X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

DiRT 4, recensione videogame per PS4 e Xbox One

13/06/2017 14:00
DiRT 4 recensione videogame per PS4 Xbox One

DiRT 4 è la quarta incarnazione del titolo di guida sviluppato da Codemasters, che unisce discipline Rally a Dune Buggy e Truck, per un'esperienza stratificata in termini di gameplay

DiRT 4 è il videogioco rallistico sviluppato da Codemasters, regina dei titoli automobilistici arcade, storica creatrice della saga di Toca Race Driver e del successore spirituale Grid, oltre al recente Dirt Rally, uscito lo scorso anno su PS4 e Xbox One. Se nella precedente generazione i Dirt hanno rappresentato uno spettacolare connubio tra rally e discipline affini, come le Buggy e modalità da Destruction Derby, l’ultimo nato nella software house inglese aveva totalmente cambiato tipologia di offerta, con un gioco di guida simulativo e dedicato agli hardcore gamer. Questo nuovo quarto capitolo unisce le filosofie alla base dei due episodi, con un’impostazione che può essere liberamente scelta appena avviato il gioco, con uno stile di guida semplificato o uno indirizzato alla simulazione pura, opzione che cambia radicalmente approccio e tipologia di gameplay.

DiRT 4 propone quattro differenti discipline all’interno della centrale modalità Carriera, in cui ampliare le proprie strutture e potenziare macchine e staff. Gli eventi sono divisi in: Rally, Landrush, Rallycross e Rally storico, e ognuno di essi ha al suo interno particolari tornei ed epoche, per una differenziazione che abbraccia diverse tipologie di veicoli. La crescita della nostra esperienza permette di sbloccare licenze e accumulare denaro, utile ad acquistare nuove macchine, siano esse nuove oppure usate. La progressione all’interno di una disciplina ci conduce sino al campionato finale, un evento che rappresenta il livello massimo di licenza possibile, ed è contraddistinto dall’insieme di tutto quello vissuto nei precedenti tornei. Accanto alla curata modalità per giocatore singolo, che comprende anche l’Academy, dove affinare le proprie abilità di guida ed impararne di nuove, troviamo la componente multiplayer, che vede jam session e sfide giornaliere, oltre alle gare divise per disciplina.



Il gameplay di DiRT 4, come anticipato in apertura, permette al giocatore di decidere quale approccio utilizzare, una scelta che influenza profondamente la giocabilità e l’indole del titolo. Al primo avvio, poi possibile da modificare sotto le opzioni di gioco, compare l’avviso tra una guida arcade, immediata e divertente, e una simulativa, la stessa apprezzata in Dirt Rally. Propendere per uno stile realistico comporta un’estrema attenzione ad ogni componente, dal setting pre-gara, al dosare freno e accelerazione, con una fisica che riproduce dossi e avvallamenti, rendendo le tappe di rally un vero e proprio pericolo costante, con il rischio di finire anzitempo la gara. Il sistema di danni, infatti, non concede grandi errori, con parti meccaniche e di carrozzeria esposte al costante rischio di alberi ed elementi a bordo pista. Scegliendo la vena simulativa avremo, quindi, una giocabilità praticamente identica a quanto già visto in Dirt Rally, uno dei titoli di guida più difficili nell’ultimo decennio. All’opposto, lo stile arcade permette un approccio più immediato e spensierato, mantenendo comunque alcune caratteristiche di realismo ma unite ad un sistema maggiormente permissivo, di danni, derapate e aiuti in termini di stabilità e aderenza al terreno. Il gameplay diventa più avvicinabile ai vecchi Dirt, permettendoci di scendere in pista con meno tensione e una difficoltà scalabile, vero e proprio punto di forza del nuovo titolo Codemasters. Dirt 4 abbraccia, infatti, l’intera utenza dei giochi di guida, con una gamma di personalizzazione che collega il novizio con l’hardcore gamer, grazie ad un sistema di aiuti e stili che permette davvero qualsiasi approccio si prediliga.



La grafica di DiRT 4 è molto simile a quanto visto in Dirt Rally, con alcune migliore e aggiunte che riguardano le discipline Landrush e le condizioni ambientali, migliorate grazie anche a dei particellari estremamente curati. Il colpo d’occhio visivo rimane, comunque, abbastanza deludente, con una resa generale lontanissima dalle meraviglie tecniche della scorsa generazione, dove l’Ego Engine rappresentava quanto di migliore potesse offrire il mercato videoludico. Le macchine sono modellate con pochi dettagli, non molto definite e afflitte da una sensazione perno nelle visuali esterne. Il sistema di illuminazione resta piatto e anonimo, con gare di rally contraddistinte da pochi elementi a bordo pista, con foglie, alberi ed erba dalla resa mediocre. Ma non tutto è da buttare, partendo da una fluidità alta ed impeccabile, un sonoro curato sia nelle musiche che, soprattuto, in quello dei motori e negli effetti ambientali, apprezzabili soprattutto nelle visuali ravvicinate. Le gare di Landrush, invece, tra buggy e truck hanno una resa sensibilmente superiore, con veicoli più dettagliati e un convincente sistema di effetti visivi, con polvere, schizzi di fango e sporcizia che si attaccano, gradualmente, sulla carrozzeria. Gli stessi eventi meteorologici, tra pioggia battente, nebbia e piccole tempesta di sabbia, modificano l’esperienza dal punto di vista non solo visivo, ma anche di giocabilità, influendo sensibilmente sulla nostra guida.

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Fabio Tosti
Home
 
 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Empress il fumetto di Mark Miller e Stuart Immonen da cui è stato tratto il film

Empress è il fumetto scritto e disegnato da Mark Millar e Stuart Immonen. Questo albo in America è stato pubblicato dalla Icon, proprietà Marvel Comics, mentre in Italia è arrivato nel giugno scorso grazie alla Panini Comics. Dal fumetto di Millar e Immonen è stato tratto un film che presto sarà disponibile...

 

Horizon Zero Dawn: The Frozen Wilds, recensione videogame per PS4

Horizon Zero Dawn: The Frozen Wilds è l’espansione single-player del videogioco sviluppato da Guerrilla Games, uno dei migliori open-world della generazione e uscito in esclusiva solo su PS4. Il sorprendente prodotto della software house olandese ha creato un mondo meraviglioso e credibile, grazie a una storia raccontata in maniera int...

 

Justice League, nuove immagini del film DcComics

Sono state diffuse nuove immagini di “Justice League", il film diretto da Zack Snyder. Nelle immagini vediamo Bruce Wayne-Batman (Ben Affleck), Flash (Ezra Miller), Aquaman (Jason Momoa) e Cyborg (Ray Fisher). In altre immagini c’è Diana Prince-Wonder Woman (Gal Gadot). La trama s’incentra sulla scomparsa di Superman, con...

 

Image Comics, The Family Trade: il potere raccontato oggi

“The Family Trade” è la nuova miniserie fumettistica, cinque i numeri previsti, pubblicata da  Image Comics. Dopo il debutto lo scorso mese, il secondo numero uscirà il 15 novembre. Il fumetto gode di una location fittizia suggestiva. La trama è, infatti, ambientata in una città-isola, sita nel bel mezz...

 

Marvel Comics, la nuova serie di Falcon: esce l'atteso secondo numero

“Falcon 2”, il fumetto targato Marvel Comics, esce oggi 8 novembre. La nuova serie è stata accolta con successo, grazie alla rilettura del supereroe portato a confrontarsi con dinamiche di carattere sociale che riflettono l'attualità statunitense. La trama di “Falcon” è ambientata in una realistica Chic...

 

Just Dance 2018, recensione videogame per PS4 e Xbox One

Just Dance 2018 è il videogioco sviluppato da Ubisoft, il punto di riferimento ormai da anni per il genere dei rythm game su console, come testimoniano i dati di vendita e il successo del brand. La stessa uscita annuale rafforza costantemente la presenza della serie sul mercato, per un titolo capace di ritagliarsi una grossa fetta di utenza ...

 

DC Comics, Liam Sharp disegna Batman/Wonder Woman in uscita a febbraio

Liam Sharp è un veterano delle storie di Batman. Inoltre, ha disegnato l'acclamata serie, in corso, con protagonista Wonder Woman, in epoca Rebirth. Al recente Stan Lee Comic Con, tenutosi a Los Angeles, il fumettista è nel team di una serie, targata DC Comics, incentrata sulla Principessa delle Amazzoni e l'Uomo Pipistrello. Il fum...

 

Assassin's Creed Origins, recensione videogame per PS4 e Xbox One

Assassin's Creed Origins è il videogioco sviluppato da Ubisoft, che nel tempo è stata capace di creare uno dei brand più famosi, riconoscibili e venduti nel panorama videoludico, andando anche ad abbracciare il cinema hollywoodiano con il film di Michael Fassbender. Dopo circa dieci anni dall’esordio della saga, la softwa...

 

Lucca Comics and Games 2017 tra gli incontri dedicati a Zerocalcare e i Premi Gran Guinigi

Lucca Comics and Games 2017 è arrivata al suo ultimo giorno, oggi 5 novembre si chiudono i cinque giorni di eventi e divertimento. Tanti sono gli appuntamenti da non perdere in questa domenica di novembre. In mattinata ci sarà un incontro con Zerocalcare dal titolo “Di macerie, profezie e altri accolli”: il fumettista roma...

 

Lucca Comics and Games 2017 arriva Feltrinelli Comics una nuova divisione della grande casa editrice

La Feltrinelli Comics avrà come curatore uno dei nomi più conosciuti nel mondo dei fumetti italiani, Tito Faraci. Durante la presentazione Faraci ha presentato alcuni degli autori che hanno da subito aderito a questo nuovo progetto. La grande avventura avrà inizio a gennaio con i primi due albi, il primo sarà “Un A...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni