinto Brass - il cui vero nome è Giovanni Brass - in attesa dell’omaggio che gli riserva la Mostra Internazionale d’Arte cinematografica di Venezia è al centro di un volume in lingua inglese che analizza le vare fasi della sua carriera. “The Tinto Brass Handbook - Everything You Need to Know about Tinto Brass” ...

 

Carlo Verdone, agrodolce fotografo della realtÓ e lo schiaffo Ŕ un punto di svolta

Carlo Verdone ha in serbo per il grande pubblico una commedia corale sul rapporto tra generazioni. Sta lavorando ad una pellicola che  arriverà nelle sale il 14 febbraio 2014 con la Filmauro di De Laurentiis e che,  probabilmente, s'intitolerà “Vicini per caso”. Sarà la storia di un padre divorziato che si...

 

Sorrentino record: La grande bellezza, con Toni Servillo, dopo le polemiche, premiato dal botteghino

Record. La maturità artistica di Paolo Sorrentino viene premiata dal pubblico. La grande bellezza, il suo ultimo film, al cinema dal 21 maggio scorso, e che ha lasciato assaporare al regista napoletano la Palma d'Oro al festival di Cannes 2013, riconoscimento poi assegnato a La Vie d'Adèle di Abdellatif Kechiche, diventa ufficialmente...

 
Da non perdere






Ultime news
Recensioni