X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

La Contessina Mizzi A Teatro

08/02/2009 12:51
La Contessina Mizzi A Teatro
La scena si apre su un palco disseminato di foglie secche e cornici gigantesche. Ai lati tavolozze pitturate; sullo sfondo quadri messi al contrario. Siamo a Vienna, nel palazzo del conte Arpad (Roberto Bisacco), rigido aristocratico che ha un a figlia Mizzi, non più giovanissima. Il principe Egon Ravenstein (Antonio Zanoletti) suo vecchio amico, viene a far visita, come spesso accade alla famiglia Pazmandy. La visita ha un preciso scopo : il principe decide di confessare all'amico l'esistenza di un figlio adolescente "avuto con una popolana" e che è stato da lui riconosciuto. Adesso è giunto il momento che il ragazzo sia introdotto in società.

Il conte è sorpreso ma ha anche lui qualcosa da rivelare: è stato appena lasciato dall'amante che sta per sposare un cocchiere. Il vecchio conte non sa però, non saprà mai che la madre di Philipp, il figlio del principe, è in realtà sua figlia Mizzi. Mizzi fu costretta ad abbandonare il bambino appena nato perché il principe non voleva e poteva sposarla, aveva infatti già una moglie. Il principe chiede a Mizzi di sposarlo, ma la contessina rifiuta, non accetta riparazioni in ritardo, non può dimenticare i giorni dolorosi seguiti alla nascita del figlio che fu costretta ad abbandonare dopo la nascita e la presunta impossibilità del principe di sposarla. Adesso è ormai troppo tardi, Mizzi ha pagato un altissimo prezzo alla convenzione, ha sofferto, si è emancipata ed è ora in grado di affrontare senza emozione l'arrivo del figlio, poiché la voce del sangue è solo "una fandonia".


Mizzi è una delle grandi figure del teatro di Schnitzler; una donna vittima dell'etichetta del tempo, delle

 
  @page { margin: 2cm } P { margin-bottom: 0.21cm } -->

Arthur Schnitzler (1862 -1931)

 

E' uno scrittore, drammaturgo e medico austriaco. È conosciuto per aver creato un punto do vista narrativo conosciuto come monologo interiore: i personaggi si descrivono assieme allo svolgersi dei loro pensieri. L'attenzione alla psicanalisi gli procurò l'ammirazione di Sigmund Freud, il quale - soprattutto per gli studi sull'ipnosi - non si capaciava di come avesse potuto conseguire conoscenze che a lui stesso erano costate anni di studi e sacrificio "sul campo" (Lettera di Freud a S. 8 maggio 1906). Tra le varie opere Girotondo (Reigen, 1900), Intermezzo (Zwischenspiel, 1905) La contessina Mitzi (Komtesse Mitzi, 1909) e Doppio sogno (Traumnovelle, 1926), da cui il regista Stanley Kubrick trasse nel 1999 Eyes Wide Shut, con Tom Cruise e Nicole Kidman.

rigide regole imposte alla sua classe, una donna che ha sofferto in silenzio l'abbandono e l'affronto, lasciando che la sua vicenda umana restasse nell'ambito della commedia, senza interferire tragicamente nel destino degli altri. La contessa ama dipingere fiori come violette e citisi (ginestre multicolori), mostrandosi in apparenza superficiale, svagata e innocua. In realtà, la trentottenne "single" è frustrata e sarcastica e lo dimostra in tutti i dialoghi con il principe. In abito verde pisello e inseparabile ombrellino, Mizzi sembra una matura e bislacca Mary Poppins, un bouquet di fiori che sta appassendo perché senza acqua.

L'atto unico si chiude lasciando aperti molti interrogativi, con una sorta di happy and non concluso, un sipario che si chiude su una Mizzi che si ricopre di foglie secche.

 

Nonostante la satira piuttosto marcata del futile e vuoto mondo aristocratico, si avverte nel taglio registico una forzata insistenza sulla rigidità di tale universo. I personaggi parlano in maniera inflessibile, quasi inespressiva, i toni sono lenti, formali, le emozioni contenute. Ed alla fine l'unica ventata di freschezza la porta Philip, il ragazzino diciassettenne (un bravo Giampiero Mannoni) che sembra aver capito molto più degli altri, nonostante la sua giovane età. Il nuovo che vince sul vecchio, come nei più classici schemi delle commedie greche.

Una commedia senza novità, con ritmi poco sostenuti e soluzioni registiche scontate, soprattutto nell'avvio de testo, durante il quale il lungo dialogo tra i due uomini avviene con un alternarsi di movimenti e di scambio di posto assolutamente fuori luogo, più vicino alla commediola di paese che non ad una compagnia professionista.

La contessina Mizzi è andata in scena in prima nazionale al Teatro Piccinini di Bari per la regia di Walter Pagliaro. Interprete principale è Micaela Esdra (1952) attrice nota al pubblico per le sue interpretazioni a teatro con Giorgio Strehler, per gli sceneggiati televisivi e per il cinema, in cui da anni dà la "voce" ad attrici straniere come Kim Basinger, Juliette Binoche e Winona Ryder. L'attrice aveva già interpretato nel 1995 un testo di Schnitzler, La Signorina Else, sempre nel ruolo principale.


LA CONTESSINA MIZZI. Drammaturgia : Arthur Schnitzler. Traduzione Giuseppe Farese. Regia: Walter Pagliaro. Interpreti: Micaela Esdra, Roberto Bisacco, Antonio Zanoletti, Martina Carpi, Giampiero Mannoni, Diego Florio, Ilario Greco, Giovanni Scacchetti. Produzione: Associazione Culturale Gianni Santuccio. Scene e costumi: Luigi Perego. Disegno luci: Mario Feliciangeli.

 

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Home
 

Altri articoli Home

Stand-up comedy, un genere 'da praticare e far conoscere': intervista a Velia Lalli

Abbiamo intervistato Velia Lalli, irriverente comica tra i panelist del programma televisivo "Sbandati" in onda su Rai 2 e recentemente protagonista della rassegna di Stand Up Comedy Live presso lo Spazio Diamante di Roma, dove ha presentato il suo nuovo spettacolo.  D: “Lasciate che i pargoli vengano a me”, come mai hai scel...

 

Anna Frank Museum: intervista sulle parole 'mai più'

Il 12 giugno 1942 Anna Frank ha tredici anni. Riceve un diario con la copertina con i quadretti bianchi e rossi. È il giorno del suo compleanno. Comincia a scrivere, lo porta sempre con sé. Tre mesi dopo la famiglia Frank - di origini ebraiche - entra in clandestinità. Siamo ad Amsterdam. Per sfuggire alle deportazioni naziste...

 

'Il detective Charlie Parker assume il dolore degli altri': intervista allo scrittore John Connolly

John Connolly è uno degli scrittori irlandesi già prolifici: ha scritto la serie di romanzi sull’ex detective della Polizia di New York, Charlie Parker che dopo la morte della moglie e della figlia si mette in proprio: spesso interagisce con il mondo soprannaturale, negli anni ha varie donne, possiede varie pistole ma non ne usa...

 

Carrie Fisher, i suoi libri in cui racconta un'altra Hollywood

Carrie Fisher, l’attrice scomparsa all’età di 60 anni non era solo la protagonista di “Star Wars” nel ruolo della Principessa Leila. Ha lavorato in film come “L'uomo con la scarpa rossa” (1985) con Tom Hanks, “Hannah e le sue sorelle” (1986) di Woody Allen. Fino a cammei in serie come “Se...

 

Animali fantastici e dove trovarli: il libro che racconta i dettagli del film

"Animali fantastici e dove trovarli”, film di David Yates trae spunto da un taccuino usato da Harry Potter per studiare nella scuola di Hogart, anch’esso inventato dalla scrittrice J. K. Rowling. Su questa evocazione è stato pubblicato il libro “La valigia di Newt Scamander. Esplora i segreti del film Animali fantastici e ...

 

JK Rowling: via Twitter regala ad una bambina di Aleppo una copia di Harry Potter

JK Rowling ha inviato un libro di “Harry Potter” ad una giovane ragazza siriana di Aleppo. Secondo quanto riportato da Twitter Moment, la ragazza si chiama Bana ed è una bambina di 7 anni che vive nella città nel mezzo della guerra civile siriana. L’obbiettivo della richiesta effettuata dalla madre era distrarla dal...

 

Trolls, i libri che raccontato le creature presenti anche nel film

Vari sono i libri che racconta i Trolls, le creature presenti anche nel film “Trolls” della Dreamworks attualmente nelle sale. “Arrivano i troll!” di Alan MacDonald e illustrazioni di M. Beech mostra le avventure dell’originale famiglia di corpulenti e maleodoranti troll norvegesi che scombina la vita dei nuovi vicini...

 

Dance Dance Dance, l'edizione italiana del talent show debutta a dicembre su FoxLife

L’edizione italiana del talent show “Dance Dance Dance” debutta su Fox Life il 21 dicembre 2016. La nuova produzione originale di Fox Networks Group Italy realizzata da Toro Media vede protagoniste sei coppie di personaggi famosi, chiamate a cimentarsi nella reintepretazione di storiche coreografie tratte da videoclip musicali e ...

 

Nobel per la Letteratura 2016, vince Bob Dylan emblema di nuova espressione poetica

Il 109esimo premio Nobel per la Letteratura è stato vinto da Bob Dylan. Ad annunciarlo è l’Accademia di Svezia, con la motivazione : “i nuovi modi di espressione poetica”. Nel 2016 Bob Dylan ha pubblicato "Fallen Angels", Il primo lavoro è "Bob Dylan" (1962), cui seguirono 35 album come "Planet Waves" (1974),...

 

Dario Fo, il teatro della ragione umana nell'autore scomparso

Dario Fo, attore e scrittore scomparso all’età di 90 anni aveva da poco pubblicato “Charles Darwin. Ma siamo scimmie da parte di padre o di madre?”. Qui lo scienziato e viaggiatore viene proposto come assetato di conoscenza, con anni trascorsi in mare e terre lontane raccogliendo conchiglie, crostacei, coleotteri per studia...

 
Da non perdere

Ultime news
Recensioni