X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Recensione del film Past Life, il dramma familiare apprezzato dalla critica

22/07/2017 08:00
Recensione del film Past Life il dramma familiare apprezzato dalla critica

Attraverso il punto di vista delle sorelle Sephi e Nana, il regista Avi Nesher ci conduce attraverso un'odissea dolorosa che culmina in una toccante catarsi

Past Life” è un film di Avi Nesher, uscito negli Stati Uniti dopo essersi fatto apprezzare nel circuito dei festival indipendenti.

Il film si apre nel 1977 a Berlino Ovest, dove Sephi (Joy Rieger), una cantante e aspirante compositrice israeliana, spicca come solista durante l’esibizione del coro della sua accademia. Dopo il concerto viene avvicinata da una donna polacca (Katarzyna Gniewkowska) la quale la aggredisce urlando che suo padre, Baruch Milch, è un assassino.

Come in seguito dirà la sorella di Sephi, Nana (Nelly Tagar), una brillante giornalista, l’incontro porta Sephi a scoperchiare il vaso di Pandora. A Gerusalemme, le due cominciano ad indagare, e nell’atmosfera claustrofobica del film, il passato diviene una forza ineluttabile. In una scena, vediamo Sephi parlare al telefono con la sorella, ma Nesher la inquadra in modo che alle sue spalle incomba il ritratto di famiglia, con il padre in prima posizione: una figura austera, con uno sguardo duro che sembra rivolto dritto in camera.

Past Life” si configura come un incrocio tra giallo deduttivo e melodramma familiare. La trama si infittisce quando Thomas Zielinski, compositore di successo figlio della donna polacca, visita l’accademia musicale di Gerusalemme dove studia Sephi; Nesher usa molti stilemi del thriller per rendere la figura di Thomas il più inquietante possibile. Nel frattempo, Nana scopre di avere un cancro, e si convince che sia una punizione divina per i peccati commessi dal padre durante l’Olocausto, e che l’uomo si ostina a non rivelare.

Il concetto biblico per cui “le colpe dei padri ricadono sui figli” permea tutto il film, e Nesher è abile nell’allargare questo discorso dal personale al politico. Ad un certo punto, un personaggio guarda alla tv lo storico discorso di Anwar Sadat al parlamento israeliano, in cui il presidente egiziano pronunciò queste parole: “Perché lasciare in eredità alle generazioni future il fardello di questo bagno di sangue?”

L’incontro tra Thomas e Sephi innesca la seconda parte del film. Thomas invita la ragazza ad esibirsi in un concerto a Varsavia, e la ragazza ne approfitta per scoprire se la versione che il padre ha raccontato a lei e alla sorella corrisponde alla verità. In un teso montaggio incrociato, la catarsi sembra diventare un fenomeno fisico, reale: le condizioni di Nana peggiorano, e solo se Sephi riuscirà nella sua missione avrà qualche speranza di salvarsi.

La critica ha apprezzato di “Past Life” l'essere una “detective story” incalzante che a volte non regge il peso delle sue intenzioni (New York Times); un melodramma familiare travestito da giallo, la cui forza sta soprattutto nelle performance degli attori e nel suo cuore emotivo (Washington Post), e nella risoluzione finale, dove si fanno i conti con l’importanza e la difficoltà del perdono (rogerebert).

"Past Life" si basa sull’autobiografia del vero Baruch Milch, “Can heaven be void?”, e sulle esperienze della musicista Ella Milch-Sheriff. Avi Nesher (un veterano del cinema i cui film non sono mai stati distribuiti in Italia) è a sua volta figlio di superstiti dell’Olocausto, e questo sicuramente l’ha aiutato a rendere così bene l’atmosfera di paranoia che si instaura a casa Milch: sulle sorelle pesa come un macigno la consapevolezza di non sapere esattamente cosa sia stato capace di fare il padre in una situazione disperata, ai limiti dell’umano, come può essere una guerra. Fotografia e musica sono essenziali per trasmettere tutto questo: colori spenti e archi portatori di presagio e di tensione.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
Altri articoli Home

Red Sparrow, prime immagini del film thriller con Jennifer Lawrence

È stato diffuso il primo trailer del film “Red Sparrow”, diretto da Francis Lawrence (leggi l’articolo sul film). Nelle immagini appare la protagonista Dominika (Jennifer Lawrence) mentre attende nella prova camera. Seguono degli omicidi: in realtà lei è reclutata dalla Sparrow School, un servizio segreto di ...

 

L'imperatrice Caterina, il film dalle potenti passioni con Marlene Dietrich

L'imperatrice Caterina (“The Scarlet Empress”) è il film del 1934 di Josef von Sternberg che usciva in questi giorni nelle sale statunitensi. La giovane principessa tedesca, Sophia Frederica (Marlene Dietrich) è scelta dalla regina Elisabetta di Russia per sposare il nipote, il principe Pietro (Sam Jaffe), così da ...

 

Tutti i soldi del mondo, prime immagini del film di Ridley Scott

È stato pubblicato il primo trailer del film “Tutti ii soldi del mondo”, diretto da Ridley Scott. Nelle immagini si mostra il giovane Paul Getty III (Charlie Plummer) mentre viene rapito a Roma. Uno dei rapinatori - interpretato da Romain Duris - chiama la madre del ragazzo, Gail (Michelle Williams) e chiede 17 milioni di dollar...

 

I vip con più matrimoni alle spalle

Spesso si pensa che le persone famose abbiano molto di più degli altri e senza dubbio ciò è vero almeno per quanto riguarda i matrimoni e i divorzi, dal momento che pochi vip sono riusciti a rimanere sposati con la stessa persona per tutta la vita. Il leggendario sassofonista Louis Armstrong è convolato a nozze quattro v...

 

Recensione del film 'White Sun', la lotta alla casta acclamata dalla critica

“White Sun” (”Seto Surya”) è il film di Deepak Rauniyar ben accolto dalla critica statunitense. L’ex partigiano anti-regime Chandra (Dayahang Rai) deve raggiungere il suo villaggio, per partecipare ai funerali del padre. Il luogo è sperduto tra le montagne, e da dieci anni Chandra non fa visita ai suoi c...

 

La battaglia dei sessi, immagini dell'anteprima con Emma Stone

Nelle immagini che mostriamo ci sono i protagonisti de film “La battaglia dei sessi”, presentato al Toronto Film Festival (leggi l'articolo sul film). La storia è quella della partita di tennis del 1973 tra il numero uno del mondo, la tennista Billie Jean King (Emma Stone) e l’ex campione Bobby Riggs (Steve Carrel). Nelle...

 

Recensione del film 'The Tribunal': matrimonio, fede e triangoli amorosi

Non è facile recensire un’opera come “The Tribunal”, perché si tratta così chiaramente di un film a tesi che diventa un’impresa non da poco il giudicarne gli aspetti cinematografici ignorando il messaggio che il prodotto è stato appositamente pensato e creato per veicolare. Ma procediamo con ordi...

 

Recensione del film 'Cars 3'

In “Cars 3” Saetta McQueen, l’auto campione di corsa continua il suo percorso nel circuito automobilistico: ma l’innovazione prende il posto della tradizione. Infatti si trova competere con la recluta arrogante Jackson Storm, nata con le ultime tecnologie per migliorare le prestazioni della corsa. I colleghi di Saetta non p...

 

Brie Larson, il film 'Unicorn Store' presentato al Toronto Film Festival

Brie Larson - attrice premio Oscar per “Room” - ha presentato al Toronto Film Festival la pellicola diretta da lei stessa "Unicorn Store”. La trama racconta di Kit (Larson), una giovane sognatore che rifiuta di abbandonare il suo senso di meraviglia. Si considera un’artista fallita, e comprende che l'unico modo per riuscire...

 

Margaret Qualley, è una misteriosa madre nel film 'Strange But True'

Margaret Qualley sarà protagonista del film “Strange But True” tratto dall’omonimo romanzo di John Searles. L’attrice è anche interprete del film “Death Note: Il quaderno della morte” nel ruolo di Mia Sutton, compagna del protagonista Light nonché alleata nella loro missione per liberare il ...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni