X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Sri Lanka, Massacro In Corso

13/05/2009 09:35
Sri Lanka Massacro In Corso

È l'orrore, un bagno di sangue. Centinaia di civili, tra cui oltre cento bambini, sono stati uccisi nei bombardamenti tra la sera di domenica e la mattina del lunedì nel nord est dello Sri Lanka.
Il portavoce dell'Onu Gordon Weiss ha dichiarato che la mattanza era nell'aria. L'attacco ai civili intrappolati nella no fire zone e massacrati, è un altro di una lunga serie di incubi divenuto realtà. È impossibile verificare la cifra dei morti, una carneficina di civili. Impossibile sapere cosa stia realmente succedendo, stampa ed operatori umanitari internazionali non sono ammessi nella zona del conflitto. L'Onu è pressoché impotente, perché il governo dello Sri Lanka non permette che si vada a verificare. Le notizie che trapelano sono scarse e contraddittorie: i ribelli tamil e l'esercito si accusano a vicenda del massacro in atto. È dal 1983 che le tigri tamil, il gruppo separatista paramilitare, combattono per la creazione di uno stato indipendente ("Tamil Eelam") nelle regioni settentrionali ed orientali dello Sri Lanka. Tuttavia la presenza del popolo tamil in Sri Lanka ha radici lontane. L'entità e il periodo sono ancora oggi oggetto di discussione, ma già intorno al XIII secolo, un'importante presenza di Tamil vive nella parte settentrionale e lungo le coste dell'isola. 
Nell'ottocento, con la conquista di Ceylon, il governo britannico incoraggia una nuova, sistematica e massiccia migrazione di Tamil dall'India meridionale verso le regioni del nord est dello Sri Lanka. Nel 1948, anno dell'indipendenza, i Tamil costituiscono (allora) il 25% della popolazione. Negli anni '70 comincia, di fatto, una rigida politica nazionalista che relega ai margini la popolazione tamil. Nascono così i primi movimenti separatisti, tra cui LTTE ("Liberation Tigers of Tamil Eelam"). Alla pulizia etnica da parte dell'esercito singalese negli anni '80, LTTE risponde con la spirale degli attentati nel nord est e nella capitale Colombo. Nel 2002 si apre un timido spiraglio: grazie alla mediazione norvegese, è accordato la tregua, fittizia, perché in realtà gli scontri continuano. Nel dicembre del 2004 lo tsunami devasta il Paese già martoriato. A seguito di quest'ulteriore stato di calamità, è concessa una nuova tregua, ancora più fragile della prima: infatti nel 2005 l'elezione del presidente ultranazionalista Mahinda Rajapakse fa precipitare nuovamente la situazione. Il conflitto riprende. 
Nel maggio del 2006 l'UNICEF lancia l'allarme: in giugno, riprendono i rapimenti in massa dei bambini arruolati forzatamente e mandati a combattere in diverse aree del paese. L'UNICEF chiede un intervento immediato di tutte le parti coinvolte per bloccare la situazione. A tutt'oggi non è ancora possibile stimare il numero di bambini che ogni anno scompaiono destinati al mercato del traffico d'organi e del turismo sessuale. Nel 2008 il presidente Rajapakse recide il processo di pace unilateralmente e questo chiude di fatto le porte ad una risoluzione politica del conflitto. Dall'inizio di quest'anno sono morti 6000 tamil, in meno di cinque mesi. E il resto del mondo sta a guardare. Si presume che fino ad oggi siano oltre 60000 le vittime di questa guerra e un milione di sfollati, la maggior parte dei quali tra i civili tamil. Proteste di Tamil sono in atto a Londra e a Toronto: mandate i giornalisti per raccontarci la verità, è il loro appello disperato. Kugathasan Thanushan è un ragazzo tamil che vive a Torino dove segue il secondo anno di dottorato in fisica. È lui l'ideatore di un portale di notizie sulla guerra in Sri Lanka curato personalmente (www.tamilaction.org).    

 

 

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Carla Paulazzo
Home
 



Altri articoli Home

Nobel per la Letteratura 2016, vince Bob Dylan emblema di nuova espressione poetica

Il 109esimo premio Nobel per la Letteratura è stato vinto da Bob Dylan. Ad annunciarlo è l’Accademia di Svezia, con la motivazione : “i nuovi modi di espressione poetica”. Nel 2016 Bob Dylan ha pubblicato "Fallen Angels", Il primo lavoro è "Bob Dylan" (1962), cui seguirono 35 album come "Planet Waves" (1974),...

 

Dario Fo, il teatro della ragione umana nell'autore scomparso

Dario Fo, attore e scrittore scomparso all’età di 90 anni aveva da poco pubblicato “Charles Darwin. Ma siamo scimmie da parte di padre o di madre?”. Qui lo scienziato e viaggiatore viene proposto come assetato di conoscenza, con anni trascorsi in mare e terre lontane raccogliendo conchiglie, crostacei, coleotteri per studia...

 

Dan Brown, il nuovo libro dal titolo 'Origin' sarà pubblicato nel 2017

Dan Brown ha confermato che la casa editrice Doubleday  pubblicherà il nuovo libro nel 2017, dal titolo "Origin". Nella foto si mostra lo scrittore in piedi su una terrazza, con sullo sfondo la città di Firenze. Il libro tratterà ancora del professore esperto di simboli Robert Langdon, già raccontato nei quatt...

 

John Grisham, diffusa la trama del nuovo libro 'The Wishter' tra giudici corrotti e mafia

È stata diffusa in questi giorni la trama del nuovo libro di John Grisham, dal titolo "The Wishter" pubblicato il 25 ottobre 2016. Il romanzo ha come protagonista un giudice che per la sua posizione dovrebbe essere onesto e saggio, simboleggiando l'unione di integrità e imparzialità: quando l'uomo riceve una tangente ad occupa...

 

Anna Marchesini, i tre libri della brillante attrice scomparsa

Anna Marchesini, l’attrice scomparsa oggi all’età di 63 anni era anche una scrittrice raffinata, che in tre romanzi ha saputo alternare ironia e satira. Del 2014 è “Moscerine”, una serie di racconti che mostrano imprevisti che s’immettono nella quotidianità, “una carezza involontaria” ...

 

Steve Hackett e il suo apprezzato 'The Total Experience Live in Liverpool'

Steve Hackett ha appena pubblicato ‘The Total Experience Live in Liverpool’, una raccolta di due CD e due DVD dell’esperienza dal vivo a Liverpool. L’uscita del materiale è avvenuta ieri, 24 giugno 2016. Il famoso e apprezzato chitarrista inglese, come era avvenuto per l’uscira di ‘Genesisi Revisited&rsquo...

 

Marracash e Guè Pequeno e il primo nuovo album 'Santeria'

Marracash e Guè Pequeno sono alle prese con la pubblicazione del loro primo album scritto insieme, dal titolo ‘Santeria’, la cui uscita ufficiale è prevista proprio oggi, venerdì 24 giugno. I due artisti sono cresciuti a Milano, per le sue strade, e dopo ben 15 anni di carriera hanno deciso di pubblicare il loro pri...

 

Radiohead e il loro nuovo e struggente album 'A Moon Shaped Pool'

Radiohead hanno appena pubblicato il loro nuovo album dal titolo ‘A Moon Shaped Pool’, che proprio ieri ha visto la distribuzione in cd. Alcuni brani erano già stati lanciati, al cui ascolto si percepisce una profonda riflessione e profondità da parte di una delle band più note e amate. Burn The Witch. Questa belli...

 

Red Hot Chili Peppers e il nuovo malinconico album 'The Getaway'

Red Hot Chili Peppers si sono appena dedicati al loro undecisimo album, il nuovo disco dal titolo ‘The Getaway’, un insieme di canzoni che malinconicamente raccontano la vita adulta. Questo album segna la maturità del gruppo, con toni inaspettati. Dark Necessities. Tra le tante interessanti canzoni proposte nell’album &lsq...

 

Afterhours e il loro lucido e allucinante 'Folfiri o Folfox'

Gli Afterhours si sono appena dedicati alla pubblicazione del nuovo album ‘Folfiri o Folfox’, titolo che rappresenta due cure di chemioterapia che Manuel Agnelli ha purtroppo incontrato a causa della malattia del padre; i loro nomi ricordano una filastrocca, un ballo, qualcosa di leggero, così come l’orchidea riportata in c...

 
Da non perdere






Ultime news
Recensioni