X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Recensione del film 'White Sun', la lotta alla casta acclamata dalla critica

14/09/2017 08:00
Recensione del film 'White Sun' la lotta alla casta acclamata dalla critica

"White Sun" è il film uscito in questi giorni nelle sale statunitensi, acclamato dalla critica. Mauxa l'ha visto in anteprima.

White Sun” (”Seto Surya”) è il film di Deepak Rauniyar ben accolto dalla critica statunitense.

L’ex partigiano anti-regime Chandra (Dayahang Rai) deve raggiungere il suo villaggio, per partecipare ai funerali del padre. Il luogo è sperduto tra le montagne, e da dieci anni Chandra non fa visita ai suoi cari.

La piccola Pooja (Sumi Malla) attende a casa, ritiene che l’uomo sia suo padre. Resta turbata quando vede arrivare Chandra con Badri (Amrit Pariyar), un giovane orfano di strada che dice essere suo figlio. Tenta di calmare sua madre Durga (Asha Maya Magrati), che custodisce il corpo del defunto ma dal cui rito funebre è esclusa, secondo la tradizione patriarcale nepalese.

La prosecuzione della storia è semplice, di una linearità che mescola politica e astio personale: è proprio questa commistione a rendere il film fendente, per come racconta i dissidi familiari sepolti. Infatti Chandra deve affrontare anche
suo fratello Suraj, che era sul lato opposto durante la guerra civile.

Le unioni di queste linee narrative rendono il film nel racconto superiore a come lo sia nella regia, resa omogenea da inquadrature con la macchina da presa sempre in movimento, di un documentarismo che rende le descrizioni ancora più realistiche.

I due fratelli non possono mettere da parte i sentimenti politici avversi, mentre
portano il corpo del padre lungo il ripido sentiero di montagna verso il fiume per la cremazione. Una pena che richiama echi di un neorealismo ormai perso nella tradizione del cinema occidentale: i due fratelli con il corpo del defunto si picchiano, mostrando come nulla di ciò che dobbiamo eseguire è immune dai personalismi.

Chandra sotto la pressione dagli anziani del villaggio deve cercare aiuto
al di fuori del villaggio, per vivere in un luogo dove le rigide caste e discriminatorie
tradizioni di genere sono quelle contro cui combatté durante la guerra. E torna quindi il tema dell’immobilità di sottrarsi al proprio presente, pur se in passato se ne è fuggiti.

I gruppi anziani insistono ancora sulla legge tradizionale, anche nella capitale del Nepal, Kathmandu. Agli adulti si avvicina la generazione futura di bambini, Pooja e Badri, mentre Chandra crede di poter cambiare la situazione, perché la legge tradizionale è ingiusta.

Nel Nepal la costituzione è stata promulgata nel settembre del 2015: il corpo del defunto è una metafora della vecchia leadership, rovesciata dopo 10 anni di guerra civile. Se il Nepal ha lottato per stabilire un nuovo governo, è grazie ad un processo di crescita lento, che passa per cambiamenti minimi dei dettagli, che un film come “White Sun” sa mostrare con sincerità.

La critica statunitense ha apprezzato la modalità di combinare drammi umani intimi e notevoli osservazioni politiche (Variety), come fosse una parabola i cui gli aspetti allegorici sono presenti per coloro che desiderino trovarli (The Hollywood Reporter), dove le forze generali della religione, casta, patriarcato forgiano le comunità nepalesi ma i personaggi sono modellati da decisioni individuali (Village Voice).

Il film è candidato dal Nepal per rappresentare la nazione ai prossimi premi Oscar.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Recensione del film Valerian e la città dei mille pianeti

Valerian e la città dei mille pianeti (“Valérian et la Cité des mille planètes") è il film di fantascienza di Luc Besson. L’esordio avviene in un luogo paradisiaco, tra esseri umanoidi ed esplosioni che avvertono di una minaccia imminente. Già qui Besson è vittima dello stesso materiale ...

 

First They Killed My Father, il film di Angelina Jolie conviene la critica

First They Killed My Father è il film di Angelina Jolie che ha ottenuto ottime recensioni negli Stati Uniti. La storia è quella dell’attivista Loung Ung, che per sopravvivere al regime cambogiano dei Khmer Rossi dal 1975 al 1978 vede disgregata la propria famiglia. La storia viene raccontata dalla protagonista, una bambina di c...

 

L'incredibile vita di Norman, incontro con Richard Gere: 'il mio personaggio vorrebbe esaudire le promesse'

L'incredibile vita di Norman (“Norman: The Moderate Rise and Tragic Fall of a New York Fixer”) è il film di Joseph Cedar con Richard Gere, presentato a Roma. La pellicola negli Stati Uniti è uscita ad aprile 2017 ed ha ottenuto recensioni positive. La storia racconta del faccendiere Norman Oppenheimer, che a New York tess...

 

Film più visti della settimana, la novità è 'American Assassin'

Il box office dei film più visti negli Stati Uniti dal 15 al 17 settembre 2017 conferma il primo posto per “IT”, tratto dal romanzo di Stephen King (218.710.619 dollari): la creatura malvagia che uccide i bambini della città è tornata, mentre sette abitanti cercano di eliminarlo. Al secondo posto entra “Ameri...

 

'Meg', l'horror con protagonista Jason Statham arriva nel 2018

Ha dovuto aspettare due decenni, ma Steve Alten avrà finalmente la soddisfazione di vedere il proprio best-seller trasformato in un horror da 150 milioni di dollari con Jason Statham nei panni del protagonista. In un primo momento “Meg” sarebbe dovuto uscire il 2 marzo 2018, ma poi la Warner Bros ha deciso di rimandarlo al 10 ag...

 

Red Sparrow, prime immagini del film thriller con Jennifer Lawrence

È stato diffuso il primo trailer del film “Red Sparrow”, diretto da Francis Lawrence (leggi l’articolo sul film). Nelle immagini appare la protagonista Dominika (Jennifer Lawrence) mentre attende nella prova camera. Seguono degli omicidi: in realtà lei è reclutata dalla Sparrow School, un servizio segreto di ...

 

L'imperatrice Caterina, il film dalle potenti passioni con Marlene Dietrich

L'imperatrice Caterina (“The Scarlet Empress”) è il film del 1934 di Josef von Sternberg che usciva in questi giorni nelle sale statunitensi. La giovane principessa tedesca, Sophia Frederica (Marlene Dietrich) è scelta dalla regina Elisabetta di Russia per sposare il nipote, il principe Pietro (Sam Jaffe), così da ...

 

Tutti i soldi del mondo, prime immagini del film di Ridley Scott

È stato pubblicato il primo trailer del film “Tutti ii soldi del mondo”, diretto da Ridley Scott. Nelle immagini si mostra il giovane Paul Getty III (Charlie Plummer) mentre viene rapito a Roma. Uno dei rapinatori - interpretato da Romain Duris - chiama la madre del ragazzo, Gail (Michelle Williams) e chiede 17 milioni di dollar...

 

I vip con più matrimoni alle spalle

Spesso si pensa che le persone famose abbiano molto di più degli altri e senza dubbio ciò è vero almeno per quanto riguarda i matrimoni e i divorzi, dal momento che pochi vip sono riusciti a rimanere sposati con la stessa persona per tutta la vita. Il leggendario sassofonista Louis Armstrong è convolato a nozze quattro v...

 

La battaglia dei sessi, immagini dell'anteprima con Emma Stone

Nelle immagini che mostriamo ci sono i protagonisti de film “La battaglia dei sessi”, presentato al Toronto Film Festival (leggi l'articolo sul film). La storia è quella della partita di tennis del 1973 tra il numero uno del mondo, la tennista Billie Jean King (Emma Stone) e l’ex campione Bobby Riggs (Steve Carrel). Nelle...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni
http://bs.serving-sys.com/serving/adServer.bs?cn=display&c=19&mc=imp&pli=22587639&PluID=0&ord=[timestamp]&rtu=-1