X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Recensione del film 'Bleed - Più forte del destino'

09/03/2017 07:30
Recensione del film 'Bleed - Più forte del destino'

"Bleed - Più forte del destino" è il film tratto da una storia versa di Ben Younger con Miles Teller

Bleed - Più forte del destino (“Bleed”) è il film di Ben Younger con Miles Teller, Aaron Eckhart e Katey Sagal.

Nel novembre 1988 il pugile Vinny Pazienza (Teller) perde il titolo WBC World Light welter. Il manager Lou Duva (Levine) insiste per un altro combattimento. Ma dopo un’ennesima perdita teme di fermarsi.

Tra giochi al casinò e veloci amori la sua vita procede per momenti quotidiani, senza far trapelare cosa il destino abbia in serbo. Lui guardando un match prende appunti, con una modalità di gioco che collima con una dettagliata strategia, per cui anche nel pugilato nulla è lasciato al caso. Questo studio approfondito dei dettagli della propria professione da pugile è un elemento che nei film di boxing, da “Rocky” (1974) a “Million Dollar Baby” (2004) non appare, e che rende “Bleed - Più forte del destino” quasi un manuale di sopravvivenza.

La tensione tende ad aumentare per ogni scena, facendo presagire che sarà il destino il nemico primario del protagonista: eventi della vita su cui non si può interferire. Così l’incidente stradale di cui Vinny è vittima appare quasi normale, costellato nella sua quotidianità, e in quella di ognuno di noi. Vinny neanche era alla guida dell’auto, a segnare l’inevitabilità dell’accaduto.

Un destino che il regista del film Ben Younger aveva - per altre forme - raccontato anche in “Prime” (2005), la commedia in cui la trentasettenne Rafi (Uma Thurman) incontra casualmente e s’innamora del ventitreenne David, per poi scoprire essere il figlio della sua psicoterapeuta. Anche lì, pur se in un ambito romantico i protagonisti fronteggiano le perplessità e i dubbi che il caso gli pone.

Così in “Bleed - Più forte del destino”, anche dopo che il corpo di Vinny è paralizzato nella schiena dorsale torna l’ambizione al perfezionismo. Ora Vinny indossa Halo, un dispositivo medico di metallo circolare avvitato al cranio in quattro punti, puntellato con quattro bacchette.

Il film da semplice racconto medico diventa quindi una lastra su cui mostrare come far fronte ad un impedimento fisico: nella trama non ci sono che avversari umani, senza dovere inventare particolari antagonisti (leggi l’articolo su cinema e salute). Come in “Mare dentro” (2004), oppure “Still Alice” (2014). Quindi il protagonista Vinny viene subito posto al livello dello spettatore, se non più in basso avendo una mobilità fisica minore.

In “Bleed - Più forte del destino” questo impedimento è poi avversato con la forza della determinazione, che fa percepire allo spettatore come in un momento di difficoltà ci si possa rialzare: e da qui Vinny supera chi lo guarda, dimostrando maggiore senso di responsabilità e coraggio.

Vinny infatti vuole continuare ad allenarsi, disobbedendo ai consiglio dei medici. Lo fa nel seminterrato, con l’aiuto di Kevin (Aaron Eckhart), anche alle 3.30 di notte e di nascosto dal padre. È la storia è reale, ossia quella di Vincenzo Edward Pazienza.

La diversità è anche estetica: lui continua ad andare al casinò, solo con Halo, un esoscheletro che lo accompagna e di cui non si vergogna. E la diversità è caratteriale, tanto che la sfida con il pugile panamense Roberto Durán sarà la sua rivincita.

“Bleed - Più forte del destino” è un film limpido, migliore rispetto al facile encomio del coraggio pugilistico: qui è una più generica possibilità di rialzarsi oltre gli ostacoli difficoltà, per quanto sia possibile porre rimedio al destino che non inganna più i suoi figli.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Peter Greenaway, il nuovo film è 'Walking to Paris'

Peter Greenaway è al lavoro al nuovo film, “Walking to Paris”. La trama del film non è stata svelata, anche se il tema di fondo è la vicenda di uno ei più importanti scultori del 1900, Constantin Brâncusi. Lo scultore 27enne Brâncusi (Emun Elliott) lascia il suo piccolo villaggio di Hobita, a su...

 

Recensione del film Noi siamo tutto

La discendenza da un romanzo è evidente in “Noi siamo tutto” (“Everything Everything”), film di Stella Meghie tratto dall’opera di della scrittrice Nicola Yoon. Della reclusione in un appartamento della giovane adolescente Maddy Whittier (Amandla Stenberg), ai gesti che portano il suo nuovo vicino di casa Nick R...

 

'The Lifeboat', il film prodotto ed interpretato da Anne Hathaway ha un nuovo regista

Joe Wright non dirigerà più “The Lifeboat”, il film tratto dall’omonimo libro di Charlotte Rogan. Anne Hathaway resta comunque coinvolta nel progetto nei panni di produttrice e di attrice protagonista. Il romanzo di Rogan si apre con un processo in cui il personaggio principale, Grace Winter, è accusata di om...

 

Matt Damon, protagonista del nuovo film 'Charlatan'

Matt Damon interpreterà il ruolo del ciarlatano John R. Brinkley nel nuovo film “Charlatan”. La storia è quella reale di un uomo nel Kansas, sedicente medico che negli anni Venti introdusse un metodo chirurgico straordinario usando le ghiandole delle capre per curare l'impotenza negli agricoltori locali. Divenne cos&igrav...

 

Recensione del film Valerian e la città dei mille pianeti

Valerian e la città dei mille pianeti (“Valérian et la Cité des mille planètes") è il film di fantascienza di Luc Besson. L’esordio avviene in un luogo paradisiaco, tra esseri umanoidi ed esplosioni che avvertono di una minaccia imminente. Già qui Besson è vittima dello stesso materiale ...

 

First They Killed My Father, il film di Angelina Jolie conviene la critica

First They Killed My Father è il film di Angelina Jolie che ha ottenuto ottime recensioni negli Stati Uniti. La storia è quella dell’attivista Loung Ung, che per sopravvivere al regime cambogiano dei Khmer Rossi dal 1975 al 1978 vede disgregata la propria famiglia. La storia viene raccontata dalla protagonista, una bambina di c...

 

L'incredibile vita di Norman, incontro con Richard Gere: 'il mio personaggio vorrebbe esaudire le promesse'

L'incredibile vita di Norman (“Norman: The Moderate Rise and Tragic Fall of a New York Fixer”) è il film di Joseph Cedar con Richard Gere, presentato a Roma. La pellicola negli Stati Uniti è uscita ad aprile 2017 ed ha ottenuto recensioni positive. La storia racconta del faccendiere Norman Oppenheimer, che a New York tess...

 

Film più visti della settimana, la novità è 'American Assassin'

Il box office dei film più visti negli Stati Uniti dal 15 al 17 settembre 2017 conferma il primo posto per “IT”, tratto dal romanzo di Stephen King (218.710.619 dollari): la creatura malvagia che uccide i bambini della città è tornata, mentre sette abitanti cercano di eliminarlo. Al secondo posto entra “Ameri...

 

'Meg', l'horror con protagonista Jason Statham arriva nel 2018

Ha dovuto aspettare due decenni, ma Steve Alten avrà finalmente la soddisfazione di vedere il proprio best-seller trasformato in un horror da 150 milioni di dollari con Jason Statham nei panni del protagonista. In un primo momento “Meg” sarebbe dovuto uscire il 2 marzo 2018, ma poi la Warner Bros ha deciso di rimandarlo al 10 ag...

 

Red Sparrow, prime immagini del film thriller con Jennifer Lawrence

È stato diffuso il primo trailer del film “Red Sparrow”, diretto da Francis Lawrence (leggi l’articolo sul film). Nelle immagini appare la protagonista Dominika (Jennifer Lawrence) mentre attende nella prova camera. Seguono degli omicidi: in realtà lei è reclutata dalla Sparrow School, un servizio segreto di ...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni
http://bs.serving-sys.com/serving/adServer.bs?cn=display&c=19&mc=imp&pli=22587639&PluID=0&ord=[timestamp]&rtu=-1