X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Dunkirk: 'in aria o in acqua, Christopher Nolan era vicino a noi', intervista all'attore del film Kevin Guthrie

17/07/2017 08:00
Dunkirk 'in aria in acqua Christopher Nolan era vicino noi' intervista all'attore del film Kevin Gut

Mauxa ha intervistato Kevin Guthrie, attore del film di Christopher Nolan "Dunkirk".

Dunkirk è il film di Christopher Nolan che uscirà negli Stati Uniti il 21 luglio. Nel cast ci sono Fionn Whitehead, Kenneth Branagh, Mark Rylance.

I soldati alleati della Gran Bretagna, del Belgio, del Canada e della Francia sono circondati dall'esercito tedesco sulle spiagge di Dunkirk. Dal 27 maggio al 4 giugno 1940 si effettua un’evacuazione navale delle forze Alleate: le truppe inglesi e quelle franco-belghe sono estromesse dalle unità corazzate tedesche giunte sulle coste della Manica, dopo lo sfondamento del fronte sulla Mosa. Un milione di soldati inglesi, francesi e belgi si salvarono fuggendo in Inghilterra via mare con unità navali di ogni tipo.

Mauxa ha intervistato Kevin Guthrie, attore del film che ha lavorato anche a “Animali fantastici e dove trovarli” nel ruolo di Mr. Abernathy, e alla serie “The Terror”.

D. Hai lavorato nel film “Dunkirk”. Ci puoi raccontare questo progetto complesso?
Kevin Guthrie. Questa è stata un'esperienza incredibile, viscerale e fisica. Siamo stati inseriti nella tana del leone, dove è avvenuto il fatto storico ed esposti a condizioni atmosferiche reali. È stata una battuta di caccia come nessun altro film, vivendo come un gruppo di soldati. Dieci di noi, per quasi cinque mesi hanno viaggiato per quattro diversi paesi durante le riprese. Per molto tempo nuotavamo, o eravamo a galla per otto ore (con le misure di sicurezza, ovviamente), per aiutarci nel nostro tentativo di condurre la recitazione il più possibile vicino alla realtà. È stato intenso, travolgente, stimolante, dato che rappresentavamo personaggi reali: la maggior parte di noi - se non tutti - ha avuto dei nonni che hanno combattuto la Battaglia d'Inghilterra, così è stato forte anche dal punto di vista emotivo. Un'esperienza davvero unica.

D. Durkink è un film di guerra. Se avessi vissuto in quel periodo, avresti partecipare ad una spedizione militare?
K. G. In tutta realtà probabile sì, soprattuto per via della Coscrizione. Politicamente non sono d'accordo con la guerra, ma ciò non mi avrebbe trattenuto al momento, se avessi creduto che era la cosa giusta da fare. Ho totale rispetto e ammirazione per gli uomini e le donne che hanno servito il loro paese in insondabili sacrifici.

D. Hai lavorato al film “Edie” come co-protagonista: una storia di coraggio con una donna anziana che decide di scalare una montagna.
K. G. È stata un'esperienza artistica e liberatoria. È forse uno dei progetti più divertenti a cui ho lavorato. Le riprese si sono svolte nella parte più bella delle Highlands (regione montuosa della Scozia, n.d.r.), un posto che sono orgoglioso di chiamare 'vicino a casa.' Lavorare con Sheila (la protagonista Sheila Hancock, n.d.r.) in una storia che racconta di amicizia, fiducia, forza di carattere e volontà di avere successo era una delizia assoluta. Sheila è un’attrice incredibile, le sue idee sul mestiere e la tecnica erano molto penetranti. Lei era molto disponibile, come sono stato anche io: ciò ci ha aiutato a creare vicinanza tra i due personaggi. Abbiamo avvertito anche la responsabilità di lanciare un messaggio generazionale positivo, sulla differenza d'età. Questa è la storia di due persone che diventano confidenti molto improbabili, anime gemelle. Indipendentemente dall'età, sesso o posizione. Condividono una comune idea su come rendere la loro vita migliore.

D. Torniamo a parlare di “Durkink”. Nel film ci sono molte scene d'azione. Christopher Nolan come le ha girate?
K. G. Tutto in tempo reale, con un vero e proprio live action. Le esplosioni erano veritiere e gli effetti digitali CGI inesistenti. Christopher e Hoyte (direttore della fotografia) erano il più vicino possibile a noi con l’enorme macchina da presa Imax, fin dove era umanamente possibile essere. Nell’aria o in acqua, sulla nave o in mezzo al sabbia, erano lì. Significava così che le prestazioni, stranamente erano molto intime in mezzo al caos epico che ci circondava.

D. Se potessi vivere in un'altra epoca, quale personaggio vorresti essere?
K. G. Senza dubbio un batterista jazz degli anni '30, in un’atmosfera illegale del proibizionismo.

D. Qual è la situazione delle produzioni audiovisive in Scozia?
K. G. Sono molto fortunato ad essermi laureato alla Drama School di Londra nel momento in cui ci sono più produzioni cinematografiche e televisive in Scozia. Un certo numero di progetti cui ho lavorato raccontavano storie abbastanza universali, cosicché ambientarle in Scozia è una vera sorpresa. Ora con piattaforme come Netflix e AmazonPrime più progetti hanno budget rilevanti, sono finanziati, il che permette a tutti in Scozia, e nel Regno Unito di beneficiarne.

D. Tu sei originario di Neilston, un piccolo paese delle central Lowlands.
K. G. Sono di parte, ma è un posto affascinante. La Scozia è una delle terre più sublimi del mondo. Però sono stato in Italia molte volte, ho un’ascendenza italiana nella mia famiglia.

D. Qual è il tuo prossimo progetto?
K. G. Sto lavorando ad un film intitolato “Boyz In The Hood”, una dark comedy ambientata in un bosco in cui c’è una caccia dopo che alcuni escrementi di coniglio vengono considerati allucinogeni. È molto divertente. Lo produce Tobey Maguire. Vorrei chiudere l’intervista con un saluto ai lettori Mauxa: spero che il film “Durkink” vi piaccia e attendo di vedere ciascuno di voi in Scozia.

 
© Riproduzione riservata
Home
 

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Festival di Venezia 2017, première del film di Jean Rouch ambientato in città

Al Festival di Venezia 2017 sarà proiettato “Cousin, cousine” (“Cugino, cugina”, 1985-1987), cortometraggio dell’etnografo Jean Rouch girato nella città veneta. Il cortometraggio (lungo 34 minuti) vede Mariama e Damouré, due cugini che giungono a Venezia per cercare una reliquia persa molto tempo ...

 

Beautiful – The Carole King Musical diventa un film prodotto da Tom Hanks

La Sony si occuperà dell’adattamento cinematografico di “Beautiful: The Carole King Musical”. Douglas McGrath, autore del libretto originale, scriverà la sceneggiatura; Tom Hanks e Gary Goetzma, tramite la loro Playton, produrranno la pellicola insieme a Paul Blake, già produttore della versione teatrale. La ...

 

Dwayne Johnson e lo sceneggiatore Evan Spiliotopoulos in un film su Genghis Khan

Evan Spiliotopoulos, sceneggiatore del film “La bella e la bestia" (leggi l’intervista) e “Il cacciatore e la regina di ghiaccio” (leggi l’intervista) lavorerà ad un film su Genghis Khan. La Universal Pictures ha infatti acquistato uno script di avventura scritto dal stesso Evan Spiliotopoulos, che ha come...

 

Brian De Palma, il nuovo film 'Domino' con Nikolaj Coster-Waldau

Brian De Palma per il nuovo film “Domino” sceglie un argomento europeo, quello degli attacchi terroristici. Ma ciò che si nota soprattutto è la scelta di un cast divenuto famoso per le serie televisive. “Domino” è infatti una pellicola che ha come protagonista Nikolaj Coster-Waldau, che nella saga &ldqu...

 

Leonardo DiCaprio interpreterà in un film il pittore Leonardo Da Vinci

Leonardo DiCaprio interpreterà Leonardo Da Vinci in un biopic. La Paramount sarà produttrice del film, che è tratto dal libro del biografo Walter Isaacson, il quale ha già lavorato alle biografie di Steve Jobs e Albert Einstein. L’idea del film è dello stesso DiCaprio, che risale a dei racconti paterni. In...

 

Film più visti della settimana, 'Annabelle: Creation' è al primo posto

Il box office dei film più visti negli Stati Uniti dall’11 al 13 agosto 2017 vede al primo posto l’horror “Annabelle: Creation” (35.040.000 dollari): Samuel Mullins, fabbricante di bambole con la moglie ospita delle ragazze a casa sua, che saranno loro il bersaglio della creatura posseduta dalla bambola Annabelle. Al...

 

Ce qui nous lie, tre fratelli e un vigneto per il film di successo in Francia

Ce qui nous lie è il film di Cédric Klapisch ambientato in un vigneto della Borgogna, dove tre fratelli si riuniscono. È uno dei film di maggiore successo in Francia, avendo incassato 4,5 milioni di euro in due mesi (è uscito il 14 giugno 2017). Nel cast ci sono Pio Marmaï, Ana Girardot e François Civil...

 

Professor Marston & The Wonder Women, prima immagine del film

È stata diffusa la prima immagine del film “Professor Marston & The Wonder Women” (leggi l’articolo su Moulton Marston e le origini di Wonder Woman). La pellicola racconta la storia reale dello psicologo di Harvard Dr. William Moulton Marston, che creò il personaggio di Wonder Woman negli anni '40. Marston era a...

 

Le star di Hollywood con le case più grandi e costose, da Will Smith a Oprah

Ogni cosa ad Hollywood segue il principio del “bigger than life”: tutto è più grande, più bello, più intenso, e le case delle star non fanno eccezione. Leonardo DiCaprio possiede almeno quattro ville, ma la prima è stata quella ad Hollywood Hills, comprata dopo il successo di “Titanic” per...

 

Il Festival di Venezia proietterà il film 'Il cavaliere elettrico'

La Mostra del Cinema di Venezia presenterà il film “Il cavaliere elettrico” (1979), diretto da Sydney Pollack. La proiezione avverrà dopo la consegna dei Leoni d’Oro alla carriera a Jane Fonda e Robert Redford, protagonisti del film. La storia raccontata è quella di Sonny Steele (Redford), cowboy in pensione ...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni