X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Cecilia Di Linda Ferri

29/04/2009 11:30
Cecilia Di Linda Ferri

"Questo romanzo nasce da un innamoramento. Uno dei molti che Cecilia ha continuato a ispirare nei secoli, inanellando leggende, amplificando il mito. Una ragazza romana di famiglia nobile che si converte al cristianesimo. E poi, per un errore di interpretazione di un passo della leggenda a lei dedicata, quella ragazza che diventa patrona dei musicisti. Una figura esile e bianchissima scolpita nel marmo quattordici secoli dopo da un artista ventenne, Stefano Maderno. (...) Ancora oggi la basilica di Trastevere a lei intitolata si riempie di devoti, drappi ricamati e rose rosse, il 22 novembre, giorno della sua festa."  

Siamo nel II d.C., sotto l'imperatore Marco Aurelio. 
Cecilia compie quindici anni e un oracolo nefasto le si è manifestato in sogno: il presagio delle nozze. "Addio spensieratezza."  La sua amica Lucrezia è sposata solo da qualche mese e già si annoia mortalmente in compagnia del vecchio marito. L'inquietudine s'impossessa di lei, terrorizzata al pensiero che il suo matrimonio possa essere stato combinato proprio in occasione del suo compleanno. Cecilia scruta ansiosa tra gli ospiti invitati al banchetto serale in suo onore: può tirare un sospiro di sollievo, anche se d'ora in poi, il tempo scorrerà fatidico verso quel giorno. Questa consapevolezza segna la stagione dell'attesa tormentata: Cecilia, infatti, non si sente pronta a lasciare gli affetti e la libertà, "l'oasi di pace e serenità", di cui gode nella casa paterna.
Sul diario, il quotidiano è raccontato con candore e vivacità: l'amore incondizionato per la nutrice Carite e il padre Paolo, le confidenze delle amiche, ma anche il rapporto profondamente contrastato con la madre, la morte del piccolo servo Quinto. I ricordi destano la caratteriale intemperanza emotiva, cocciuta ma sincera, che ora risale la superficie prepotente portando a galla un mondo interiore in subbuglio.
Tuttavia il diario è soprattutto anche il luogo di un incontro esclusivo, quello con Annia, l'amata sorellina scomparsa: un dialogo d'amore, fitto e complice, l'unico capace di abbracciare lo sguardo smisurato di Cecilia che impaziente cerca risposte in un mondo ricco e in fermento, e che tuttavia rimane piccolo e sordo. Pavido, chi soffoca il proprio cuore. Così può capitare che nello studio del quarto libro dell'Eneide, Cecilia, disgustata dalla viltà di Enea, butti il rotolo a terra per calpestarlo in presenza del precettore esterrefatto: come può Enea avere un cuore così duro da abbandonare Didone senza mostrare nemmeno un cenno di pietà per il dolore della triste regina?

"È proprio sbagliato comportarci come se nulla ci fosse estraneo o indifferente?"

È inutile. Queste sono quelle domande sconsiderate e stolte da femminuccia capricciosa, l'unico effetto che sortiscono è quello di gettare nello sconforto i suoi precettori. Molti sono coloro "che tengono ogni parola di donna per vana e oltraggiosa". Meglio rifugiarsi nella poesia, nella musica e nel canto per partecipare a quel "frammento d'eternità" e ristorare l'anima.
Nella seconda parte del libro, ritroviamo una Cecilia sposata che a stento si riconosce nei papiri di un tempo. Il racconto riprende dal punto in cui è stato interrotto: l'incontro con il fidanzato.

"In fin dei conti, si tratta solo di questo: di un affare molto importante che, prima o poi, doveva essere concluso". Cecilia, riconciliatasi con il proprio destino, è serena, fredda e distante.

Tuttavia il futuro sposo non è vecchio, né grasso e noioso ma giovane, bello e ambizioso. Cecilia se ne innamora appena ne incontra lo sguardo. Eppure il matrimonio è la stagione della solitudine. Cecilia vaga per la grande casa "in preda a un'indolenza irrequieta" nell'attesa che Valeriano, perennemente impegnato in magistrature ed affari, ritorni. L'ardore che brucia in lei e che esige un sentimento totalizzante alla ricerca di quel "frammento d'eternità", si misura con la finitudine e la ragionevolezza di un amore terreno, piccolo e mortale, soggetto all'usura, alla menzogna e al tradimento. "Mentre i corpi impongono le loro pretese, le anime ripiegano nella solitudine e nel disgusto". Cecilia si consuma tra il disprezzo e il desiderio per Valeriano, anche se questo genere di passione, lo sa, non si addice ad una moglie. Nei giorni intorpiditi dall'inerzia, la noia apre una voragine e inghiotte la vivacità intellettuale e la rumorosa allegria di un tempo.
La conversione, nella terza parte del libro, indica una via di luce, il dono di una nuova vita, dove ritrovare "le cose più piccole, le cose più belle", finalmente "vaste ed eterne": nell'abbraccio di Carite, in quello del padre, nella musica, nelle conversazioni con Annia, Cecilia riconosce il presagio della grazia e dell'eternità di Dio.

"Non esiste Roma né io per lei" 

La ricerca appassionata ed infaticabile verso la verità, la ribellione contro quei valori culturali del suo tempo ormai logori e vuoti, non è più fonte di tormento. Libera di perdersi nel mistero infinitamente grande della fede, Cecilia trova pace in Dio. "Una gioia che è anelito e insieme compimento".
Il "dolore oscuro" per la morte di Quinto, la melancholia della madre che agisce da monito, la solitudine accanto a Valeriano, la voce dell'anima di Annia: ora tutto ha un senso, il regno era già dentro di lei. L'esistenza non è più effimera, nè misera.
La statua di Stefano Maderno, il libro di Linda Ferri: la stessa bellezza immortale.

Leggi l'intervista a Linda Ferri

Linda Ferri, Cecilia, pp. 288, anno 2009, Edizioni e/o, http://www.edizionieo.it

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Carla Paulazzo
Home
 

Altri articoli Home

Dylan Dog quadrimestrale, un maxi formato comics con tre storie inedita

Bonelli Editore ha comunicato proprio in questi giorni che il prossimo anno Tex Willer compirà settant’anni. Traguardo storico che l’editore italiano si appresta a vivere con la dovuta attenzione. Premura che viene rivolta ai numerosi fan del longevo personaggio Bonelliano. L’Editore ha infatti comunicato che i festeggiamen...

 

Valiant, Secret Weapons: Livewire a capo di un team di reietti, il fumetto che vi sorprenderà

Valiant annuncia l'uscita di “Secret Weapons”, il cui primo numero debutterà in fumetteria il 28 giugno. A rendere la miniserie particolarmente ghiotta è il team creativo riunito dalla casa editrice formato da Eric Heisserer, sceneggiatore nominato all'Oscar per lo script non originale di “Arrival” (2016), Raul...

 

Dark Horse Comics, The Visitor: How and Why He Stayed: le ragioni dell'alieno sulle tracce di Hellboy

Dark Horse Comics annuncia una nuova miniserie radicata nell'universo di Hellboy. Si tratta di “The Visitor: How and Why He Stayed”, cinque numeri con il primo in uscita il 22 febbraio. Il protagonista è uno dei personaggi più intriganti introdotti nel fumetto, apparso nel primo “Hellboy: Seed of Destruction” (...

 

Z Nation comics, dopo la serie tv arriva la nuova saga a fumetti sugli zombie

Z Nation è la fortunata serie Tv che traccia delle trame nelle quali la trasformazione in zombie dell’umanità costituisce la minaccia più pericolosa per coloro che ne sono rimasti incontaminati. Una lotta nella quale persone comuni, strappate alla quotidianità, si ritrovano proiettate a dover affrontare un viaggio ...

 

Agents of S.H.I.E.L.D. tra fumetto e serie televisiva

Ispirato dalla fortunata serie televisiva, la serie comics di “Agents of S.H.I.E.L.D.” targato Marvel Comics debutta nelle fumetterie americane il 13 gennaio 2016 con un primo arco narrativo intitolato “The Coulson Protocols”. La trama riserva molte sorprese. Maria Hill non è più a capo dello S.H.I.E.L.D. e il...

 

Sniper Elite 4, recensione videogame per PS4 e Xbox One: la vita di un cecchino

Sniper Elite 4 è il videogioco a sfondo bellico sviluppato da Rebellion, che mette il giocatore nei panni di Karl Fairburne, cecchino professionista impegnato nella Campagna italiana durante la Seconda Guerra Mondiale. Il focus della produzione, che lo differenzia dagli altri sparatutto, è da ricercare nel gameplay, incentrato su elim...

 

Akame ga Kill! Zero, in arrivo il prequel del manga di Takahiro per Panini Comics

“Akame ga Kill! Zero #1” è in uscita il 9 marzo grazie a Panini Comics. Si tratta del prequel del celebre manga “Agame ga Kill!”, con la storia curata da Takahiro e i disegni realizzati da Kei Toru. La trama si concentra sul passato di Akame e della sorellina Kurome. Vendute da bambine all'Impero per essere trasforma...

 

Diabolik DK, la seconda stagione inedita

Diabolik DK la fortunata serie che narra le vicende del Re del terrore che ha avuto inizio come serie parallela alla più tradizionale collana creata negli anni sessanta, giunge alla sua seconda stagione. Solo ieri 12 febbraio veniva celebrato il ricordo della scomparsa di Angela Giussani avvenuta a Milano nel 1987 che insieme alla sorella Lu...

 

The Wild Storm, il fumetto che rilancia la fortunata etichetta di Jim Lee

DC Comics rilancia la fortunata etichetta WildStorm inaugurata con la prima serie “The Wild Storm” in uscita il 15 febbraio. A occuparsi del progetto c'è Warren Ellis, brillante autore bestseller del New York Times (“Transmetropolitan”, “Red” e “The Authority”), incaricato anche di curare le sc...

 

Recensione Baltimore: The Red Kingdom il nuovo numero uno della saga pubblicata da Dark Horse

Baltimore: The Red Kingdom è uscito in tutte le fumetterie americane il primo numero della nuova miniserie dedicata alla grande serie di Baltimore. Il primo numero di The Red Kingdom è stato pubblicato lo scorso 1° febbraio, questo nuovo arco narrativo conterà un totale di cinque numeri. La grande saga di Baltimore è...

 
Da non perdere






Ultime news
Recensioni