X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Recensione del film Fast & Furious 8

12/04/2017 07:30
Recensione del film Fast & Furious 8

"Fast & Furious 8" è il film franchise dell'omonima saga inaugurata nel 2001

Fast & Furious 8 ("The Fate of the Furious") è il film di F. Gary Gray con Vin Diesel, Dwayne Johnson, Jason Statham, Michelle Rodriguez e Charlize Theron.

Per comprendere il tenore del film basta citare la scena in cui Hobbs (Dwayne Johnson) esce dal furgone mentre un missile scivola sul suolo, lui riesce a spostarlo con la mano cosicché esploda contro un’automobile nemica. La scena avviene su un terreno ghiacciato, e le riprese si sono svolte in Islanda. Ogni giorno gli addetti alla sicurezza dovevano trivellare il suolo per vedere quanto fosse spesso il ghiaccio, e le automobili a dispersione erano trenta.

Emerge poi un sottomarino dal terreno, e le auto balzano in aria. “Fast & Furious 8” dal 2001 racconta le peripezie delle corse d’auto: allora il regista Rob Cohen lesse un articolo su Vibe inerente le corse in strada illegali che la notte si svolgevano a Los Angeles. Il titolo era “"Racer X" scrivo da Ken Li, e Cohen ne parlò con lo sceneggiatore Gary Scott Thompson. Il nome originale del copione era “Redline”, poi ottenne da Roger Corman i diritti per utilizzare il titolo del suo film del 1955 “The Fast and the Furious”, anch’esso ambientano nel mondo delle corse.

Da allora il film crea l’immaginario fatto di passione per i motori e senso della giustizia, poi ripreso da “Pain & Gain - Muscoli e denaro” (2013), inaugurando u genere che mescola la black comedy con il film crime ed action: sono i giochi di forza a fare da tematica principale, con attori che evidenziano già la trama, come “Cani sciolti (“2 Guns”, 2013), “Deepwater: Inferno sull’oceano" (“Deepwater Horizon”, 2016).

in “Fast & Furious 8” è sopratutto la meticolosità delle riprese rende giustizia ad un film che altrimenti come trama avrebbe poco di cui gioire. Sono gli effetti speciali che tramutano il film in una pellicola godibile, come nella recente svolta hollywoodiana tesa a contestare la visione in streaming dei film, nonché a spingere il pubblico e bearsi degli effetti visivi e sonori che solo un grande schermo può offrire.

Le riprese si sono svolte anche a Cuba, con lo scenografo Bill Brzeskito che ha deciso di rivitalizzare la vita anche degradata delle strade e quella familiare di L'Avana. Per il set della prigione di massima sicurezza le riprese sono state

effettuate in un ex impianto di produzione a nord di Atlanta, restaurando lo spazio esistente per costruire un set compatto, multi-livello, con scale e decine di celle.

Vediamo Dominic Toretto (Vin Diesel) e Letty (Michelle Rodriguez) sposati, lontani dalle beghe dei precedenti episodi. Una donna misteriosa Cipher (Charlize Theron) seduce Dom con l’obbiettivo di convincerlo a tornare nel mondo del crimine: gli fa tradire le persone più care, e la squadra deve reagire. Si procede così dalle coste di Cuba alle strade di New York, alle distese ghiacciate del Mare artico di Barents con lo copi di ricondurre Dominic a casa.

Il tema della famiglia spezzata è servito per rinnovare il franchise ma è secondario, perché il plot è ormai inserito in un ingranaggio collaudato. Lo sceneggiatore Chris Morgan - autore dei personaggi da “The Fast and the Furious: Tokyo Drift” del 2006 - ha teso mostrate come si possa disintegrare la stessa fortezza familiare: cosicché l'uomo che ha sempre predicato di non voltare le spalle viola questo principio.

A modificare le sue credenze è un personaggio malvagio inusuale, pur se la recente interpretazione de “Il cacciatore e la regina di ghiaccio” l’ha consacrata come villain: si tratta di Charlize Theron, che interpretando Cipher è una professionista avida e ambiziosa. “Appena arriva si prende ciò che vuole”, ha detto: è un’hacker famosa per le sue imprese, che con combinazioni di codici binari insidia la scena mondiale.

Fa da mediatrice Magdalene Shaw, interpretata da Helen Mirren. Anche questo è uno dei aspetti del film che riesce a sovvertire le aspettative: un'attrice che ha sempre lavorato a film drammatici come “Collateral Beauty” (2016), “The Queen - La regina” (2006) giunge in un action-thriller. È un personaggio arrogante, riservato e intelligente: “ero lusingata che avessero introdotto una parte per me, che poi si è rivelata essere un ruolo importante”, ha detto l’attrice per il ruolo è stato scritto appositamente per lei. “Ho dovuto spingermi al massimo, se desideravo mettermi in riga con loro”.

Accanto agli effetti speciali è questo ulteriore aspetto che rende gradevole il film: il senso della famiglia che Dom Toretto mina in realtà emerge ad un livello superiore. Attori apparentemente estrani alla tradizione della saga vogliono comunque parteciparvi, collaborare con le altre 200 persone della troupe. Solo per la curiosità di farne parte: e ricevono un’accoglienza non spocchiosa, come in ogni famiglia.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
Film correlati
Fast & Furious 8

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Festival di Cannes 2017: immagini di Nicole Kidman e Colin Farrell per il film 'The Killing of a Sacred Deer'

Nelle immagini che mostriamo ci sono i protagonisti del film “The Killing of a Sacred Deer”, diretto da Yorgos Lanthimos e in Concorso al Festival di Cannes. L’evento si è svolto presso il Nikki Beach: vi hanno partecipato Colin Farrell, Nicole Kidman, Keith Urban, Barry Keoghan, Raffey Cassidy, Sunny Suljic. La trama &eg...

 

Festival di Cannes 2017: le immagini di Lily Collins e Jake Gyllenhaal al party della Hollywood Foreign Press Association

Nelle immagini che mostriamo ci sono gli ospiti invitati alla serata filantropica svoltasi al festival di Cannes per la International Rescue Committee (IRC), organizzata dalla Hollywood Foreign Press Association (HFPA). Preso il Nikki Beach hanno partecipato Jake Gyllenhaal, Ben Stiller, Tilda Swinton, Adam Sandler, Brittany Snow, Lily Collins, Du...

 

Le celebrità e lo sport: un connubio sempre vincente ad Hollywood

“Mens sana in corpore sano”: una grande verità che viene presa molto sul serio nel mondo di Hollywood, dove il culto del corpo e della (presunta) perfezione psico-fisica regna sovrano. Anche se le apparenze suggerirebbero il contrario, quello delle star è uno stile di vita per certi versi molto stressante, visto che da lor...

 

The Dinner, il film sulle colpe dei figli con Richard Gere e Laura Linney

The Dinner è il film di Oren Moverman con Richard Gere, Laura Linney, Steve Coogan e Rebecca Hall. Paul (Coogan) e sua moglie Claire (Linney), Stan (Gere) - fratello maggiore di Paul - e la consorte Katelyn (Hall) vanno ad un’elegante cena. Durante le portate, dall’aperitivo all’antipasto la scansione temporale segnata dal...

 

Il piacere dell'onestà: il controllo spia su smartphone da Shakespeare alla Corte europea

La possibilità di scoprire cosa affermi un’altra persona in nostra assenza è una delle curiosità insite nell’uomo. Già William Shakespeare in “Otello” (1603) raccontava di come il cinico Jago facesse ingelosire il protagonista: fa portare il fazzoletto della moglie Desdemona sulle mani del presunt...

 

Festival di Cannes, una foto storica con i protagonisti dei decenni

Al Festival di Cannes si è tenuto un photo call particolare, per celebrare i settanta anni dell’evento. Tra i vincitori c’erano Laurent Cantet  (Palma d’Oro nel 2008),  Jerry Schatzberg (Palma d’Oro Nel 1973),  Claude Lelouch  (vincitore del 1966),  Michael Haneke  (Palma d'Oro 2009-2012...

 

Film più visti della settimana, 'Alien: Covenant' e 'Everything, Everything' sono ai primi posti

Il box office dei film più visti negli Stati Uniti dal 19 al 21 maggio 2017 vede al primo posto la novità “Alien: Covenant” (36.160.621 dollari, leggi la recensione del comic): l'equipaggio di un’astronave scopre un paradiso inesplorato, dove però emerge anche una minaccia da cui fuggire. Al secondo posto sce...

 

Innamorato pazzo, il film commedia con Myrna Loy e William Powell sugli opposti conciliati

Innamorato pazzo (“Love Crazy”, 1941) è il film di Jack Conway con William Powell, Myrna Loy e Gail Patrick. usciva nelle sale statunitensi il 23 maggio del 1941. L’architetto eccentrico Steve Ireland (William Powell) e la moglie Susan (Myrna Loy) al quarto anniversario di matrimonio vorrebbero rivivere la prima notte...

 

Quando non erano famosi: i mestieri delle star agli esordi

Oggi li vediamo sulle riviste patinate, ma i protagonisti delle cronache mondane hanno dovuto percorrere una strada tutta in salita per raggiungere il successo. Dietro i volti distesi e imperturbabili di uomini e donne mature, molto spesso si nascondono ragazzi e ragazze che prima di raggiungere la fama hanno svolto i mestieri più duri e str...

 

Codice Unlocked, 'è tutta una questione di suspense': intervista all'attrice Jessica Boone

Codice Unlocked (Unlocked) è il film nelle sale diretto da Michael Apted. Nel cast ci sono Orlando Bloom, Noomi Rapace, Jessica Boone, John Malkovich e Michael Douglas. La trama s’incentra su Alice Racine (Noomi Rapace), agente della CIA esperta in interrogatori: reperisce informazioni su un imminente attacco a Londra e le riporta ad ...

 

Da non perdere

Ultime news
Recensioni