X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Codice Unlocked, 'è tutta una questione di suspense': intervista all'attrice Jessica Boone

22/05/2017 08:00
Codice Unlocked 'è tutta una questione di suspense' intervista all'attrice Jessica Boone

Mauxa ha intervistato Jessica Boone, attrice del film "Codice Unlocked" con Orlando Bloom, Noomi Rapace e John Malkovich.

Codice Unlocked (Unlocked) è il film nelle sale diretto da Michael Apted. Nel cast ci sono Orlando Bloom, Noomi Rapace, Jessica Boone, John Malkovich e Michael Douglas.

La trama s’incentra su Alice Racine (Noomi Rapace), agente della CIA esperta in interrogatori: reperisce informazioni su un imminente attacco a Londra e le riporta ad uno dei suoi responsabili. Ma scopre che questi è una spia, e che potrebbe agevolare i piani dei terroristi per un attacco biologico a Londra.

Mauxa ha intervistato l’attrice Jessica Boone, che lavora anche a teatro e in tv ha recitato nella serie “Missing”.

D. Hai lavorato nel film “Unlocked” come agente della CIA. Come ti sei avvicinata a questo ruolo?

J. B. Sono l’agente che lavora per il direttore della CIA delle operazioni europee, interpretato da John Malkovich. Ci sono molte agenzie e programmi differenti coinvolti nel complotto e di nessuno ci si può fidare in maniera certa. Quando Nancy Bishop del casting mi propose il progetto mi ha fatto piacere: è la seconda volta che ho il ruolo di un agente della CIA, quindi suppongo che dovrei aggiungere “affari clandestine" nella sezione abilità speciali del mio curriculum vitae!

D. Com’era l’atmosfera sul set?

J. B. Mi è piaciuto lavorare con John Malkovich. Lui è molto concentrato durante le riprese, tuttavia è giocoso: così porta freschezza ad ogni ciak. Abbiamo trascorso tempo tra chiacchierate sui giochi preferiti, nonché le sfide e le gioie di creare la propria compagnia teatrale: una cosa che abbiamo in comune. C'erano persone provenienti da tanti paesi diversi, lingue e tradizioni riunite in un unico set e Michael Apted, con la sua calma, la certezza composta era la guida perfetta che ha coordinato tutto insieme. È un principe assoluto.

D. Ti piace il genere thriller?

J. B. Amo questo genere di storie. Per me è tutta una questione di suspense!

D. In quale altra epoca vorresti vivere?

J. B. Se avessi la possibilità di viaggiare nel tempo in epoche del passato lontano, giungerei fino a quando si ha accesso agli antibiotici. Storicamente, mi piacerebbe essere Nell Gwyn, Margaret Ann Bulkley, Hedy Lamar, Annie Oakley o Calamity Jane. Sai, gli attaccabrighe.

D. Hai lavorato anche in teatro, in “Macbeth”, “Venus in Fur”. Qual è l’episodio più curioso che ti è capitato?

J. B. Ho lavorato in “Macbeth” presso The Prague Shakespeare Company, con mio marito Guy Roberts. Collaboriamo con il Teatro Nazionale della Repubblica Ceca e nel tour siamo andati negli Stati Uniti, Egitto, Qatar e Italia. Uno stesso repertorio può avere una performance diversa ogni sera, e uno spettacolo di successo può essere riproposto per anni.

Abbiamo avuto una performance di Macbeth durante le riprese del film “Codice Unlocked” e il regista Michael Apted si rivolse a me come Lady Macbeth sul set. Dopo una lunga esibizione a teatro lui si voltò verso di me e ha detto: “Ti manca il sollievo di ogni uomo, dormire”.

D. Lady Macbeth è un personaggio forte.

J. B. Sì, non capita tutti i giorni di arrivare a sentire il potere, affermarlo con quelle parole e incarnato da tali creature.

D. Qual è il tuo libro preferito e perché?

J. B. “L’Inferno” di Dante Alighieri, nella “Divina Commedia”. Ho amato il libro dai tempi della scuola.

D. Hai degli hobbies?

J. B. Mi piace dormire. E poi cucinare, una lunga colazione dopo aver camminato con il mio cane lungo il fiume. Amo anche la tecnologia, che mi aiuta ad essere vicino alla mia famiglia che vive abbastanza lontano.

Ho un vecchio diario, che porto sempre con me così posso tenere traccia di impressioni, prove, spettacoli, incontri. Devo scrivere tutto a mano, sono vecchio stile. Uso però anche Instagram!

 
© Riproduzione riservata
Home
 
Personaggi correlati
Michael Apted, Jessica Boone
 
Galleria fotografica
Da non perdere
Ultime news
Recensioni