X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Tutti pazzi per il burlesque- Dopo "Burlesque", di nuovo nelle sale un film su questa forma di spettacolo

15/03/2011 19:35
Tutti pazzi per il burlesque- Dopo

Il 18 marzo esce nelle sale italiane il film francese "Tournée " che, dopo l'americano "Burlesque", torna a riproporre il mondo eccentrico del burlesque.

Dopo Burlesque, film statunitense uscito lo scorso 11 febbraio e interpretato da Cher e dall'esordiente (almeno al cinema) Christina Aguilera, esce il 18 marzo nelle nostre sale un altro film ispirato al mondo colorato e seducente del burlesque: il francese Tournée. Nato nella seconda metà dell'Ottocento nell'Inghilterra Vittoriana, il burlesque è un genere di spettacolo parodistico importato in un secondo momento negli Stati Uniti. Mentre con tale termine in Inghilterra ci si riferiva principalmete ad un testo teatrale comico con sfumature ed intenti satirici e parodistici, negli Stati Uniti è diventato nel corso del tempo sempre più uno spettacolo di divertimento per adulti, incentrato su scene comiche a sfondo erotico, riferimenti all'attualità, doppi sensi, danze, atmosfere circensi e clownesche. il periodo d'oro del burlesque si può inquadrare tra la fine dell'Ottocento e la prima guerra mondiale, mentre in seguito è subentrato il genere strip-tease in cui erano maggiormente presenti le esibizioni di nudi. Grazie al burlesque divennero famose artiste che sapevano spogliarsi con grande sensualità ed ironia non superando mai il limite del cattivo gusto come Dixie Evans, Gipsy Rose Lee, Tempest Storm, Blaze Starr, Ann Corio, etc. Negli anni '90 è nato poi il new -burlesque sull'onda della cultura vintage e le star contemporanee più note sono Immodesty Blaize, Dirty Martini, Julie Atlas Muz, le Pontani Sisters, Catherine D'Lish, Dita Von Teese. Inoltre diverse artiste come Madonna, Lady Gaga, Christina Aguilera e Gwen Stefani per le loro esibizioni si sono ispirate alle atmosfere del burlesque. Negli ultimi anni si può rilevare un rinnovato successo ed interesse per questo tipo di spettacolo che ha fatto sì che siano usciti a brevissima distanza ben due film ambientati in questo mondo.

Il mese scorso è uscito Burlesque, in cui la giovane Ali, interpretata dall'esordiente Christina Aguilera, cercando di coronare il suo sogno di diventare cantante si trasferisce a Los Angeles dove finisce col fare la cameriera in un locale in cui si rappresenta il burlesque. Presa sotto l'ala protettiva di colei che gestisce il locale (interpretata dalla grande Cher), apprende l'arte del burlesque e riporta quest'ultimo al suo antico splendore. Definito da molti critici "commerciale", "prevedibile" e "a tratti noioso", Burlesque non ha ottenuto finora nemmeno un grosso consenso di pubblico, probabilmente perché con una trama così poco originale e la paura di osare non si è potuto cogliere il vero spirito del burlesque che è ironico, controcorrente, spregiudicato e veramente libero dalle convenzioni.

Vedremo se sarà riuscito a coglierlo il film francese Tournée diretto da Mathieu Amalric che per averlo diretto si è aggiudicato il Premio alla Regia al festival di Cannes 2010. Alla sua quarta regia Amalric è soprattutto noto come attore, molto considerato dalla critica e uscito all'attenzione del pubblico internazionale con l'interpretazione dell'elegante Lo scafandro e la farfalla. In Tournée, Amalric è anche l'interprete principale, nel ruolo di un ex produttore televisivo francese che dall'America, dove è andato in cerca di fortuna, torna in patria sognando il successo. In questo sogno di gloria lo accompagna uno stuolo di artiste del new-burlesque che dopo un giro in provincia giungono a Parigi nel tentativo di conquistarla. Ma le cose non vanno per il verso giusto e il povero impresario finisce spesso maltrattato e picchato. Il regista ha dichiarato di essersi ispirato all'inizio ad un testo del 1905 di Colette, che definisce una pre-femminista, dove l'autrice descrive una donna che ama denudarsi per una semplice voglia di libertà, e di essere riuscito ad attualizzarlo dopo avere letto un articolo sul fenomeno del new-burlesque. In attesa di vederlo al cinema, abbiamo per ora il giudizio entusiasta della critica che lo ha amato per l'ironia con cui l'autore ha trattato la femminilità, contravvenendo la regola della magrezza assoluta delle ballerine che in questo caso sfoggiano invece con orgoglio le loro forme più che rotondeggianti. 

 

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Silvia Pompei
Home
 
 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Recensione del film ‘Most Beautiful Island’

Most Beautiful Island è il film di Ana Asensio uscito in questo giorni nelle sale statunitensi, ben accolto dalla critica. Lo stile è documentaristico, con la macchina da presa che pedina la protagonista Luciana (la stessa Ana Asensio) tra le peregrinazioni della metropoli di New York. Lei è immigrata ispanica, e nella citt&a...

 

Recensione film DC Comics, Justice League

Justice League è il film tratto dall’omonima serie a fumetti che unisce alcuni degli eroi più importanti della DC Comics in una trama che ha il prevalente scopo di presentare i personaggi al grande pubblico. L’inizio di una nuova ed attesa saga dove l’inevitabile esigenza di calare i protagonisti nella storia e di pr...

 

The Force, David Mamet scriverà il film diretto da James Mangold

La Fox ha annunciato che il 1 marzo 2019 sarà la data di uscita ufficiale di “The Force”, il thriller poliziesco diretto da James Mangold, regista di “Logan” e “Walk the Line – Quando l’amore brucia l’anima”. Il film sarà un adattamento dell’omonimo romanzo di Don Winslow (e...

 

Quentin Tarantino, il nuovo film prevede un budget da 100 milioni di dollari

Per il nuovo film di Quentin Tarantino si è avviata una gara nella scelta del distributore. Dopo lo scandalo sul produttore Harvey Weinstein, la sua società Weinstein Company non si occuperà più della distribuzione dei film di Tatantino, chiudendo una collaborazione avviata nel 1992 con "Le iene”. A contendersi l...

 

Recensione del film The Big Sick

The Big Sick è il film di Michael Showalter con Kumail Nanjiani, Zoe Kazan, Holly Hunter. Kumail (Kumail Nanjiani) è un giovane comico di standup di Chicago, usa la sua auto con Uber e la notte si esibisce. Negli sketch ironizza sulla cultura pakistana, e questo aspetto è tenuto nascosto alla famiglia musulmana.Durante uno spe...

 

Film più visti della settimana, ‘Thor: Ragnarok’ e ‘Daddy's Home 2’ ai primi posti

Il box office ufficiale dei film più visti negli Stati Uniti dal 10 al 12 novembre 2017 conferma al primo posto "Thor: Ragnarok” (212.068.013 dollari,  leggi l’articolo): Thor lotta contro l’ex alleato Hulk, impedendo anche ad Hela di distruggere la civiltà asgardiana. Al secondo posto c’è la novit...

 

Cate Blanchett, è horror il nuovo film tratto da un romanzo

Cate Blanchett dopo il ruolo di Hela nel film “Thor: Ragnarock” lavorerà ad un film horror. “The House with a Clock in its Walls” è tratto da un romanzo del 1973, scritto da John Bellairs. L'orfano Lewis Barnavelt (Owen Vaccaro) si trasferisce nella città di New Zebede, nel Michigan. Qui abita lo zio Jo...

 

Lav Diaz, il nuovo film è un’opera rock

Lav Diaz, vincitore del Leone d’oro al Festival di Venezia 2016 con “The Woman Who Left” è al lavoro al nuovo film, dal titolo "Ang Panahon ng Halimaw" (letteralmente, “La stagione del diavolo”). Il film mescola musica, opera rock e dramma. A produrlo è Bianca Balbuena, che ha già lavorato a &ldqu...

 

Agadah, intervista all’attore del film Alessio Boni

“Agadah” è il film di Alberto Rondalli nelle sale da questa settimana. Mauxa ha intervistato l’attore Alessio Boni, che in queste settimane è anche al cinema con “La ragazza nella nebbia” e la serie tv “La strada di casa”. D. Nel film “Agadah” interpreti Pietro Di Oria. Puoi racco...

 

Cosa regalano a Natale le star

Per le persone cosiddette normali, i regali consistono in oggetti di prezzo variabile: un libro, una sciarpa, nelle occasioni speciali un orologio, magari un gioiello. Raramente capita che qualcuno ci sorprenda il giorno del nostro compleanno regalandoci una Porsche. Quando parliamo di celebrità, questi parametri si rovesciano. Le star del ...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni