X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Recensione del film The Bye Bye Man

19/04/2017 07:30
Recensione del film The Bye Bye Man

"The Bye Bye Man" è il film horror di Stacy Title tratto da un racconto.

The Bye Bye Man è il film horror di Stacy Title con Douglas Smith, Lucien Laviscount, Cressida Bonas, Doug Jones e Michael Trucco.

Nel 1969 Larry attiva in macchina davanti a casa di una donna, la chiama, lei esce e poi rientra: lui prende un fucile e le spara. Poi fa lo stesso con i vicini di casa, mentre chiede continuamente: “qualcuno ha detto il nome?”.

Da questo evento prende avvio il film, tratto dal racconto "The Bridge to Body Island” (2005) di Robert Damon Schneck.

Nel periodo attuale vediamo Elliot (Douglas Smith), la sua ragazza Sasha (Cressida Bonas) e il migliore amico John (Lucien Laviscount) che si trasferiscono in una casa fuori dal campus non lontano dal loro college. Sasha comincia ad avere uno strano colpo di tosse, Elliot in un comodino trova delle monete che riappaiono continuamente.

Da qui si comprende come il film segua l’aspetto soprannaturale per innestare quello orrorifico, sulla scia di pellicole recenti come “The Boy”, “Incarnate”. Ma ancora lontano è il timore rivelato in “Babadook” (2015), che può essere considerato lo spartiacque per un genere che risente di una mole di assemblaggi simili. In “Babadook” una madre chele spiegazioni al figlio che crede di vedere un demone, fino alla rivelazione finale: una trama semplice e credibile, che ha ottenuto consenso di pubblico e critica.

In “The Bye Bye Man” si procede poi con una rivelazione che fa retrocedere l’azione: in quell’anno 1969 un adolescente uccise la sua famiglia e confessò ad un giornalista che a ordinargli il gesto fu The Bye Bye Men, un demone: lo stesso giornalista divenne poi il tiratore che uccise diverse persone che erano a conoscenza del nome “The Bye Bye Man”, e si suicidò ingerendo del detersivo.

Elliot così fa visita alla vedova del giornalista, che rivela che la maledizione provoca follia, allucinazioni. L'unico modo per evitarle è non pensare al nome o parlare di “The Bye Bye Man”.

Complicato è definire dei gesti violenti in base a delle allucinazioni che a loro volta sono causate da un evento soprannaturale: in questo caso l’idea iniziale del plot poteva essere sviluppata in maniera più meno inverosimile. L’origine del soggetto del film essendo un racconto vive di una materia letteraria che si presta meglio a queste suggestioni, e che trasposte visivamente esigono un appiglio narrativo più valido. “Non dirlo, non pensarlo” sono frasi troppo generiche per motivare la prosecuzione di una sceneggiatura horror.

Lo stesso scrittore Schneck è specializzato in racconti di fenomeni anomali e curiosità storiche: “The President's Vampire” è il libro in cui è contenuto “ The Bye Bye Man”. “Mrs. Wakeman vs. The Antichrist” è una collezione di racconti strani sulla storia americana. Stacy Title è già regista del film animato “Hood of Horror” (2006), in cui un uomo accetta di vendere la sua anima a un demone di nome; “Let the Devil Wear Black” (1999) in cui uno studente laureato con una malattia mentale cerca di scoprire chi abbia assassinato il padre. Il regista è quindi abile nell’alternare i piani della suspense, anche se poi confluiscono in uno sviluppo grottesco.

 
© Riproduzione riservata
Home
 

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Gus Van Sant, il nuovo film è 'Don't Worry'

Gus Van Sant è al lavoro al nuovo film, dal titolo “Don't Worry, He Won't Get Far on Foot”. La vicenda ruota attorno a John Callahan (Joaquin Phoenix), che a 21 anni dopo un incidente d’auto resta paralizzato. Il giovane però non demorde, e comincia dipingere come forma di terapia. Nel cast ci sono anche Jonah Hill...

 

Eva contro Eva, il film sull'apparente disponibilità con Bette Davis

Eva contro Eva è il film di Joseph L. Mankiewicz che usciva nelle sale statunitensi in questo periodo, nel 1950. Alla consegna annuale del premio Sarah Siddons Society ci sono vari drammaturghi, tra cui Addison DeWitt (George Sanders), Lloyd Richards (Hugh Marlowe) e la moglie, assieme e personaggi dello spettacolo tra cui la famosa attrice...

 

Movies Anywhere, la nuova App che centralizza i film

Movies Anywhere è lanciato oggi negli Stati Uniti con cinque studios che forniranno i contenuti. Si tratta di Sony Pictures Entertainment, The Walt Disney Studios (che comprendono Disney, Pixar, Marvel Studios e Lucasfilm), Twentieth Century Fox Film, Universal Pictures e Warner Bros. Entertainment. L’obbiettivo è fornire un'e...

 

Recensione del film Barracuda, la tensione familiare apprezzata dalla critica

Barracuda è il film di Julie Halperin e Jason Cortlund, uscito nelle sale statunitensi in questi giorni e che ha ottenuto un ottimo successo di critica. I primi minuti, con una barca su un lago dorato, un saluto sulla tomba di un uomo dove si versa del whisky si svolgono in silenzio. Quello di cui molti film avrebbero bisogno per essere app...

 

'L'arte deve far riflettere': intervista ad Ori Pfeffer protagonista di 'The Testament'

A Venezia abbiamo avuto l’occasione di intervistare Ori Pfeffer, protagonista di “The Testament”, un film intenso in cui il regista e sceneggiatore Amichai Greenberg riflette sui temi dell’identità, della famiglia e dell’importanza della memoria, sia a livello individuale che collettivo. Pfeffer ha interpretato ...

 

Il miracolo della 34ª strada, per i 70 anni del film nuove immagini

Per i settanta anni dell’uscita del film “Il miracolo della 34ª strada” (“Miracle on 34th Street”, 1947) di George Seaton negli Stati Uniti esce in questa settimana un nuovo dvd e blu-ray. Durante la stagione delle vacanze natalizie un gentiluomo colto, panciuto e una barba bianca (Edmund Gwenn) è assunto ...

 

Recensione del film Il palazzo del Viceré

Il palazzo del Viceré (“Viceroy's House”) è il film di Gurinder Chadha con Hugh Bonneville, Gillian Anderson e Manish Dayal. Louis Mountbatten ( Hugh Bonneville ) arriva nella sua residenza a Delhi nel 1947. È Governatore generale, ossia capo dell'amministrazione britannica della nazione, che è da poco uscit...

 

Film più visti della settimana, le novità sono 'Blade Runner 2049' e 'The Mountain Between Us'

Il box office ufficiale dei film più visti negli Stati Uniti dal 6 all’8 ottobre 2017 vede il primo posto occupato dalla novità “Blade Runner 2049” (32.753.122 dollari, leggi la recensione): la storia è quella dell'agente K, replicante che dà la caccia ai vecchi umanoidi Nexus ribelli. Al secondo posto...

 

Jake Gyllenhaal, è un padre in difficoltà nel nuovo film 'Wildlife'

Jake Gyllenhal, l’attore che sta attendo critiche entusiaste per il ruolo da protagonista nel film “Stronger”, interpreterà un padre in difficoltà nel nuovo film “Wildlife”. La pellicola è tratta dall’omonimo romanzo di Richard Ford, pubblicato nel 1990 e ristampato nel 2010 dalla Grove Pres...

 

The Florida Project, il film acclamato dalla critica

The Florida Project è il film di Sean Baker, uscito negli Stati Unti questa settimana. Il film è ambientato in un tratto di strada appena fuori da Disney World, a Miami: la bambina di sei anni Moonee (Brooklynn Prince) vive con la madre ribelle Halley (Bria Vinaite). Abitano vicino al "The Magic Castle", un motel economico gestito da...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni
pixel sony skin pixel sony skin