X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Eva contro Eva, il film sull'apparente disponibilità con Bette Davis

13/10/2017 08:00
Eva contro Eva il film sull'apparente disponibilità con Bette Davis

Eva contro Eva usciva nei cinema il 13 ottobre del 1950.

Eva contro Eva è il film di Joseph L. Mankiewicz che usciva nelle sale statunitensi in questo periodo, nel 1950.

Alla consegna annuale del premio Sarah Siddons Society ci sono vari drammaturghi, tra cui Addison DeWitt (George Sanders), Lloyd Richards (Hugh Marlowe) e la moglie, assieme e personaggi dello spettacolo tra cui la famosa attrice Margo Channing (Bette Davis) e Eva Harrington (Anne Baxter).

Si ripercorre anche la carriera di Margo, protagonista di una pièce di Lloyd e avvicinata da Eva, ammirata dalle sue performance. Eva entrò nel suo camerino, le descrisse la sua infanzia nel Midwest, il matrimonio con Eddie, un tecnico radio della Air Force che morì durante la guerra. Eva spiega che la sua vita cambiò quando vide Margo a teatro a San Francisco. Dopo quell’incontro lei seguì la produzione a New York.

Da qui si mostra l’assoggettamento che Eva ha nei confronti della donna: si rende indispensabile come sua assistente, le organizza una festa di compleanno. Ma presto trova il modo per sostituirsi a lei a teatro, e cerca anche di sedurre il fidanzato di Margo. Quest’ultima ormai stanca della sua solitudine ritrova una pace insperata, accettando la proposta di matrimonio del compagno. Rifiuta anche il ruolo di protagonista in un nuovo lavoro teatrale.

Eva è ormai allontanata da tutti, riceve il premio come migliore attrice ma mentre lo stringe avverte  che la storia sta per ripresentarsi, e che stavolta la vittima potrebbe essere lei.

La razionalità della trama era frutto del regista, Joseph L. Mankiewicz che da “Il fantasma e la signora Muir” (1947) ai film successivi cercava di interessare il pubblico con vicende intricate e dalla forma spettacolare. Suo fu anche il film “Cleopatra”, girato nel1963. Ma la sua ricerca narrativa rispecchiava anche un’esigenza del periodo, in cui rispetto al ventennio precedente lo spettacolo cinematografico era sopratutto un valore aggiunto alla normale quotidianità, e spendendo i soldi del biglietto del cinema lo spettatore attendeva un intrigo superiore. Era il periodo in cui uscivano al cinema “La signora di Shanghai” (1946) e “Rapporto confidenziale” (1955) di Orson Welles, “Io ti salverò” (1945) e “La finestra sul cortile” (1945) di Alfred Hitchcock.

Basato sul racconto dell’attrice Mary Orr, “The Wisdom of Eve" pubblicato sulla rivista Cosmopolitan nel 1946, “Eva Contro Eva” è considerato come il più grande film mai realizzato sul teatro, restando attuale come allora. Il palcoscenico infatti è solo un mezzo per rappresentare l’invidia che si cela dietro l’apparente disponibilità di chi ci sta intorno.

Mary Orr rivelò che la storia era ispirata dall'esperienza reale dell'attrice Elisabeth Bergner, nata in Polonia e che divenne amica di una giovane attrice senza scrupoli. Mankiewicz affermò in seguito che l'archetipo del personaggio di Margo era l'attrice inglese di Peg Woffington, vissuta nel 1700: “rappresenta ogni donna per cui l'agire è identico all’esistenza”, affermò.

La sceneggiatura di Mankiewicz - vincitore dell’Oscar anche come regista - è ancora considerata una delle migliori mai scritte, con capziosi dialoghi. “Ricordami di raccontarti del tempo in cui ho guardato nel cuore di un carciofo”, dice Margo. “Devi tenere i denti affilati, va bene, ma non te li farò affilare su di me o su Eva”, dice il fidanzato  Bill.

Il film ricevette 14 candidature all’Oscar - numero emulato solo da “Titanic "- vincendone cinque:  fu un successo anche al box office, incassando 8 milioni di dollari (con la valuta di allora).

Marilyn Monroe appare in uno dei primi ruoli, interpretando l’aspirante attrice Miss Casswell. Secondo alcune fonti, la sera prima delle riprese fu invitata da Bette Davis ad una festa, da cui se ne andò presto perché era ansiosa di ripassare le poche battute che aveva.

 
© Riproduzione riservata
Home
 

 
Galleria fotografica
Articoli correlati

Marilyn Monroe, vendute all'asta le foto dell'attrice incinta sul set de 'Gli spostati'

Alcune foto di Marilyn Monroe incinta sono state vendute all’asta per 2240 dollari. Si tratta di immagini rare in cui l’attrice si fa fotografare l’8 luglio 1960 fuori dai Fox Studios, in una pausa dalla lavorazione del film “Gli spostati”. Le foto erano conservate dalla più cara amico della star, Frieda Hull ...

 

Marilyn Monroe, un raro poster dell'attrice a 54 anni dalla morte

A 54 anni dalla morte di Marilyn Monroe proponiamo un raro poster dell'attrice realizzato per la distribuzione del film "Niagara" del 1953 in Polonia. L'immagine mostra solo ti occhi spalancati di una donna su sfondo bianco, indicando spavento e stupore (vedi la foto). Il poster è notevolmente diverso da quello usato negli Stati Uniti, che ...

 

A qualcuno piace caldo, il film con Marilyn Monroe di Billy Wilder che doveva essere girato a colori

A qualcuno piace caldo (“Some Like It Hot”) è il film di Billy Wilder che usciva nelle sale statunitensi il 29 marzo 1959, sancendo una evoluzione nel concetto di commedia e sketch comedy. Nel cast ci sono Marilyn Monroe, Tony Curtis e Jack Lemmon, per una sceneggiatura scritta dallo stesso Billy Wilder con l’amico I.A.L. ...

 

Blonde, il nuovo film su Marilyn Monroe con Jessica Chastain

Blonde è un film in fase di realizzazione su Marilyn Monroe progettato nel 2010, scritto e diretto da Andrew Dominik e interpretato da Jessica Chastain. L’opera è tratta dal romanzo omonimo di Joyce Carol Oates ed è prodotta dalla Worldview Entertainment e da Plan B, compagnia fondata da Brad Pitt. “Blonde” ar...

 

Virna Lisi in Come uccidere vostra moglie, con Jack Lemmon

Virna Lisi e Hollywood. Virna Lisi diventò famosa per il suo storico “no” a Hollywood, dove era stata chiamata a metà degli anni ’60 per recitare a fianco di attori del calibro di Jack Lemmon e Frank Sinatra. L’intento della Paramount, però, era di trasformarla in una nuova ed esotica Marilyn Monroe: una...

 

Pepe Jeans London autunno/inverno 2014: donna Pepe metropolitana

Pepe Jeans London 2014. La donna Pepe Jeans London autunno/inverno 2014-2015 può scegliere tra le tendenze più trendy della stagione fredda. Abiti a fiori, maglia di pelliccia ecologica, maglioni dalle tinte super colorate, tanti accessori maculati da abbinare: sciarpe, borse, boots. Non solo, anche il cappotto in pelliccia lungo ed e...

 

Moda per principianti 2014: indossare gli abiti giusti è semplice

Moda per principianti 2014. Non è il tuo corpo, è il vestito ad essere sbagliato. Una volta interpretate le proprie caratteristiche non bisogna fare altro che assecondarle. I nostri consigli vi aiuteranno a scegliere i capi e le linee più adatti al vostro fisico: donna piramide, donna ovale, donna H, o donna a clessidra. Donna...

 

Bette Davis Eyes, 25 anni senza l'inconfondibile sguardo della regina cattiva di Hollywood

Bette Davis Eyes. Lo sguardo di Lauren Bacall, quello ceruleo di Paul Newman, quello con riflessi viola di Elizabeth Taylor.. e potremmo andare ancora avanti nel gioco degli occhi più famosi della Hollywood degli anni d’oro, ma non c’è storia: la gara la vince a mani basse un paio grandi e molto sporgenti, appartenenti a u...

 

Marilyn Monroe e la musica: le numerose canzoni dedicate alla vera icona della cultura pop

Marilyn Monroe, il 5 agosto del 1962 scompariva l'attrice, cantante, modella e produtrice cinematografica statunitense, divenuta un simbolo intramontabile. Qualche anno dopo si parlava di lei come vera icona della cultura pop.  Marilyn Monroe cantante, inserita dall'American Film Institute al sesto posto della lista delle più grandi st...

 

Marilyn Monroe, un simbolo fuori da ogni tempo: 52 anni dalla sua morte in un libro di Nuccio Lodato

Nella notte tra il 4 e il 5 agosto del 1962, moriva a Brentwood, Los Angeles, Norma Jeane Mortenson, in arte Marilyn Monroe, all’età di 36 anni, consegnando all’eternità un mito. Domani, il cinquantaduesimo anniversario della sua morte. Sulla morte di Marilyn Monroe sono state fatte innumerevoli congetture, scritte infinit...

 


Da non perdere
Ultime news
Recensioni
pixel sony skin pixel sony skin