X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

‘Pacific Rim – La rivolta’, l'atteso sequel con John Boyega

04/11/2017 08:00
‘Pacific Rim – La rivolta’ l'atteso sequel con John Boyega

Ci sono voluti quattro anni di lavorazione, ma a marzo 2018 potremo finalmente ammirare il risultato

Il primo “Pacific Rim” è uscito nel 2013, riscuotendo un discreto successo. La pellicola ha incassato poco in patria, ma si è rifatta nel resto del mondo guadagnando in totale 411 milioni di dollari (di cui 114 solo in Cina, il Paese che lo ha apprezzato di più).

Inizialmente Guillermo del Toro avrebbe dovuto scrivere e dirigere anche il sequel, ma come ha spiegato il regista stesso, la produzione ha subito così tanti ritardi che alla fine ha dovuto rinunciare.

A fare le sue veci dietro la cinepresa è stato chiamato Steven DeKnight (creatore della serie tv “Spartacus”), che ha anche lavorato allo script insieme a T.S. Nowlin, Kira Snyder, ed Emily Carmichael. I quattro hanno avuto come punto di riferimento la “bibbia” compilata da del Toro per il primo “Pacific Rim”, ma poco è rimasto della prima bozza scritta dal regista messicano. “Ho selezionato le parti migliori di tre copioni, e tra questi c’era quello di del Toro”, ha detto DeKnight. Del Toro ha comunque partecipato, seppur indirettamente, al processo creativo. In un’intervista, il produttore Cale Boyter ha dichiarato che il regista ha dato il suo parere sulle varie bozze di sceneggiatura, e sugli studi per il nuovo look del film.

Pacific Rim – La rivolta” si svolge dieci anni dopo gli eventi del primo film, ed è stato concepito come una storia a sé stante. Inizialmente Charlie Hunnam avrebbe dovuto riprendere il ruolo da protagonista, ma l’attore ha dovuto rinunciare per girare il remake di “Papillon”. Alla fine si è deciso di creare un nuovo protagonista, Jake Pentecost, interpretato da John Boyega (che a dicembre rivedremo nei panni di Finn in “Star Wars – Gli Ultimi Jedi”).

Jake è il figlio di Stacker Pentecost, il personaggio di Idris Elba nel primo film. Non ha seguito le orme del padre, riducendosi a piccoli crimini e a rivendere pezzi di Jaeger per pagare i suoi debiti di gioco. La controparte di Jake sarà Amara, interpretata da Cailee Spaeny, una quindicenne con un talento straordinario nella costruzione di Jaeger. Spaeny ha dichiarato di essersi ispirata alle protagoniste di “Alien” e “Star Wars” per il suo personaggio.

Nel cast ci sarà anche Scott Eastwood, nei panni del pilota Lambert, e Rinko Kikuchi, che riprenderà il ruolo di Mako.

L’appeal di “Pacific Rim” consiste, primariamente, nell’essere un franchise che offre scontri fra “robottoni” e mostri giganti. In questo universo, i mostri vengono chiamati “Kaiju”. Si tratta, com’è intuibile, di una parola giapponese che possiamo tradurre più o meno con “strana bestia”. Il primo kaiju della storia del cinema, e tuttora il più famoso, è l’eponima creatura protagonista di “Godzilla”, film del 1954 in cui Tokyo viene devastata da una specie di dinosauro gigante sputafuoco riportato in vita dai test nucleari.

In generale, i kaiju nascono come metafora e come veicolo catartico della bomba atomica. In “Pacific Rim” perdono questa connotazione, ma il loro design omaggia esplicitamente i mostri che popolavano questo genere di pellicole giapponesi negli anni Cinquanta e Sessanta, particolarmente amate da del Toro.

I kaiju, allora, non erano altro che stuntmen che distruggevano il set indossando dei costumi di gommapiuma. In “Pacific Rim” sono realizzati al computer, ma del Toro ha chiesto al suo team di farli sembrare volutamente dei “pupazzoni”, ovvero delle persone in costume. A giudicare dal trailer, con “Pacific Rim – La Rivolta” DeKnight è voluto andare in una direzione diversa, rendendo sia i robottoni che i mostri molto più snelli e agili.

 
© Riproduzione riservata
Home
 

Altri articoli Home

Recensione film DC Comics, Justice League

Justice League è il film tratto dall’omonima serie a fumetti che unisce alcuni degli eroi più importanti della DC Comics in una trama che ha il prevalente scopo di presentare i personaggi al grande pubblico. L’inizio di una nuova ed attesa saga dove l’inevitabile esigenza di calare i protagonisti nella storia e di pr...

 

The Force, David Mamet scriverà il film diretto da James Mangold

La Fox ha annunciato che il 1 marzo 2019 sarà la data di uscita ufficiale di “The Force”, il thriller poliziesco diretto da James Mangold, regista di “Logan” e “Walk the Line – Quando l’amore brucia l’anima”. Il film sarà un adattamento dell’omonimo romanzo di Don Winslow (e...

 

Quentin Tarantino, il nuovo film prevede un budget da 100 milioni di dollari

Per il nuovo film di Quentin Tarantino si è avviata una gara nella scelta del distributore. Dopo lo scandalo sul produttore Harvey Weinstein, la sua società Weinstein Company non si occuperà più della distribuzione dei film di Tatantino, chiudendo una collaborazione avviata nel 1992 con "Le iene”. A contendersi l...

 

Recensione del film The Big Sick

The Big Sick è il film di Michael Showalter con Kumail Nanjiani, Zoe Kazan, Holly Hunter. Kumail (Kumail Nanjiani) è un giovane comico di standup di Chicago, usa la sua auto con Uber e la notte si esibisce. Negli sketch ironizza sulla cultura pakistana, e questo aspetto è tenuto nascosto alla famiglia musulmana.Durante uno spe...

 

Film più visti della settimana, ‘Thor: Ragnarok’ e ‘Daddy's Home 2’ ai primi posti

Il box office ufficiale dei film più visti negli Stati Uniti dal 10 al 12 novembre 2017 conferma al primo posto "Thor: Ragnarok” (212.068.013 dollari,  leggi l’articolo): Thor lotta contro l’ex alleato Hulk, impedendo anche ad Hela di distruggere la civiltà asgardiana. Al secondo posto c’è la novit...

 

Cate Blanchett, è horror il nuovo film tratto da un romanzo

Cate Blanchett dopo il ruolo di Hela nel film “Thor: Ragnarock” lavorerà ad un film horror. “The House with a Clock in its Walls” è tratto da un romanzo del 1973, scritto da John Bellairs. L'orfano Lewis Barnavelt (Owen Vaccaro) si trasferisce nella città di New Zebede, nel Michigan. Qui abita lo zio Jo...

 

Lav Diaz, il nuovo film è un’opera rock

Lav Diaz, vincitore del Leone d’oro al Festival di Venezia 2016 con “The Woman Who Left” è al lavoro al nuovo film, dal titolo "Ang Panahon ng Halimaw" (letteralmente, “La stagione del diavolo”). Il film mescola musica, opera rock e dramma. A produrlo è Bianca Balbuena, che ha già lavorato a &ldqu...

 

Agadah, intervista all’attore del film Alessio Boni

“Agadah” è il film di Alberto Rondalli nelle sale da questa settimana. Mauxa ha intervistato l’attore Alessio Boni, che in queste settimane è anche al cinema con “La ragazza nella nebbia” e la serie tv “La strada di casa”. D. Nel film “Agadah” interpreti Pietro Di Oria. Puoi racco...

 

Cosa regalano a Natale le star

Per le persone cosiddette normali, i regali consistono in oggetti di prezzo variabile: un libro, una sciarpa, nelle occasioni speciali un orologio, magari un gioiello. Raramente capita che qualcuno ci sorprenda il giorno del nostro compleanno regalandoci una Porsche. Quando parliamo di celebrità, questi parametri si rovesciano. Le star del ...

 

Forever My Girl, il film con Jessica Rothe

È stato pubblicato un nuovo trailer del film “Forever My Girl”, diretto da Bethany Ashton Wolf. La storia racconta di un musicista, Liam Page (Alex Roe) che dopo essere andato via dal suo paese per un decennio è diventato una stella della musica. Ora decide di tornare a casa e riconquistare la donna che lasciò, Jos...

 
Da non perdere


Ultime news
Recensioni