X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

DiRT 4, recensione videogame per PS4 e Xbox One

13/06/2017 14:00
DiRT 4 recensione videogame per PS4 Xbox One

DiRT 4 è la quarta incarnazione del titolo di guida sviluppato da Codemasters, che unisce discipline Rally a Dune Buggy e Truck, per un'esperienza stratificata in termini di gameplay

DiRT 4 è il videogioco rallistico sviluppato da Codemasters, regina dei titoli automobilistici arcade, storica creatrice della saga di Toca Race Driver e del successore spirituale Grid, oltre al recente Dirt Rally, uscito lo scorso anno su PS4 e Xbox One. Se nella precedente generazione i Dirt hanno rappresentato uno spettacolare connubio tra rally e discipline affini, come le Buggy e modalità da Destruction Derby, l’ultimo nato nella software house inglese aveva totalmente cambiato tipologia di offerta, con un gioco di guida simulativo e dedicato agli hardcore gamer. Questo nuovo quarto capitolo unisce le filosofie alla base dei due episodi, con un’impostazione che può essere liberamente scelta appena avviato il gioco, con uno stile di guida semplificato o uno indirizzato alla simulazione pura, opzione che cambia radicalmente approccio e tipologia di gameplay.

DiRT 4 propone quattro differenti discipline all’interno della centrale modalità Carriera, in cui ampliare le proprie strutture e potenziare macchine e staff. Gli eventi sono divisi in: Rally, Landrush, Rallycross e Rally storico, e ognuno di essi ha al suo interno particolari tornei ed epoche, per una differenziazione che abbraccia diverse tipologie di veicoli. La crescita della nostra esperienza permette di sbloccare licenze e accumulare denaro, utile ad acquistare nuove macchine, siano esse nuove oppure usate. La progressione all’interno di una disciplina ci conduce sino al campionato finale, un evento che rappresenta il livello massimo di licenza possibile, ed è contraddistinto dall’insieme di tutto quello vissuto nei precedenti tornei. Accanto alla curata modalità per giocatore singolo, che comprende anche l’Academy, dove affinare le proprie abilità di guida ed impararne di nuove, troviamo la componente multiplayer, che vede jam session e sfide giornaliere, oltre alle gare divise per disciplina.



Il gameplay di DiRT 4, come anticipato in apertura, permette al giocatore di decidere quale approccio utilizzare, una scelta che influenza profondamente la giocabilità e l’indole del titolo. Al primo avvio, poi possibile da modificare sotto le opzioni di gioco, compare l’avviso tra una guida arcade, immediata e divertente, e una simulativa, la stessa apprezzata in Dirt Rally. Propendere per uno stile realistico comporta un’estrema attenzione ad ogni componente, dal setting pre-gara, al dosare freno e accelerazione, con una fisica che riproduce dossi e avvallamenti, rendendo le tappe di rally un vero e proprio pericolo costante, con il rischio di finire anzitempo la gara. Il sistema di danni, infatti, non concede grandi errori, con parti meccaniche e di carrozzeria esposte al costante rischio di alberi ed elementi a bordo pista. Scegliendo la vena simulativa avremo, quindi, una giocabilità praticamente identica a quanto già visto in Dirt Rally, uno dei titoli di guida più difficili nell’ultimo decennio. All’opposto, lo stile arcade permette un approccio più immediato e spensierato, mantenendo comunque alcune caratteristiche di realismo ma unite ad un sistema maggiormente permissivo, di danni, derapate e aiuti in termini di stabilità e aderenza al terreno. Il gameplay diventa più avvicinabile ai vecchi Dirt, permettendoci di scendere in pista con meno tensione e una difficoltà scalabile, vero e proprio punto di forza del nuovo titolo Codemasters. Dirt 4 abbraccia, infatti, l’intera utenza dei giochi di guida, con una gamma di personalizzazione che collega il novizio con l’hardcore gamer, grazie ad un sistema di aiuti e stili che permette davvero qualsiasi approccio si prediliga.



La grafica di DiRT 4 è molto simile a quanto visto in Dirt Rally, con alcune migliore e aggiunte che riguardano le discipline Landrush e le condizioni ambientali, migliorate grazie anche a dei particellari estremamente curati. Il colpo d’occhio visivo rimane, comunque, abbastanza deludente, con una resa generale lontanissima dalle meraviglie tecniche della scorsa generazione, dove l’Ego Engine rappresentava quanto di migliore potesse offrire il mercato videoludico. Le macchine sono modellate con pochi dettagli, non molto definite e afflitte da una sensazione perno nelle visuali esterne. Il sistema di illuminazione resta piatto e anonimo, con gare di rally contraddistinte da pochi elementi a bordo pista, con foglie, alberi ed erba dalla resa mediocre. Ma non tutto è da buttare, partendo da una fluidità alta ed impeccabile, un sonoro curato sia nelle musiche che, soprattuto, in quello dei motori e negli effetti ambientali, apprezzabili soprattutto nelle visuali ravvicinate. Le gare di Landrush, invece, tra buggy e truck hanno una resa sensibilmente superiore, con veicoli più dettagliati e un convincente sistema di effetti visivi, con polvere, schizzi di fango e sporcizia che si attaccano, gradualmente, sulla carrozzeria. Gli stessi eventi meteorologici, tra pioggia battente, nebbia e piccole tempesta di sabbia, modificano l’esperienza dal punto di vista non solo visivo, ma anche di giocabilità, influendo sensibilmente sulla nostra guida.

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Fabio Tosti
Home
 
 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Spider-Man: Homecoming, incontro con Tom Holland e Jon Watts

"Spider-Man: Homecoming" uscirà nelle sale cinematografiche italiane il 6 luglio.  Abbiamo partecipato all'incontro stampa a Roma con il registra Jon Watts e l'attore protagonista Tom Holland.  Il film concede al pubblico un rinnovato sguardo sulle vicende del celebre supereroe dei fumetti Marvel. Nel cast sono presenti anche&nbs...

 

Conferenza Microsoft all'E3 di Los Angeles: il futuro di Xbox

La Conferenza Microsoft all’E3 2017 era fortemente attesa soprattutto per la presentazione della nuova console casalinga, Xbox One X, e i giochi che potessero sfruttare le caratteristiche tecniche della macchina, ad oggi la più potente mai creata. Accanto ai videogiochi in esclusiva per Xbox, grande attenzione è stata data alle ...

 

Panini Disney, le nuove storie di Topolino all'insegna del fantasy.

“E.B. L'Extra-Terrestre”, Topostorie 39, è in uscita il 5 luglio al prezzo promozionale di € 3,60 per Panini Disney. L'albo, di 240 pagine, sarà a firma di autori vari. Tra le storie, quello inedita di Massimo Marconi (sceneggiatura) e Salvatore Deiana (disegni) che vede Topolino decidersi per una vacanza all'insegna...

 

Sette giorni in Grecia è un bellissimo racconto di viaggio pubblicato da BeccoGiallo

Sette giorni in Grecia è un fumetto pubblicato dalla casa editrice BeccoGiallo che racconta un viaggio alla scoperta di un paese bellissimo. Il libro è stato scritto da Emanuele Apostolidis e disegnato da Isacco Saccoman, tra queste pagine troviamo la bellezza e tantissime curiosità della Grecia come solo chi l’ha visitat...

 

Recensione La scimmia e il melograno è la nuova storia pubblicata dalla casa editrice Orecchio Acerbo

La scimmia e il melograno è una storia breve per bambini dagli otto anni in su pubblicata in questo mese di giugno dalla casa editrice Orecchio Acerbo. La storia che viene raccontata è stata scritta da Serenella Quarello e disegnata da Lucie Müllerovà. L’albo che contiene 64 pagine e misura 21x28 centimetri, racconta...

 

Rimini Comix, al via dal 20 luglio con tante novità

Rimini Comix, torna l'appuntamento estivo con la mostra-mercato dedicata al fumetto: la fiera del fumetto, a ingresso gratuito, si svolgerà dal 20 al 23 luglio in Piazza Federico Fellini, davanti al Grand Hotel. Tra gli eventi annunciati, Ori Cosplay International con protagonista l'acclamato artista belgradése, amatissimo dai Cospla...

 

MotoGP 17, recensione videogame per PS4 e Xbox One

MotoGP 17 è il videogioco ufficiale sul campionato di motociclismo sviluppato dall’italiana Milestone, con l’intera licenza delle categorie Moto3, Moto2 e, ovviamente, MotoGP. La serie, passata in pianta stabile nel 2013 alla casa di sviluppo milanese, rappresenta un buon mix tra arcade e alcune caratteristiche da simulatore, anc...

 

Panini Comics, Neon Genesis Evangelion: il manga tratto dall'anime di Hideaki Anno

Panini Comics annuncia la ristampa di “Neon Genesis Evangelion”, il cui primo numero è in uscita il 29 giugno per Planet Manga. Si tratta della seconda ristampa sotto il segno di “Evangelion Collection”, manga cult a firma di Yoshiyuki Sadamoto che ha debuttato in Giappone nel 1994, pubblicato da Shōnen Ace, fino...

 

BAO Publishing, I racconti dei vicoletti: l'atleta diversamente abile incoraggiata dal nonno

BAO Publishing pubblica “I racconti dei vicoletti” di Nie Jun, tra le opere fumettistiche accuratamente selezionate per inaugurare una nuova collana in omaggio ai moderni comics orientali provenienti dalla Cina. La trama de “I racconti dei vicoletti” ha come protagonista la piccola Yu'er, ritenuta non idonea al corso di nuo...

 

DC Comics imposta il futuro: da Wonder Woman a Batgirl

Dopo il grande successo che Wonder Woman sta ottenendo ai botteghini statunitensi e nelle sale di tutto il mondo, un’altra supereroina, tutta al femminile, sta per intraprendere il cammino che le permetterà di approdare al grande schermo. Batgirl sarà uno dei personaggi protagonisti delle prossime produzioni della DC Comics e Wa...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni